Introduzione

Questo dispositivo unico è una combinazione di molte tecnologie musicali: un controller MIDI assegnabile, due sequencer a step in stile analogico, un programmatore di batteria e uno strumento di performance dal vivo, il tutto in un unico pacchetto compatto.

Ha un numero illimitato di potenziali usi e opzioni di configurazione, grazie alle sue capacità simultanee USB, MIDI, CV/Gate e sincronizzazione.

Daremo alcuni esempi utili in questo manuale e poi dovresti essere in grado di iniziare sperimentando con BeatStep Pro.

L’unità ha un aspetto relativamente semplice, e vedrai che ci sono molti modi per integrarlo con il tuo sistema. Questo a sua volta aprirà molte nuove strade per l’ispirazione musicale e la creatività.

PANORAMICA DI BEATSTEP PRO

Effettuare le connessioni

BeatStep Pro offre un numero senza precedenti di modi per connettersi con altri tipi di attrezzature, dal vintage al moderno. Di seguito sono riportati esempi di potenziali configurazioni:

… con un computer

BeatStep Pro è un controller conforme alla classe USB, quindi al suo livello più elementare può essere collegato a qualsiasi computer con una porta USB e utilizzato come dispositivo di input per varie applicazioni. Il software scaricabile MIDI Control Center consente di definire una ampia varietà di comandi MIDI da trasmettere tramite encoder, pulsanti e pad specifici del BeatStep Pro.

Tuttavia, BeatStep Pro è così potente da solo che potrebbero esserci momenti in cui si desidera usarlo senza un computer collegato! In questo caso, è sufficiente utilizzare un caricabatterie di telefono cellulare USB standard per alimentare l’unità e collegare tutto il resto come mostrato nei seguenti diagrammi.

… con dispositivi esterni

Come puoi vedere, BeatStep Pro può essere al centro di alcuni sistemi sorprendenti.

CV/Velo/Gate/Drum Gate

Il pannello frontale del BeatStep Pro consente di prendere il comando di tutti i tipi di dispositivi esterni

attraverso i suoi connettori Pitch, Velo e Gate. Può anche inviare dati a tali dispositivi dalla porta USB del computer.

Dispositivi MIDI

Ci sono molti ottimi dispositivi che hanno solo porte MIDI (nessun connettore CV / Gate, nessun USB).

BeatStep Pro può controllarli anche dal suo pannello frontale. E naturalmente può inviare e ricevere dati MIDI utilizzando la porta USB del computer.

Utilizzare gli adattatori inclusi (jack TRS da 1/8″ a DIN a 5 pin, grigio) per collegare i dispositivi MIDI esterni

al BeatStep Pro.

Sorgenti/destinazioni dell’orologio

L’ingresso e l’uscita clock possono essere sincronizzati con tipi di clock meno recenti, ad esempio 24 impulsi per nota di quarto (ppqn), 48 ppqn, 2 ppqn o anche un singolo impulso per passo.

L’adattatore incluso (jack TRS da 1/8″ a DIN a 5 pin, nero) può essere utilizzato per collegare la sincronizzazione DIN in dispositivi compatibili con BeatStep Pro. Vedere il capitolo sulla sincronizzazione per informazioni specifiche informazioni sui cavi da utilizzare con altre connessioni e formati di sincronizzazione.

Qualcosa da considerare: i loop di terra

Un loop di terra è una corrente indesiderata in un conduttore che collega due punti. Il risultato è rumore nel segnale audio, di solito sotto forma di ronzio a bassa frequenza. Nelle configurazioni, tra cui computer, interfacce e dispositivi audio, è possibile finire con un loop di terra fastidioso. Vi abbiamo fornito però una soluzione: l’adattatore anti ground loop.

Quando devo usare l’adattatore anti ground loop?

Nella maggior parte dei casi non è necessario l’adattatore anti ground loop. Se non hai un problema di loop di terra nella tua configurazione, collega semplicemente BeatStep Pro con il cavo USB in dotazione per un computer o un alimentatore USB.

È necessario utilizzare l’adattatore anti ground loop incluso se si verifica un rumore di fondo negli altoparlanti che scompare quando si disconnette l’interfaccia audio dal proprio computer o le connessioni CV/Gate al tuo dispositivo analogico. Un loop di terra può anche causare problemi con il pitch tracking quando si utilizzano le connessioni BeatStep Pro CV con Sintetizzatori analogici.

Collegare l’adattatore anti ground loop come segue:

Panoramica del pannello frontale

1. Trasporto

2. Preset/Utilità del progetto

3. Roller/Looper

4. swing/Casualità/Probabilità

5. Tempo e sincronizzazione

6. Controllo sequencer

7. Modalità di progetto/controllo

8. Encoder

9. Pulsanti step

10. Pad

Pulsanti di trasporto/maiusc

I pulsanti di trasporto controllano il sequencer interno e i dispositivi MIDI esterni utilizzando MIDI Machine Control. Ma possono anche inviare altri messaggi MIDI alla tua DAW, il che è utile se la DAW non risponde ai comandi MMC. Utilizza il nostro software MIDI Control Center per apportare le modifiche necessarie.

La funzione dei pulsanti Record e Stop è ovvia. Ma il pulsante Play funge anche da Pulsante Pausa/Continua. Quindi puoi mettere in pausa una sequenza a metà flusso, effettuare una regolazione, e quindi premere di nuovo Riproduci per riprendere la sequenza.

Il pulsante SHIFT consente di accedere alle funzioni secondarie della modalità corrente, come la direzione di riproduzione per uno dei sequencer.

Preset/utility progetto

1. Collegamento di trasposizione

2. Collegamento preset

3. Sezione Lunghezza preimpostata

4. Canale MIDI

Pulsante TRNS LNK

TRNS LNK consente di trasporre simultaneamente Sequencer 1 e Sequencer 2; quando l’unità il tono di uno è cambiato, l’altro seguirà. Ulteriori informazioni su questa funzione sono disponibili nella sezione Transpose Link del capitolo Progetti.

Pulsante PRST LNK

PRST LNK consente ai tre sequencer di avere i loro modelli preimpostati collegati in modo che possano essere modificati con una singola azione.

Sezione lunghezza preimpostata

Le sequenze BeatStep Pro possono essere lunghe fino a 64 passi, composte da un massimo di quattro sequenze in 16 suddivisioni che suonano una dopo l’altra. Questi sono chiamati gruppi di passi.

I quattro LED sopra i pulsanti a doppia freccia (<< e >>) vengono utilizzati per indicare la lunghezza del pattern e quale Step Group sta attualmente suonando.

Il tasto LST STEP viene utilizzato con i pulsanti Step e i pulsanti << >> per modificare la lunghezza

della sequenza corrente.

Pulsante del canale MIDI

Ciascuno dei sequencer può essere impostato sul proprio canale MIDI utilizzando questo pulsante.

Roller/Looper

La touch strip ha due modalità: “Roller” e “Looper”. Puoi passare rapidamente tra i due tenendo premuto il pulsante Maiusc e premendo il pulsante Step 9 in modalità di controllo.

• Il Looper ripete una sezione dell’uscita combinata dei sequencer (cioè il Progetto). Il ciclo viene avviato quando si preme la striscia di tocco e la dimensione del ciclo è in base alla posizione del dito sulla striscia.

• Il roller funziona in modo diverso a seconda della modalità in cui ci si trova:

◦ Modalità DRUM / Controllo: ripete la nota dei pad premuti, alla quantià selezionata con la striscia. Questo sovrascriverà la traccia di batteria per il pad che vengono “rollati”, ma gli altri continueranno a suonare.

◦ SEQ1/SEQ2: sovrascrive la sequenza e diventa un arpeggiatore che segue i pad premuti e l’ordine in cui si preme. La velocità dell’arpeggiatore è determinata da dove si trova il dito la striscia tattile.

Swing/Casualità/Probabilità

Swing introduce una sensazione di “shuffle” nelle sequenze. Può influenzare l’intero progetto (tutti e tre

sequencer contemporaneamente) o solo il sequencer selezionato, lasciando intatti gli altri.

Casualità e Probabilità introducono quantità crescenti di imprevedibilità per le Sequenze. Come per l’impostazione Swing, questi controlli possono influire sull’intero progetto (tutti e tre i sequencer in una sola volta) o solo il sequencer corrente, lasciando intatti gli altri.

Tempo e sincronizzazione

Impostate qui il tempo del progetto, con una rotazione dell’encoder RATE/FINE o toccando il tasto

Pulsante TAP/METRO.

Il display normalmente visualizza il tempo, ma cambia temporaneamente per mostrare il codificatore

valori durante la modifica.

Il metronomo invia dati di note definibili dall’utente tramite MIDI e può essere attivato / disattivato utilizzando i pulsanti SHIFT e TAP/METRO insieme.

Ci sono quattro opzioni di sincronizzazione a cui si accede premendo ripetutamente il pulsante Sincronizza

mentre l’unità viene arrestata.

Controllo del sequencer

BeatStep Pro fornisce tre sequencer indipendenti: due sequencer step e un drum sequencer. Ogni sequencer ha 16 pattern disponibili per Progetto, e i pattern possono arrivare fino a 64 passi. I pulsanti Mute possono essere utilizzati per portare le sequenze dentro e fuori dal mix immediatamente. E naturalmente i vari controlli possono essere utilizzati per modificare le sequenze durante performance

BeatStep Pro si comporterà come un convertitore da MIDI a CV mentre l’unità è in modalità Play se Sequencer 1 o Sequencer 2 sono disattivati. Se Seq1 o Seq2 non sono disattivati durante la riproduzione, non funge da convertitore MIDI a CV, ma come sequencer.

Modalità di progetto/controllo

Ci sono 16 progetti disponibili in BeatStep Pro e ogni progetto contiene 16 modelli per sequenser. Questo consente decine di migliaia di combinazioni possibili, tutte disponibili all’istante.

Il pulsante Progetto viene utilizzato per selezionare il Progetto desiderato.

Ogni progetto contiene anche 16 scene. Ogni scena contiene un patterb o una catena di pattern per SEQ1, SEQ2 e DRUM.

Il pulsante Control Mode trasforma il pannello frontale di BeatStep Pro in un mostruoso MIDI controller, con ogni encoder, pad e pulsante sul lato destro dello strumento in grado di inviare dati a dispositivi MIDI esterni e/o al computer. I messaggi MIDI possono essere definiti con precisione dal software MIDI Control Center, disponibile gratuitamente sul Sito Arturia.

Encoder di controllo

I 16 encoder “infiniti” sono altamente versatili:

• In modalità di controllo diventano encoder completamente assegnabili per l’invio di dati MIDI (CC, cambio di programma, NRPN, ecc.).

• Modificheranno il tempo Pitch, Velocity o Gate per ogni passo in una sequenza.

• Possono spostare i tempi dei singoli drum in avanti o indietro (solo Drum Sequencer)

• Sono sensibili al tocco, quindi quando vuoi conoscere il valore corrente prima di modificarlo, è sufficiente toccare l’encoder corrispondente.

E abbiamo solo scalfito la superficie di ciò che gli encoder possono fare.

Pulsanti step

Un uso familiare per i pulsanti Step consiste nell’abilitare/disabilitare gli eventi in un pattern. Ma fanno molte anche altre cose, spesso in combinazione con un altro pulsante. Ad esempio, vengono utilizzati con il tasto LST STEP per impostare la lunghezza del pattern.

Nelle sezioni di questo manuale imparerai come vengono utilizzati i pulsanti Step per:

• Salvare e richiamare un pattern Project , Scene o Sequencer

• Creare una catena di pattern

• Immettere le note in uno schema Sequencer

• Cancella i dati delle note da un modello (o cancella tutti i dati)

• Attiva/disattiva la funzione della striscia Roller/Looper

• Attiva o disattiva la modalità di caricamento del pattern (Instant o Wait Until End)

• Attiva/disattiva l’impostazione del tempo Globale/Per pattern

• Attiva/disattiva l’impostazione Poliritmo

• Selezionare il canale MIDI per un Sequencer

E con il MidI Control Center puoi configurare i pulsanti Step per fare qualsiasi cosa un pad può fare in modalità di controllo.

Ma una delle loro caratteristiche più distintive è che sono codificati a colori per corrispondere al sequencer

che è attualmente selezionato. Quindi, quando Sequencer 1 è attivo, i pulsanti Step sono verdi; per Sequencer 2 sono gialli; e per il sequencer Drum sono viola. (Suggerimento: questo schema di colore è spiegato anche sul pannello posteriore.)

Velocity/Pressure Pads

La modalità determina anche la funzione dei 16 pad sensibili alla velocity e alla pressione:

• In modalità di controllo sono assegnabili a quasi tutte le funzioni relative al MIDI.

• In modalità Sequencer la maggior parte dei pad attiva le note e vengono utilizzati i pad 15 e 16 per spostare l’intervallo di ottave. Se utilizzato con SEQUENCER 1 o SEQUENCER 2 , i pad vengono utilizzati per trasporre cromaticamente la sequenza.

• Se è selezionata la modalità Drum, i pad attivano le note.

◦ Utilizzato con il pulsante DRUM, i pad consentono di selezionare il corrispondente drum senza sentirlo suonare.

◦ I singoli drum possono essere disattivati durante la registrazione e la riproduzione (DRUM + MUTE + il pad desiderato).

• Utilizzato con il pulsante SHIFT, i pad impostano la modalità di riproduzione, il valore di temporizzazione e

la scala di ingresso (solo SEQ1 e SEQ2).

I pad 1-8 sono la fila inferiore di pad e i pad 9-16 sono la fila superiore di pad.

Panoramica del pannello posteriore, parte 1

Uscite Pitch/Velo/Gate

Questi sono normalmente utilizzati insieme per inviare segnali elettrici a un dispositivo esterno come sintetizzatori analogici monofonici di Arturia (MatrixBrute, MiniBrute/SE, e MicroBrute/SE) o ad un sintetizzatore analogico modulare. L’output Pitch è spesso indicato come Tensione di controllo o CV.

Uscite Drum Gate

Queste uscite corrispondono ai pad 1-8 (la fila inferiore di pad) quando il sequencer Drum è selezionato. Quando questi pad vengono riprodotti manualmente o come parte di un modello, invieranno l’impulso di trigger alle uscite Drum gate, che a loro volta possono essere utilizzate per attivare un suono su un esterno dispositivo.

Solo i segnali gate on/off vengono trasmessi per i pad 1-8 da questi connettori. Al contrario, il connettore MIDI invia informazioni su Velocity e Gate Time per tutti i 16 pad.

Panoramica del pannello posteriore, parte 2

Ingresso/uscita Clock

L’adattatore DIN incluso (jack TRS da 1/8″ a DIN a 5 pin, nero) consente a BeatStep Pro di interfacciarsi con tecnologia pre-MIDI che utilizzava questi connettori per la sincronizzazione, ad esempio early drum machine di Korg e Roland.

L’uso di un jack TRS fornirà sia segnali di clock che di avvio. Un jack TS fornirà solo i segnali di Clock.

Ingresso/uscita MIDI

Utilizzare gli adattatori MIDI inclusi (jack TRS da 1/8″ a DIN a 5 pin, grigio) per inviare segnali di controllo

di tutti i tipi a dispositivi esterni compatibili con MIDI. Ciascuno degli encoder di BeatStep Pro, i pad, e i pulsanti Step possono essere configurati in modo indipendente per inviare dati MIDI specifici.

INGRESSO USB/DC

Questo connettore fornisce le connessioni di alimentazione e dati a un computer. Può anche essere usato con un caricabatterie standard per telefoni cellulari USB (5V e minimo 500mA), che consente di utilizzare i preset e le sequenze del controller anche senza un computer presente.

Interruttore di alimentazione

Se si desidera spegnere l’unità senza scollegare il cavo USB, utilizzare questo interruttore.

Porta di blocco Kensington

BeatStep Pro è altamente portatile e dovrebbe essere trasportato solo dove vuoi che vada. Così abbiamo incluso uno slot per lucchetto Kensington sul bordo destro del pannello posteriore in modo da poter fissalo alla superficie di tua scelta.

error: Mi spiace puoi solo leggere.