Come Recycle lavora

Ci sono molte cose che puoi fare con Recycle. Ma l’applicazione più comune è quello di tagliare un loop per cambiarne il tempo o eseguirne l’ editing. Questi sono i passi fondamentali (dettagli seguono più avanti in questo capitolo):

  1. Utilizzare la finestra di dialogo Apri per individuare ed aprire il file audio in loop. Il programma ora analizza il ciclo e rileva i singoli “hits” o “Suoni” in esso. Quindi visualizza il loop nel display della forma d’onda.
  2. Il secondo passo è quello di lavorare con il cursore Sensibilità e gli strumenti e creare un numero di slices. Ogni slice rappresenta un singolo suono nel loop. Vengono visualizzati slices come linee verticali che attraversano la forma d’onda.
  3. Gli slices sono ora utilizzati per la creazione di punti di loop con il locatore sinistro e destro. Riprodurre l’audio per verificare che il ciclo sia corretto. Le impostazioni del loop sono utilizzati da Recycle per calcolare il tempo del campione in loop, tra le altre cose.
  4. Dopo aver impostato i punti di loop, è possibile immettere la lunghezza del ciclo in Bar / Beats, e cambiare il tempo, se necessario. Termina premendo il tasto [Invio], e il tempo originale sarà calcolato e visualizzato sulla barra degli strumenti in base alle impostazioni effettuate.
  5. Ora è possibile entrare in modalità di anteprima, e cambiare il tempo ed il pitch indipendentemente, aggiungere trasformazione e molto altro ancora. Tutto quello che fai nel modo Anteprima sarà presente nel file risultante REX2 – Quello che si sente è quello che si ottiene.

Dopo aver ottimizzato il ciclo a proprio piacimento in modalità Anteprima è il momento di mettere il loop da usare.

Usare il loop in un altro programma

  1. Salvare il Loop. Questa operazione produce un file REX2, il formato di file nativo utilizzato da Recycle. Il file REX2 contiene sia i dati audio del loop, che l’informazione degli slice ed il tempo originale calcolato.
  2. Avviare il programma (Reason per esempio), e importare il file REX2 su una traccia audio.

Gli slices verranno visualizzati in ordine e le posizioni corrette, e si saràe in grado di cambiare ritmo e manipolare gli slices.

Nelle pagine seguenti troverete un breve tutorial. Dopo questo ci si occuperà delle istruzioni per tutti i diversi aspetti del programma.

A proposito di Recycle e Reason

Reason, un altro programma di Propellerhead Software, dotato di un apposito riproduttore di Rex file (CrOctoRex). Oltre alla riproduzione di file Recycle, Dr. REX permette altri file di processo con diversi parametri di synth, per modificare il pitch delle singole sezioni e molto altro. Il sequencer di Reason ha anche un separato Editor di REX per gli slices.

Usare Recycle Passo dopo Passo

Il testo che segue presuppone che si è installato Recycle e un REX2 compatibile e programmi sequencer come Reason.

  1. Lancia Recycle. La finestra di dialogo Open appare
  2. Trova il file chiamato 2Drum Tools Demo.aif nella tua cartella Recycle.
  3. Seleziona il file ed esegui il click su Open.

Vi verrà chiesto se si desidera che il locatore sinistro venga spostato al primo Punto Slice (vedere pagina 28 per ulteriori informazioni). Fare clic su Sì. Avanti viene visualizzata una finestra affermando che non si sentono ancora gli effetti. Anche in questo caso fare clic su Sì.

  1. Nella finestra, fare clic sul pulsante Play.

Ora dovreste sentire l’intero ciclo, dall’inizio alla fine, che si ripete fino a che no premete Stop. Come potete sentire, il loop ha due downbeats che vengono riprodotti in sequenza quando il file è in loop. Risolveremo questo tra poco – ma per ora procediamo.

  1. Trascinare il dispositivo di scorrimento di Sensibilità verso destra, fino a quando il suo valore è compreso tra 70 e 80 e un numero di linee appaiono. Noi chiamiamo queste linee e i loro simboli a triangolo “slicese” poiché indicano che il suono è ora stato tagliato a fette.

Lo Slider Sensitivity ed alcuni slices

  1. Posizionate il puntatore del mouse sul quadratino “L” (il locatore sinistro) e trascinatelo verso sinistra un poco e rilasciatelo. Come vedrete, si posiziona esattamente su una degli slices, e alla prossima riproduzione, inizierà prorpio da questo punto.
  2. Trascinare a sinistra e a destra i Locatori fino a quando il ciclo è esattamente lungo 1 bar.

Il localizzatore di sinistra deve essere posizionato all’inizio del ciclo, sul primo marcatore di slice, e il locatore destro dovrebbero essere posizionato sull’ultimo marcatore slice.

Questa ultima sezione contiene il downbeat “extra” (vedi punto 4), ma come la posizione del locatore destro governa quando il ciclo dovrebbe ritornare al locatore sinistro, questo secondo downbeat non verrà suonato, ed il ciclo sarà ora esattamente 1 bar.

I locatori impostati correttamente

  1. Con la riproduzione impostata su off, muovi il puntatore sulla vista della forna d’onda. Il puntatore cambia in un simbolo di speaker
  2. Fai clic con il puntatore Speaker sugli slices nella visualizzazione della forma d’onda. Si sente ogni singolo suono in loop. Lo slice su cui si è fatto clic l’ultima volta è indicato da una linea verticale tratteggiata a fianco – questo slice è chiamato segmento corrente. È anche possibile trascinare il puntatore sopra gli slices con il pulsante del mouse premuto per ascoltare i suoni in loop.
  3. Esegui il click nella sezione “Bars”, digita nel campo “1”, e premi [Invio]. Il tempo calcolato è ora indicato come “orig. Tempo “sulla barra degli strumenti.

Le impostazioni Bars/Beats, il Tempo originale calcolato ed il campo Preview Tempo

  1. Esegui il click sul pulsante Preview. La modalità Preview è ora attivata ora puoi eseguire varie impostazioni del loop, ed ascoltarene il risultato in tempo reale,

La modalità di anteprima consente di ascoltare esattamente come il loop suonerà dopo essere stato salvato in un file:

  • Regolando il potenziometro Anteprima Tempo o digitando un nuovo tempo direttamente nel campo Anteprima Tempo, è possibile cambiare il tempo del loop. Se avete intenzione di riprodurre il loop come file REX2 in un sequencer, il ciclo seguirà l’impostazione del tempo del sequencer, indipendentemente da questa impostazione!
  • Regolando il potenziometro del Pitch è possibile cambiare l’intonazione del ciclo.
  • C’è una funzione di gate che può essere usata per rimuovere tutto il suono in un ciclo che scende al di sotto una soglia predefinita. Questo è descritto a pagina 56.
  • In aggiunta ci sono tre processori di effetti; Inviluppo, EQ e Transient Shaper, che consentono di ottimizzare ulteriormente il suono del ciclo prima di esportarlo / salvarlo come file. I processori sono descritti nel capitolo “Elaborazione Audio”.

Così, ora abbiamo tutto quello che serve, un ciclo perfetto, un tempo, forse qualche parametro di elaborazione audio e un buon set di slices. Si potrebbe a questo punto salvare il loop a slices come file REX2 ed importare il file in un programma diverso.

Esportare un file

Oltre alla creazione di file REX2 per l’uso in sequencer audio, Recycle può essere utilizzato per cambiare semplicemente le proprietà intrinseche di un file, come il tempo e / o il pitch per esempio. È quindi possibile esportare il loop (come un campione – non come diviso in slices) ed utilizzarlo in qualsiasi applicazione o software sampler audio. Un esempio tipico potrebbe essere una situazione in cui avete trovato un ciclo perfetto che desiderate utilizzare in una brano che avete registrato. Il problema è che il tempo della loop è sbagliato, e non si vuole cambiare il tempo del brano per usare il loop. Consideriamo inoltre che la canzone è stata registrata con un sistema di registrazione sul disco rigido che non può importare i file REX2, e non si dispone di un campionatore.

La risposta è semplice se il loop che si desidera utilizzare può essere aperto in ReCycle, non è un problema! Procedere come segue:

  1. Aprire il file in Recycle ed utilizza le normali tecniche per aggiungere un quantità appropriata di slices, impostare il numero di bar e Beats (per calcolare il tempo originale) e quindi entrare in modalità Anteprima. Si noti che anche se si esportare il file come un campione, si deve ancora tagliare il file!
  2. Nel modo Anteprima, è sufficiente digitare il Tempo per allinearlo al brano, e / o modificare il pitch per adattarsi a quello del brano. Naturalmente, è anche possibile aggiungere equalizzazione, o uno degli altri effetti o funzioni di trasformazione, se preferisci.
  3. Attivare “Esporta come un campione” sul menu Processo.
  4. Utilizzare la finestra di dialogo Esporta file (vedere pagina 59) per salvare il file nel suo formato originale. Il file risultante sarà a tempo con il brano e / o allo stesso pitch!

Congratulazioni! Hai appena provato alcune delle funzionalità di base del nuovo programma! Certo, c’è molto di più da imparare e scoprire. Si prega di procedere alla lettura dei capitoli seguenti per scoprire tutte le funzionalità di questo programma incredibile!

Riguardo Suoni e Memoria

Ogniqualvolta ReCycle visualizza audio in una finestra, deve caricarlo nella memoria RAM del computer. Quanto audio è possibile caricare nel programma in una sola volta dipende da quanta memoria avete nel vostro computer (totale) e quanta di essa altri programmi attualmente hanno in uso. Se il programma dice che non c’è memoria sufficiente per una determinata operazione, o se non è possibile aprire un file audio (in un qualsiasi dei formati supportati), la prima cosa da provare è quello di chiudere gli altri programmi. È possibile aprire file (mono o stereo) fino a cinque minuti di lunghezza. Per aprire un file di cinque minuti stereo ReCycle deve avere accesso a 52 MByte di RAM.

Riguardo i file REX2

REX2 è il formato file nativo di Recycle. Il salvataggio di un file in questo formato ridurrà significativamente la grandezza del file. Questo si ottiene applicando un algoritmo di compressione

al file al momento del salvataggio. La compressione è “non-lossy”, nel senso che non comprometterà la qualità audio in qualsiasi modo. Quanto il file sarà compresso rispetto alla dimensione originale dipende dalla complessità del audio ed altri fattori. Quando si apre un file REX2, le informazioni del file nella Finestra di dialogo “Apri” vi dirà quanto la dimensione è stata ridotta, espresso in rapporto (vedere pagina 27).

La finetsra di dialogo Open. L’oggetto open del menu File è usato per caricare files audio dal tuo disco fisso. La finestra di dialogo è di tipo standard con alcune aggiunte.

Informazioni File

Quando si seleziona un file nella lista, vengono mostrate informazioni sul tipo di file, la lunghezza, ecc nella parte inferiore della finestra di dialogo Apri.

Le informazioni del file

Per tutti i formati di file audio riconosciuti, vengono visualizzate le seguenti informazioni:

  • Tipo di file (vedere “Formati di file” pagina successiva).
  • Numero di canali.
  • Lunghezza File.
  • Profondità di bit.
  • Frequenza di campionamento.
  • Dimensioni file in byte (Per REX2 visualizza il rapporto di compressione dati che vengono visualizzati in parentesi. Nella foto sopra, 2,4:1 si vede che il file è stato compresso 2,4 volte). Se il file è un file ReCycle, vengono visualizzate le seguenti informazioni aggiuntive:
  • Tempo.
  • Suddivisione tempo.
  • Lunghezza in bar e beat.
  • Utilizzo, che indica le dimensioni del loop (cioè l’audio tra i locatori) in relazione alle dimensioni totali del file in percentuale.
  • Il numero di slices nel file (disponibile solo se viene selezionato un file REX2).
  • Grandezza Esportazione indica la dimensione del file esportato (disponibile solo se REX2 file viene selezionato).

Pulsanti Play e Stop

Quando si fa clic sul pulsante Play, il file selezionato verrà riprodotto in loop fino a quando si preme Stop.

Auto Play

Se questa opzione è attiva (segno di spunta), la riproduzione si avvierà automaticamente non appena un nuovo file viene selezionato dalla finestra. Se viene selezionato un nuovo file durante la riproduzione, la precedente selezione si fermerà e la riproduzione della nuova selezione inizierà direttamente.

Non sarà in grado di riprodurre un file con le seguenti condizioni:

  • Se il file è in un formato in cui ReCycle non supporta.
  • Se non c’è abbastanza memoria (RAM) per caricare il campione.
  • Se il campione è più di 30 secondi, la funzione di riproduzione automatica non funziona. È possibile, tuttavia, ascoltare utilizzando Play.

Selettore del tipo di file (solo Windows)

  • Quando si seleziona l’ultima voce in questo menu, l’elenco di file mostrerà tutti i file nella directory che si trovano in uno dei formati che Recycle supporta.
  • Quando è selezionata una qualsiasi delle altre alternative, sono elencati solo i file in tale formato.

I diversi formati di file

ReCycle può caricare file mono o stereo che soddisfano i seguenti criteri:

  • La profondità di bit può essere di 8, 16 o 24 bit.
  • Sono supportate frequenze di campionamento tra 11,025 kHz a 1,0 MHz.
  • Il file non è più lungo di 5 minuti (a prescindere dalla frequenza di campionamento e mono / stato stereo).

La tabella seguente mostra i formati di file supportati.

NomeEstensioneCommento
RecycleRX2/RCY/REXREX2 (*. RX2) è il formato di file nativo creato quando

 

si salva in Recycle. RCY / REX sono file ReCycle

che sono stati creati con versioni precedente del programma.

WaveWAV 
Audio IFF (AIF)AIF 

In aggiunta, la versione di Recycle per Apple supporta i seguenti formati:

NomeEstensioneCommento
Sound Designer IISD2Il corrente formato di Digidesign. Può essere stereo o mono e fino a 16 bit

A proposito dei files Split Stereo

ReCycle può caricare Split file stereo (comunemente utilizzati in Logic e Pro Tools). File stereo Split hanno l’estensione “L” o “R”. Se si carica un file con una di queste estensioni, Recycle cercherà automaticamente il file corrispondente opposto contemporaneamente.

Perché Recycle possa caricare entrambe i files devono avere lo stesso Nome (a parte l’estensione), la dimensione, bit rate e trovarsi nella stessa cartella.

Utilizzo di Drag and Drop

ReCycle supporta il drag & drop standard.

Procedere come segue:

1. Nel Finder / Explorer, individuare un file audio in uno dei supportato formati di file.

2. Trascinare questo file e rilasciarlo sull’icona di Recycle.

Se il programma è già in esecuzione, il file viene visualizzato in una nuova finestra. Se non lo è, Recycle parte ed il file si apre.

Avvio da file

  • Tutti i file creati da ReCycle si apriranno in ReCycle se si fa doppio clic su di essi.
  • Inoltre, (solo Windows) potete aprire “WAV” o file “AIF” in RECYCLE facendo clic destro su di essi in Explorer, e seleziona “Modifica con Recycle” dal menu pop-up che appare. Se si è scelto di associare “WAV” o formati di file “AIF” con Recycle durante l’installazione, è possibile aprire questi file in ReCycle con un doppio clic.

Se viene visualizzata la finestra”Vuoi spostare il locatore sinistro …”

Se si apre o si riceve un campione, e non vi è alcuna impostazione loop, o l’inizio del ciclo è solo all’inizio del campione, una finestra di dialogo che suggerisce che si dovrebbe lasciare il programma di spostare il locatore sinistro al primo punto slice. Questo per evitare moltobrevi fette all’inizio del campione. Si consiglia di fare clic su “Sì” meno che non abbiate una buona ragione.

  • Se si desidera che questo sia fatto automaticamente, aprire le Preferenze – Finestra generali sul menu Modifica e attivare l’opzione ” Spostare sempre a sinistra Locatore sul primo Slice Point “. Su caricamento, Recycle inserirà automaticamente il locatore sinistro su il primo punto di slice quando si apre.

Per ulteriori informazioni sull’impostazione Locator, vedere pagina 49.

Panoramica Finestra

La metà a sinistra della Toolbar contiene i seguenti oggetti:

La metà destra contiene i seguenti oggetti:

Display Forma d’Onda

Barra di stato

La barra di stato è posizionata in alto nella finestra dei Recycle.

L’area più a sinistra della barra di stato viene visualizzata come segue:

Se si punta un punto qualsiasi della barra degli strumenti, questo settore visualizzail tooltip “esteso” e, se esiste, le scorciatoie da tastiera tra parentesi per qualsiasi elemento si punta sulla Toolbar.

Questa zona visualizza la scritta “Pronto” se non si punta a nessun oggetto.

Angolo sinistro della Barra di stato ( mentre si punta sullo slider della Sensitivity).

Puntando sulla forma d’onda visualizzata visualizzarà la posizione (in secondi o campioni dipende dalle impostazioni delle Preferenze).

In aggiunta, la Barra di Stato visualizza nella sua parte destra sempre le seguenti proprietà riguardanti il file audio al momento selezionato.

  • Tipo di File Mono/Stereo
  • Il sample rate a cui è stato registrato
  • Il numero di slices tra i locatori
  • La lunghezza del file in secondi
  • La grandezza dei dati esportati in bytes

Angolo destro della Barra di Stato

Titolo Finestra

Il titolo della finestra visualizza due cose:

  • Il nome del file
  • Un asterisco che indica se il file non è stato ancora salvato

Toolbox

La Casella degli strumenti si trova nell’angolo in alto a sinistra della barra degli strumenti. Si seleziona uno strumento dalla barra degli strumenti facendo clic sulla sua icona. Qui sotto segue una breve descrizione di ciò che gli strumenti fanno. Spiegazioni più dettagliate seguono più avanti in questo capitolo e di quelli seguenti.

ToolDescrizione
FrecciaUsata per selezionare i markers di Slice eseguendo il click sulle loro maniglie
Mute (X)Usata per mettere in mute gli slices eseguendo il click sulle loro maniglie
Lock (Lucchetto)Usato per bloccare gli slices, eseguendo il click sulle loro maniglie
MatitaQuesto è usato per aggiungere slices manualmente

Meter di livello

L’indicatore di livello indica il livello di uscita del file selezionato durante la riproduzione. Due barre dell’indicatore sono indicati per i file stereo e una barra per file mono. Si dovrebbe verificare che i livelli non causino l’illuminazione dell’indicatore di clip (s) nella parte superiore del meter.

  • Se è selezionata la modalità di anteprima, i misuratori indicano il livello, senza nessun effetto.
  • È possibile incrementare o abbassre il livello con il parametro “Gain” in modalità Anteprima.

In caso di aumento del livello di uscita, vedere il meter (ed ascoltare) con attenzione per evitare il clipping.

Gestire le finestre

È possibile aprire quanti loops si vuole tenendo presente la RAM ed ognuno di essi sarà aperto in una finestra differente.

  • Per ulteriori informazioni sulla gestione della finestra, vedere la documentazione fornita con il computer.
  • Il menu di Windows di ReCycle contiene un elenco delle finestre attualmente aperte. Selezionandola la si rende attiva.
  • La voce Chiudi dal menu File chiude la finestra attiva.

Ingrandimento, Song Position, e Scrolling

L’indicatore di Zoom Verticale

Se si fa clic o si trascina l’indicatore di ingrandimento orizzontale, si modifca la quantità di zoom orizzontale. Inoltre, l’indicatore mostrerà sempre l’ingrandimento corrente.

L’indicatore di Zoom Verticale

Se si fa clic o si trascina l’indicatore di ingrandimento verticale, si modifica la quantità di zoom verticale. La scala verticale viene visualizzata in decibel, e il fattore di zoom cambia a passi di 6 dB. Lo Zoom minimo mostrerà 0 dB, la parte superiore e inferiore dei limiti di ampiezza della forma d’onda nella finestra, il fattore successivo mostrerà -6, e così via.

Usare la Lente d’ingrandimento

Eseguire lo Zoom in

  1. Tieni premuto [Command] (Mac OS) / [Ctrl] (Windows).
  2. Muovi il mouse sopra l’area della forma d’onda. Il puntatore passa alla lente d’ingrandimento.

Esegui il click all’interno della forma d’onda.

La vista è zommata di un passo. La posizione dove tu hai eseguito il click sarà centrata nella finestra

Eseguire lo Zoom out

Lo Zoom out è fatto nello stesso modo come lo zoom in, solo che devi tenere premuti i tasti [Option] (Mac OS) / [Alt] (Windows) key.

I tools Zoom in e zoom out

Usare un rettangolo di Zoom

Per selezionare una certa area per eseguire lo zoom in, fai come segue:

  1. Tieni premuto [Command] (Mac OS) / [Ctrl] (Windows) e premi mantenendo premuto il pulsante del mouse nel displays della forma d’onda.
  2. Trascina per creare il rettangolo di selezione

L’area all’interno del rettangolo diventa scura.

  1. Rilascia il tasto del mouse

L’area selezionata occuperà l’intera finestra.

Eseguire lo Zomming in su una cera area.

Eseguire l’ingrandimento usando la Panoramica della Miniatura

Il metodo di fare un rettangolo con il tasto [Command] (Mac Tasto OS) / [Control] (Windows), come descritto sopra, può essere utilizzato anche nella panoramica delle miniatura della forma d’onda. Questo cambia il fattore di zoom della forma d’onda principale, non della miniatura stessa.

Eseguire lo zoom utilizzando la miniatura

Eseguire lo Scroll usando la Miniatura

Quando esegui lo zoom sulla forma d’onda, la miniatura Panoramica visualizzerà una parte più scura dell’area rettangolare che indica quale parte della forma d’onda viene mostrata nel display principale di visualizzazione della forma d’onda. Questo rettangolo può essere trascinato lateralmente, in modo da scorrere il visualizzazione della forma d’onda. È anche possibile fare clic in qualsiasi punto della Miniatura Panoramica per spostare il rettangolo in quella posizione.

Trascinamento rettangolo di miniatura

La barra di scorrimento

La barra di scorrimento può essere usato per scorrere la vista della forma d’onda.

Opzioni Visualizzazione forma d’onda

Puoi personalizzare il look della finestra della forma d’onda usando le impostazioni nella metà bassa delle Preferenze – Finestra General:

L’opzione “ View stereo file sas sum L+R”

Per fare in modo che un file di formato stereo risulti più compatta nella finestra di Recycle, i canali sinistro e destro dei file stereo possono essere sommati a un canale, invece di essere impilati uno sopra l’altro. Si noti che questo è solo un opzione di visualizzazione, il materiale audio non viene colpito.

Waveform Look

Utilizzare questo menu a comparsa per selezionare una delle tre differenti forme d’onda “guarda”; Piano, 3D o Shaded. Piano visualizza la forma d’onda con grafica normale, 3D aggiunge un effetto di profondità alla grafica e Shaded aggiunge una tonalità progressiva verso il basso della forma d’onda.

Waveform Color

Esegui il clic su questo pulsante per selezionare un nuovo colore per la forma d’onda. Sul Macintosh, questo porta in primo piano lo standard Apple Color Picker, sotto Windows questo porta in primo piano la finestra di dialogo standard di Windows dei colori. Il campo del colore a destra mostra il colore al momento selezionato.

Contrast Slider

Questo cursore imposta la quantità di contrasto tra sfondo del display e la forma d’onda. Per il massimo contrasto, posizionare il cursore completamente a destra. Muovendo lo slider verso sinistra progressivamente aggiunge più colore della forma d’onda scelta allo sfondo del display.

Il menu View

Il menu View contiene i seguenti oggetti che decidono come la forma d’onda deve essere visualizzata:

Magnify to Fit/Magnify to fit Loop

Se si seleziona questa opzione, il display rimpicciolisce in modo che l’intero campione si adatti alla finestra. Se è selezionato, il display si ingrandisce (o riduce) in modo che la zona tra i locatori sinistro e destro si adatti alla finestra.

Jump to Cursor

Se questa opzione è selezionata, la finestra scorre fino alla posizione di riproduzione corrente, mantenendo il fattore di ingrandimento corrente.

Show Grid

È necessario avere impostato una lunghezza del loop perché questo oggetto sia disponibile. Quando abilitato, una griglia che mostra Bar / beats / note da 1/16 è visualizzato sul display.

Scroll during Playback

Durante la riproduzione, la posizione corrente è indicata da una linea tratteggiata che si sposta sulla forma d’onda. Se l’opzione è selezionata nella Menu Visualizza, la posizione corrente viene sempre visualizzata nel display della forma d’onda. Questa opzione può essere attivata o disattivata premendo [F] sulla tastiera del computer. Un rettangolo nella panoramica delle miniature indica l’area della forma d’onda che viene attualmente visualizzata nel display della forma d’onda.

La panoramica della miniatura visualizza quale parte della forma d’onda è visualizzata

Il Menu Edit

Il menu Edit ha i seguenti oggetti:

  • È possibile usare “Copy Loop” per copiare l’intero ciclo (cioè tutti i dati di forma d’onda tra i locatori sinistro e destro) negli Appunti.
  • Se gli appunti contengono dati, questi possono essere incollati in una nuova ) finestra (automaticamente creata) utilizzando l’oggetto di menu “Paste as new document”.
  • “Delete” può essere usato per eliminare i marcatori di slices selezionati. Select all e Invert selection sono descritte a pagina 47.

Undo/Redo

Virtualmente tutte le azioni di Recycle possono essere undone. Puoi eseguire l’undo fino a 10 azioni.

  • Per annullare l’ultima azione, selezionare “Annulla” dal menu Modifica o premi il tasto [Command] (Mac) / [Ctrl] (Win) – [Z].

L’azione che viene annullata è indicata accanto al comando Annulla Modifica menu.

  • Se si desidera “Annullare l’Undo”, questo è possibile in quanto dopo un Undo, questo comando di menu cambia in “Ripeti”.

(il comando rapido di default per la funzione Undo). La voce di menu ti dà anche un indizio circa Quale sarà annullata. Per esempio: se dice “Undo Delete Slice (s)” l’ultima cosa hai fatto era cancellare uno slice.

Riguardo Multiple Undo

Il concetto di undo può richiedere una spiegazione:

È possibile annullare fino a 10 azioni, o in altre parole, ReCycle 2.1 ha una cronologia degli annullamenti fino a dieci passaggi.

Diciamo che sono state eseguite le seguenti azioni:

  1. Modificato l’impostazione di Stretch.
  2. Messo in mute una sezione con lo strumento Mute.
  3. Alzate le impostazione dello slider sensibility.
  4. Bloccata una sezione con lo strumento di blocco.
  5. Modificato il tempo.

Dopo queste cinque azioni, la Hundo History sarà così:

Se ora selezioni Undo, l’ultima azione ( il tempo change) sarà undone, e mossa nella REDO list.

Selezionando di nuovo Undo si esegue l’undo dell’azione seguente nella lista (Panning adjustment)

Se ora selezioni Redo. L’ultima azione Undone sarà Redone. N questo caso, la tua regolazione del panning sarà eseguita di nuovo ( ed aggiunta allla lista della Undo History di nuovo):

A questo punto, avete ancora la possibilità di rifare la modifica del tempo. Ma se invece eseguite un’altra azione (ad esempio, cambi l’inviluppo del Decay), questo diventa l’azione in cima alla Undo History – e la lista Redo sarà eliminata.

Ora non puoi più eseguire i Redo del tempo change undone!

Oggetti Menu Contestuale

Eseguendo il click con il tasto destro (Windows) o [Ctrl] clic (Mac OS) in diverse aree del display di visualizzazione della forma d’onda attiverà i menu contestuali. I menu contestuali contengono vari oggetti che si possono trovare sul menu modifica e visualizza, ma ci sono alcuni elementi aggiuntivi che sono disponibili solo tramite menu contestuali.

Display principale della forma d’onda

L’area evidenziata indica l’area del display della forma d’onda

Con il pulsante destro del mouse (Windows) o [Ctrl] clic (Mac OS) nella zona principale del Visualizzazione della forma d’onda si apre un menu contestuale con le seguenti voci:

Oggetto MenuDescrizione
Copy LoopVedi “Il menu Edit”
Set Left Locator to This SliceIl Left Locator sarà posizionato all’inizio dello slice su cui hai eseguito il click
Set Right Locator to This SliceIl right Locator sarà posizionato alla fine dello slice su cui hai eseguito il click
Set Loop Around This SliceI locatori Sinistro e Destro saranno posizionati all’inizio ed alla fine dello slice su cui hai eseguito il click, rispettivamente
Jump to CursorVedi il menu View
Magnify to Fit/Magnify to Fit

 

Loop

Vedi il Menu View
Magnify to Fit Slice 

Striscia del Marker Slice

L’area evidenziata indica la area dei marker

Eseguendo il click con il tasto destro (Windows) o [Ctrl] clic (Mac OS) nella striscia del marker (ma non direttamente su una maniglia del markatore di slice), fa apparire un menu contestuale con i seguenti oggetti:

Oggetto MenuDescrizione
Select AllQuesto selezionerà tutti gli slices
Invert SelectionVedi il paragrafo
Magnify to Fit/Magnify to Fit

 

Loop

Vedi il Menu View

Maniglie Slices

Eseguendo il click destro (Windows) o [Ctrl]-clicking (Mac OS) direttamente sulla maniglia dello slice, porta in primo piano il menu contestuale con i seguenti oggetti:

Oggetto MenuDescrizione
LockedPassa lo stato di Locked da on ad off per le maniglie degli slices su cui esegui il click
MutedPassa lo stato di Mute da on ad off per le maniglie degli slices su cui esegui il click
DeleteQuesto cancella ogni maniglia selezionata di slices
Select AllQuesto selezionerà tutti gli slices
Invert SelectionVedi paragrafo
Set Left Locator to This SliceQuesto imposta il locatore sinistro alla maniglia dello slice su cui si esegue il click.
Set Right Locator to This SliceQuesto imposta il locatore destro alla maniglia dello slice su cui si esegue il click.
Magnify to Fit/Magnify to Fit LoopVedi il menu View

Area Locatori sinistro/Destro

L’area evidenziata indica l’area dei Locatori

Con il pulsante destro del mouse (Windows) o [Ctrl] clic (Mac OS) nell’area Locator, i comandi “Magnify to Fit/Magnify to Fit Loop” sono disponibili.

Riprodurre l’audio

Qualità audio

ReCycle riproduce l’audio direttamente dal computer, utilizzando le funzionalità audio del computer specifico (vedi i capitoli di installazione per maggiori dettagli).

Riprodurre l’intero loop

Per riprodurre l’intero loop, premi [Enter] sul tastierino numerico o esegui il click sul pulsante play.

Per fermare l riproduzione, premi [0] sul tastierino numerico o esegui il click sul pulsante Stop.

In aggiunta puoi passare tra Play e Stop premendo il tasto [Space].

Ascoltare gli slices

Ci sono tre metodi per sentire gli slices:

  • Usa il mouse: Quando si sposta il mouse sopra la forma d’onda, il puntatore si trasforma in una icona altoparlante. Quando si esegue clic con lo strumento altoparlante su uno slice (la sezione di forma d’onda tra due marcatori Slice), si riproduce. Premi [Spazio] per arrestare (anche se non lo fai, la riproduzione si arresta automaticamente alla fine dello slice). Se si esegue il clic e si trascina a sinistra o a destra è possibile ascoltare le fette consecutive. (Trascinando verso sinistra non si riproducono gli slices “al contrario” – si inverte solo l’ordine in cui gli slices vengono riprodotti).
  • Il “punto caldo” (la parte del puntatore che si mira ) è indicata da una croce .
  • Utilizzando i tasti di Slice Audition. I tre pulsanti di ascolto dello Slice si trovano a destra accanto ai pulsanti di Play e Stop. Essi hanno le seguenti funzionalità rispettivamente:
 Riproduce lo slice precedente (e lo rende corrente). Esegundo il click ripetutamente

 

Su questo pulsante, è possibile scorrere gli slices in ordine inverso e ascoltarli singolarmente.

 Riproduce lo slice corrente
 Riproduce lo Slice e passa al successivo (fa si che la prossima fetta sia corrente). Eseguendo il click ripetutamente su questo pulsante, è possibile scorrere le fette da

 

sinistra a destra ed ascoltarle singolarmente.

Lo slice corrente è indicato nella finestra di Recycle con un marker tratteggiato verticale.

Usare il tastierino numerico

I tasti [7], [8] e [9] sul tastierino numerico hanno la stessa funzionalità come i tre pulsanti di ascolto Slice corrispondenti. Premendo [7] si riproduce lo slice precedente, premendo [8] si riproduce l’attuale Slice e premendo [9] si riproduce lo slice attuale spostandosi al prossimo.

Muovere il marker Slice corrente

Puoi anche usare il tastierino numerico per muovere la posizione dello slice marker corrente senza ascoltarlo:

  • Premi [4] per muovere il corrente slice corrente al marker precedente
  • Premi [6] per muovere il corrente slice corrente al marker successivo
  • Premi [1] o [2] per muovere il corrente slice corrente ai locatori sinistro o destro rispettivamente

Modalità Preview

La funzione di Preview ti permette di ascoltare il loop esattamente come suonerà una volta salvato.

Nella modalità Preview puoi cambiare il pitch o il tempo indipendentemente da ogni altro , cambio di gain del loop, aggiungere un processamento ed altro. Nota che tutte le impostazioni di Preview saranno applicate al file risultante dal salvataggio o esportazione.

Per ascoltare i file non REX2 in modalità Anteprima, è necessario specificare prima la lunghezza del loop (in bar e Beats) per calcolare il tempo, creare una quantità sufficiente di slices, prima di attivare la modalità Anteprima.Come specificare la lunghezza del loop e come impostare gli slices è spiegato nel prossimo capitolo “Impostazione Slices e Loops”.

Tutorial di Preview

Le funzioni di elaborazione Anteprima sono descritte più dettagliatamente nel capitolo “Elaborazione Audio”.

Per provare alcune delle funzionalità di anteprima, utilizzare il file fornito “Tutorial.rx2”. Questo

loop ha già le impostazioni di slice, lunghezza e tempo corretti, in modo che sia possibile utilizzare

subito la Modalità Anteprima. Procedere come segue:

  1. Individuare il file “Tutorial.rx2” dentro la cartella Recycle, e aprirlo. Il campo Originale Tempo visualizza il tempo originale del loop, che è stato calcolato in ReCycle prima che fosse salvato come file REX2. Il campo Tempo visualizza il tempo corrente.
  2. Quando viene caricato il file, esegui il clic sul pulsante Anteprima. Il pulsante diventa scuro, che indica la modalità Anteprima. Precedentemente i potenziometri del parametro sulla barra degli strumenti sono diventano attivi.

Il pulsante di stato della Prewiev

  1. Avviare la riproduzione con il pulsante Play.

Provare a cambiare il tempo del loop usando il potenziometro Tempo.

Tenete premuto [Command] (Mac) / [Ctrl] (Windows) ed esegui il clic sulla manopola Tempo per ripristinare il tempo originale.

Prova a cambiare l’intonazione del loop usando il potenziometro Pitch. È possibile modificare il pitch verso l’alto o verso il basso di due ottave (+/- 24 semitoni). Tieni premuto [Command] (Mac) / [Ctrl] (Windows) ed esegui il clic sul potenziometro Tempo per ripristinare il Pitch originale.

  1. Esegui il clic sul pulsante Envelope, o selezionare “Envelope” dal menu View. Il pannello Envelope appare sotto la barra degli strumenti principale. Envelope consente di regolare tre parametri; Attack, Decay e Stretch (vedere il capitolo “Elaborazione Audio “per una descrizione completa dei parametri Envelope). Questo particolare file è stato salvato con attacco non predefinito e le impostazioni dei parametri Decay, il che significa che l’effetto Inviluppo è già acceso. Questo è indicato dalla buia e illuminata pulsante On / Off (il pulsante più a sinistra del pannello).
  2. Ruotare il potenziometro “Stretch” completamente a sinistra (0%).
  3. Ora abbassa il tempo del ciclo fino a circa 70 bpm e fai partire la riproduzione. Come puoi sentire, a questo tempo gli slices suonano come “tagliati fuori”, con un visibile divario di silenzio tra ogni slice.
  4. Mentre è ancora in riproduzione, gradualmente ruota il potenziometro Stretch in senso orario finché non viene impostato a circa il 45%. Come per magia, la porzione di coda (fine) di ogni fetta è allungata in modo che le lacune scompaiono. La funzione Stretch in realtà genera il suono. Si analizza l’attuale coda di ogni fetta, e poi la allunga. Questa funzione viene utilizzata se si desidera abbassare il tempo di un ciclo.

Ci sono altri due processori di effetti che possono essere applicati in Modalità prewiev, “Transient Shaper” (compressore) e “Equalizer”. Questi sono descritti nel capitolo “Elaborazione Audio”.

Per tutte le impostazioni di prewiev, il principio è “quello che si sente è quello che si ottenere ” esi applica al file salvato o esportato risultante!

Impostare Slices e Loops

Il più delle volte quando si lavora con Recycle, si vuole tagliare il loop in slices. Uno slice è una sezione della forma d’onda racchisa tra due marcatori.

Quando si carica un loop, Recycle lo analizza per determinare dove far apparire i marcatori degli slices (dove sono i singoli suoni nel loop).

Il cursore Sensitivity viene poi utilizzato da voi, per impostare la quantità complessiva di slices. Maggiore è la sensibilità, più slices otterrete. E, più slices hai, più piccoli saranno le dimensioni degli slices in cui ReCycle taglierà il loop, quando lo salva. Per ulteriori informazioni.

Il numero a destra del cursore rappresenta la posizione corrente del cursore, dove 0 rappresenta la sensibilità minima e 99 quella massima.

Come descritto di seguito, il modo più rapido per ottenere una buona selezione di slices è di impostare la sensibilità piuttosto alta, all’incirca tra 70-80, e quindi utilizzare lo strumento Mute per disattivare tutte le sezioni non necessarie (si veda più avanti in questo capitolo per ulteriori dettagli su lo strumento Mute).

Impostazione della sensibilità utilizzando la tastiera

È possibile digitare un numero sul tastierino numerico dlla tastiera, direttamente.

Questo può essere usato per dare rapidamente al cursore un’impostazione approssimativa. Se si preme “1” viene impostata su “11”, se si preme “2” si ottiene impostato su “22”, ecc.

È possibile utilizzare i tasti [+] e [-] per “Nudge” del cursore verso l’alto e verso il basso.

Riguardo Stereo e Mono

Per i file stereo, Recycle analizza entrambi i canali per i punti degli slices. Comunque, i metodi che si possono utilizzare e le altre considerazioni sono le stesse indipendentemente se l’audio è stereo o mono.

Gli slices vengono tagliati su entrambi i canali nella stessa posizione nella forma d’onda, essi non sono canali indipendenti.

Usare il Tool Mute

Si potrebbe incorrere in situazioni in cui ci sono troppi slices sullo schermo. Puoi, naturalmente, ridurre la sensibilità per sbarazzarsi dei marcatori di slice che non servono, ma poi altri marcatori slice potrebbero scomparire, e questo potrebbe non essere desiderabile.

Quello che dovete fare in una situazione come questa è quello di eseguire il “mute” su uno slice individualmente, e questo è proprio quello che lo strumento Mute consente di fare:

Quando si seleziona il Mute e si esegue il click su un marcatore slice esso viene tolto e la sua linea scompare.

Prima e dopo il Muting un marcatore slice.

Per provare l’effetto di Muting, procedere come segue:

  1. Fare clic su due slice adiacenti che hanno un suono per ognuno.
  2. Usa il Mute sul marcatore che divide i due slices.
  3. Esegui di nuovo il click per ascoltare.

Si sente che quello che erano in precedenza due slice ora è uno.

Mettere in mute molti Slices allo stesso tempo

Se hai selezionato molti slices passeranno tutti in mute se eseguirai il mute su uno di essi.

Eseguendo il click su uno degli slices selezionati

… si rendono muti tutti insieme

Unmuting degli slices

Per riattivare uno Slice muted, semplicemente esegui un click su di esso con il tool di Mute.

Quando devo usare il tool di Mute ?

Usa il tool di mute quando hai una situazione come quella seguente:

Lo slice segnato con la freccia probabilmente non è voluto

Nell’esempio precedente, il cursore Sensibilità doveva essere impostato su un valore piuttosto elevato per ottenere il numero di slices che vedete. Ma aumentando la sensibilità ha portato ad uno slice indesiderato, dividendo un suono in due. Il muting è la soluzione al problema.

Doopo l’esecuzione del muting di uno slice non voluto.

Come faccio a trovare gli slices indesiderati?

Il nostro consiglio più importante è questo: ascoltare sempre ogni slice per sentire effettivamente quale deve essere riprodotto. Prova a fare un passo attraverso il ciclo con il pulsant”Play Slice e Sposta in Avanti” , e regola gli slices fino a sentire come desiderate siano.

Un’altra buona pratica è quella di aumentare l’ingrandimento leggermente e scorrere gli slices per cercare suoni che sono stati suddivisi inutilmente. Per ottenere risultati ottimali, combinare le due tecniche.

Usare il tool di Lock

Il tool di Lock è essenzialmente il contrario del tool di mute. Se metti in lock un slice, eseguendo il click sul suo mrker con il tool di Lock,esso rimarrà anche se sposti lo slider della Sensitivity completamente a zero.

Se lo slice è in locked…

… esso rimarrà anche sel lo slider Sensitivuty è spostato al valore di zero.

Mettere in lock molti Slices allo stesso tempo

Se hai molti slices selezionati essi entreranno tutti il lock quando esegui il click su uno di essi.

Eseguendo il click su uno degli slice selezionati…. si mettono in lock tutti.

Unlocking degli Slices

Per togliere il lock di uno Slice, semplicemente esegui di nuovo il click su di esso con il tool Lock.

Quando devo usare il tool Lock?

Se hai un buon set di Slices semplicemente utilizzando il cursore Sensitivity, ma scopri che in uno o due posti si sentono due suoni quando si fa clic su uno slice, è il momento di usare lo strumento di Lock.

  1. Trovare il punto dove si sentono i due suoni quando ascolti.
  2. Prendere nota mentalmente delle impostazione del cursore corrente.
  3. Imposta lo slider sensibility su un valore più alto per ottenere uno slice tra i due suoni.
  4. Ascolta per assicurarti che avete ottenuto quello che volevi.
  5. Metti in lock il nuovo slice.
  6. Riporta il valore dello slider sensibility all’impostazione originale.

Selezionare i Markers di slice

I marcatori di Slice devono essere selezionati per alcune operazioni, come Silence Selected, o quando ci si sposta o si eliminano gli slices:

  • La selezione è fatto con lo strumento Freccia.

Si può avere lo strumento Matita selezionato, ma questo passa automaticamente alla Freccia se si punta nella striscia Marker.

  • È possibile selezionare un marcatore eseguendo il click sul simbolo del triangolo.
  • Se tenete premuto [Shift], è possibile fare clic su più marcatori per selezionarli. Eseguendo il click nuovamente con [Shift] premuto deseleziona un marcatore.

Marcatori selezionati e deselezionati.

  • È possibile effettuare un rettangolo di selezione scegliendo tra le sezioni nella striscia Marker, premendo il pulsante del mouse e trascinando verso sinistra o a destra. Quando si rilascia il pulsante del mouse, tutte gli slices all’interno del triangolo saranno selezionati.

Eseguendo un rettangolo come questo…….. si selezionano questi markers.

  • È possibile utilizzare la voce Seleziona tutto dal menu Modifica per selezionare tutti i marcatori.
  • Se si dispone di una selezione di marcatori, è possibile invertire la selezione utilizzando “Inverti selezione”, dal menu Modifica. Dopo questa operazione, i marcatori che sono stati precedentemente selezionati sono ora deselezionata, e viceversa. Questo è particolarmente utile insieme a Silence dei selezionati.

Prima e dopo l’uso “Inverti selezione”

  • Per deselezionare tutti i marcatori, fate clic tra due marcatori sul righello.

Gestione Manuale Slices

E ‘possibile aggiungere nuovi , spostare, ed eliminare manualmente i marcatori di slice.

  • Prima di aggiungere o spostare fette manualmente, assolutamente certi della fette trovati dall’algoritmo di analisi non sono sufficienti. Il programma è molto bravo a trovare punti fetta, ed i punti trovati dal programma spesso lavorare meglio – ad esempio, per cambiamenti di tempo – che l’quelli che si possono trovare manualmente.

Aggiunta di un nuovo slice

  1. Individuare la zona in cui avete bisogno di una fetta, e zoom molto vicino a esso.
  2. Selezionare lo strumento Matita.
  3. Spostare il puntatore sulla visualizzazione della forma d’onda. Una linea verticale si muove attraverso la forma d’onda. Questa linea indica dove lo slice appare quando si fa clic. La linea si aggancia allo zero crossing nella forma d’onda (posizioni in cui l’ampiezza è vicino a zero), in questo modo gli slices aggiunti manualmente non introdurranno alcun click o pop. Se l’ampiezza è zero per un periodo di tempo, la linea si sposta sempre su questa zona.

La linea verticale aggancia lo zero crossing.

  1. Quando hai trovato la posizione corretta, fare clic con lo strumento Matita. Viene visualizzato lo slice.

Le seguenti regole si applicano gli slices aggiunti manualmente:

  • gli slices aggiunti manualmente sono bloccati. Essi non scompariranno quando si abbassa sensibilità.
  • se si sblocca uno slice aggiunto manualmente e si trascina il cursore sensibilità verso il basso inferiore alla metà (sotto i 50), scomparirà, proprio come gli altri slices.

Aggiungere uno lsice in qualsiasi posizione

Se tenete premuto [Option] (Mac OS) / [Alt] (Windows), lo snap di zero crossing è disattivato ed è possibile aggiungere uno slcie in qualsiasi posizione. Noi non consigliamo di fare questo se non avete una buona ragione, dal momento che si possono introdurre clic e scoppiettii nel suono durante la riproduzione.

Spostamento di un marcatore di slice

È possibile spostare un marcatore slice manualmente, anche se è bloccato (marcatori slice in mute non possono essere spostati).

  1. Assicurarsi che lo strumento freccia o matita sia selezionato.
  2. Selezionare il marcatore slice esistente che si desidera spostare.

Mettere nella vicinanza in cui si desidera spostarlo trascinando il marcatore dello slice. Durante il trascinamento, la linea verticale del marcatore slice si sovrappone in tutta la forma d’onda. Questa linea indica dove lo slice sarà posto quando si rilascia il pulsante del mouse.

  1. Dopo aver posizionato il marcatore slice nella zona in cui si vorrebbe spostare lo slice, ingrandire molto da vicino e muovere il marcatore slice dove si desidera. La linea si aggancia allo zero crossing nella forma d’onda (posizioni in cui l’ampiezza è vicino a zero) esattamente quando si aggiungono gli slices, in questo modo di movimento manuale gli slices non introdurranno nessun click o pop. Se l’ampiezza è zero per un periodo di tempo, la linea si sposta su questa zona.
  2. Quando hai trovato la posizione corretta, rilasciare il pulsante del mouse.

Solo un marcatore slice alla volta può essere spostato.

Spostamento di un marcatore slice in qualsiasi posizione

  • Se tenete premuto [Option] (Mac OS) / [Alt] (Windows), lo snap di zero crossing è disattivato e si può passare uno slice in qualsiasi posizione.
  • Noi non consigliamo di fare questo se non avete buona ragione, dal momento che può introdurre clic e scoppiettii nel suono durante la riproduzione.

Come faccio ad aggiungere / spostare manualmente gli slices?

Come descritto in precedenza, ti consigliamo di aggiungere o spostare slices manualmente solo quando il programma non riesce a trovare uno una posizione che voi ritenete ottimale. In altre parole, bisogna aggiungere / spostare slice manualmente quando si esegue clic su uno slice e si sentono due suoni, uno dopo l’altro, anche se il cursore Sensibilità è impostato su 99.

Dove devo posizionare lo Slice?

Esegui lo Zoom quanto basta per il display per mostrare chiaramente come il cursore è sullo zero crossing. Prova a trovare la prima posizione prima dell’inizio della suono. Questo vale sia quando si aggiungono sia quando si muovono gli slices.

Eliminazione degli slices

E ‘possibile eliminare definitivamente i marcatori di slice. Si noti che se non si è al 100% sicuro che non avrete bisogno di una fetta, soprattutto in caso di fette rilevati dall’algoritmo di taglio, è generalmente migliore pratica per disattivare utilizzando il Mute Tool.

Per eliminare uno o più marcatori fetta, selezionarlo / li e premere [Backspace] o [Canc], oppure selezionare Elimina dal menu Modifica.

Gli slices eliminati che sono stati originariamente “scoperti” dall’algoritmo di slicing può essere fatto apparire nuovamente utilizzando Re-Analyze.

Di quanti slices ho bisogno?

Beh, dipende …

  • Se si prevede di modificare il loop molto nel vostro sequencer MIDI, si dovrebbe cercare di ottenere uno slice per ogni suono nel loop, o in alcune situazioni, uno slcie per ogni croma o semicroma (per semplificare la modifica nel sequencer).
  • Se si desidera creare un groove, si dovrebbe cercare di ottenere circa uno slice per croma, semicroma o qualunque cosa richieda il loop.
  • Se il motivo principale di creare gli slices nel loop è quello di cambiare il tempo e / o di pitch, in genere si ha bisogno di tanti slices che si possono ottenere, ma mai più di uno per ogni suono individualmente nel loop. Questo è quello che permette di mantenere l’ “integrità” di ogni suono quando vengono riprodotti dal sequencer.

Si ricorda che le vostre orecchie sono sempre il miglior giudice. Un attento Ascolto è fondamentale per trovare una buona selezione di slices.

Locatori Sinistro e Destro – Impostazione del Loop

Con trascinamento

I locatori sinistro e destro possono essere trascinati per impostare il loop durante la riproduzione.

  • Se non avete tutti gli slices (se il cursore Sensibilità è tutto il senso di sinistra), i Locator può essere posizionato liberamente.
  • Se ci sono sezioni visibili, i Locator lo snap alle linee.
  • Se si desidera posizionare il Locator liberamente, anche se si dispone fette, tenere premuto [Option] (Mac OS) / [Alt] (Windows) mentre si trascina un Locator.

Eseguendo il click

  • Per impostare il locatore sinistro, tenere premuto [Shift] e fare clic sul righello.
  • Per impostare il locatore destro, invece tenere premuto [Command] (Mac OS) / [Di controllo] (Win) e fare clic su.

Normalmente, le posizioni a scatto al punto fetta più vicino, ma se si anche tenere premuto [Option] (Mac OS) / [Alt] (Windows) quando si fa clic, si può impostare il Locator in qualsiasi punto.

Utilizzare gli slices quando si impostano i Loop Points!

Quando si cerca di trovare un buon punto di loop, utilizzare lo snap a slice, se possibile. Se non si riesce ad ottenere un buon punto di loop in questo modo, prova ad aumentare la Sensibilità del cursore per ottenere più slices e riprovare.

Quando – e solo se – non si può trovare un buon punto di loop in questo modo, esegui lo zoom e regola le posizioni Loop tenendo premuti [Option] (Mac OS) / [Alt] (Win).

A cosa sono utilizzati i Locatori?

I locatori sono naturalmente utilizzati per definire il loop che si ottiene durante la riproduzione. Ma

hanno anche altri scopi:

  • Recycle utilizza le posizioni dei Locatori nel calcolo del tempo originale del Loop.
  • Durante il salvataggio su file, ecc, solo la parte tra i locatori viene effettivamente Salvata.
  • Quando si creano file MIDI, solo la sezione tra i Locatori è preso in considerazione, in quanto è con l’audio salvato in precedenza.

Tempo, Segnatura del Tempo, Bars e Beats

Molte delle operazioni in ReCycle richiedono di specificare per quanto tempo dura il loop tra i Locatori, rispetto al tempo. Queste informazioni vengono poi utilizzate per calcolare il tempo del ciclo.

Time Signature

Il menu pop-up Sign consente di scegliere tra alcuni dei più comuni Segnature di tempo. Se nessuno di essi e giusto per voi, è ancora possibile “scegliere” la segnatura tempo corretta utilizzando le impostazioni di misure e movimenti.

Bar e Beats

Il campo a pop-up di battute e battiti vengono utilizzati per specificare la lunghezza del loop. Diamo una spiegazione con questo esempio:

Lunghezza attuale del loopImposta “Bars” a:Imposta “Beats” a:
Una battuta10
Due battute20
Metà di una battuta a 4/402
Una battuta e mezzo in 6/813

Come indicato in precedenza, è possibile utilizzare misure e movimenti per “creare” qualche Segnatura Tempo insolito:

Lunghezza Loop AttualeSegnatura TempoBarsBeats
Due Battute in 7/44/432
Una Battuta in 9/86/813

Tempo Originale

Quando i locatori Sinistro e Destro sono impostati, insieme alla corretta segnatura di tempo e Lunghezza del loop (Bar e Beats), questa zona mostra il tempo originale calcolato del loop.

Processamento dell’audio

Riguardo gli Effetti

ReCycle dispone di tre processori di effetti, inviluppo, equalizzatore, e Transient Shaper, che può essere usato per manipolare ulteriormente il loop audio.

  • Tutti gli effetti vengono applicati a livello globale, vale a dire che interesserà tutte le sezioni in un ciclo.
  • Per essere in grado di applicare gli effetti, la modalità di anteprima deve essere attivata. Per attivare la modalità di anteprima di un file è necessario innanzitutto impostare i locatori sinistro e destro, specificare la lunghezza e la segnatura del tempo del loop e creare un sufficiente numero di slices. Si potrebbe anche caricare i files REX2 (Formato di file nativo di Recycle) per ulteriori elaborazioni, naturalmente, in cui le principali impostazioni sono già state fatte ed è possibile applicare effetti in Modalità Anteprima subito.
  • Il principio “ciò che si sente è quello che ottiene” si applica quando si applicano effetti, come con tutte le altre funzioni in modalità Anteprima.

Aprire i pannelli Effect

I tre pulsanti Effect (da sinistra a destra); Inviluppo, Transient Shaper ed Equalizzatore.

I tre effetti hanno ciascuno il proprio pannello, contenente i parametri. Eseguendo click su uno dei pulsanti di effetto situati a fianco di controlli di trasporto sulla barra degli strumenti, viene visualizzato il pannello corrispondente sotto la barra degli strumenti. Puoi aprire anche i pannelli effetto dal menu Visualizza.

  • L’ordine della parte superiore a quella inferiore dei pannelli Effect riflette anche l’interno percorso del segnale degli effetti.

Se tutti sono attivati​​, l’inviluppo è sempre il primo effetto nel percorso del segnale, il Transient Shaper è il secondo, e l’equalizzatore è l’ultimo.

L’attivazione degli Effetti

Gli effetti possono essere attivi a prescindere dal fatto che il pannello sia visibile o meno. Ci sono due modi per attivare effetti:

  • Eseguendo il click sul pulsante On / Off dell’effetto su un pannello aperto. Quando un effetto è attivo (attivato), il pulsante On / Off è acceso, e una luce blu è mostrata nel pulsante effetto per l’effetto corrispondente.

Effetto Tasto On / Off e il pulsante dell’effetto corrispondente acceso (in questo caso il pulsante inviluppo).

  • Tenendo premuto [Option] (Mac) / [Alt] (Windows) ed eseguendo il clic su un pulsante effetto è possibile attivare o disattivare l’effetto on e off.

Riguardo i Preset

Per ogni effetto ci sono una serie di impostazioni predefinite disponibili.

  • Per selezionare un preset, eseguire il click sul tasto Preset accanto a quello di On / Off. Viene visualizzato un menu pop-up con un elenco dei preset disponibili.

Il pulsante Effect Presets.

Non è possibile memorizzare preset.

Riguardo i controlli dei parametri

Per tutti i controlli dei parametri di effetto, si applica quanto segue:

  • [Maiusc] eseguendo il clic su un parametro si aumenta la risoluzione della gamma di regolazione. Utilizzare questo per una gamma di sintonia più fine.
  • [Ctrl] -click (Win) / [Command] -click (Mac)per eseguire il reset di un parametro al valore di default.

Parametri Effetto

Inviluppo

Per aprire il processore d’inviluppo, esegui il click sul pulsante Envelope, oppure seleziona Envelope dal menu Visualizza.

I parametri Envelope Attack e Decay governano come il volume di uno slice dovrebbe cambiare nel corso del tempo, dal momento in cui viene attivato (la nota che fa partire lo slice) fino a quando la nota dello slice finisce. Questo può essere usato per fare un ciclo più distinto (avendo un attacco scattante ed un tempo di decadimento breve) o più distanziati (alzando il tempo di attacco). Attacchi brevi possono anche essere utilizzati per mascherare i clic che possono verificarsi con una certo tipo di Loop, quando viene riprodotto con un ritmo diverso da quello originale.

Il pannello Envelope dispone anche di un terzo parametro; “Stretch”, che è descritto separatamente di seguito.

  • Il parametro attacco determina la lunghezza dell’ attacco (in millisecondi) per ogni slice. Maggiore è l’impostazione, più lento è l’attacco. L’intervallo del parametro è 0-0,5 s.
  • Il parametro Decay controlla la lunghezza della porzione di estremità (coda) di ogni slice. Quanto più il potenziometro viene ruotato in senso antiorario, più breve è il decadimento. L’intervallo è 27ms – Infinite (= decadimento completo).

Stretch

Questa funzione viene utilizzata quando si sa che si potrebbe desiderare di abbassare il tempo del loop sequencer MIDI.

Come funziona lo Stretch

Quando si esegue lo slicing di un loop e lo si riproduce dal vostro sequencer, ogni campione sarà in successione. Al tempo originale, uno slice finirà esattamente dove un altro inizia.

Come si capisce, quando poi si abbassa il tempo, ci saranno piccoli spazi tra gli slicee, che interrompono il flusso dell’audio.

Lo Stretch è utilizzato per aggiungere una coda extra di audio per ogni slice, per allungarla. Questo è derivato dal decadimento naturale del suono. Questa coda extra di suono poi riempie il divario tra gli slice quando si abbassa il ritmo.

Si prega di notare che l’attacco del suono non è influenzato in alcun modo.

La quantità di Stretch

La manopola Stretch viene utilizzata per impostare la quantità di stretch come un valore percentuale.

I valori percentuali indicano quanto tempo l’intero campione sarà dopo stretching. Se si seleziona il valore più grande (100%), per esempio, lo slice diventerà due volte la sua lunghezza originale quando viene esportato.

  • Per decidere quanto tratto è necessario, abbassare il tempo di anteprima della stessa quantità che si intende utilizzare, e regolare il parametro Stretch se necessario.

Se c’è un gap visibile di silenzio tra gli slices si dovrebbe alzare le impostazione di Stretch.

Si noti che non è Time Stretch! La funzione Stretch non lo fa allungare l’intera fetta, ma aggiunge solo una porzione del suono alla fine.

Stretch ed il vecchio formato REX

È necessario essere consapevoli del fatto che i file (a differenza REX2) REX possono contenere alcune impostazioni che sono irreversibili. Ad esempio, se lo stretch è stato applicato quando il file è stato salvato, l’allungamento è parte del file effettivo REX e non può essere rimosso. E ‘possibile, tuttavia, applicare più stretch, che può o non può essere quello che vuoi.

  • Per i file REX è quindi consigliabile provare a ridurre il tempo della Modalità Anteprima prima, per vedere se effettivamente necessario applicare lo Stretch. I file REX2 tuttavia, contengono solo l’audio reale e gli slices, il resto (effetti, impostazione stretch ) quando viene caricato il file può essere modificato in qualsiasi momento.

Transient Shaper

Parametri del Transient Shaper

….e misuratore di gain

Il Transient Shaper è un tipo di controllo di inviluppo attacco / rilascio , che produce un risultato che potrebbe essere paragonato ad una compressione. I compressori livellano l’audio, rendendo una voce alta più morbida e viceversa. Il risultato è che i livelli diventano più uniforme e singoli suoni possono ottenere più potere e “punch”.

  • I compressori “normali” sono attivati ​​da picchi e variazioni di volume delaudio attuale. Il Transient Shaper viene invece attivato dai singoli slices del loop.

Indipendentemente dal metodo, se avete mai usato un compressore, troverete che il Transient Shaper influenzerà il suono in un modo simile. È tuttavia importante di essere a conoscenza di questa differenza, il Transient Shaper non funziona come previsto a meno che il file contenga slices!

Per compensare la perdita di volume che può essere causato da questo effetto, il Transient Shaper ha la compensazione automatica del guadagno, che innalza il livello generale di una quantità opportuna. I parametri sono i seguenti:

ParametroDescrizione
ThresholdQuesto è il livello di soglia oltre la quale l’effetto si attiva. Dopo l’attacco iniziale slice, i segnali con livelli superiori alla soglia saranno colpiti, i segnali al di sotto non lo faranno. In pratica, significa che minore è l’impostazione di Soglia, più il segnale sarà colpito dal Transient Shaper. L’intervallo è da -6 a -40 dB.
AmountQuesto consente di specificare la quantità di riduzione del guadagno applicata al

 

i segnali sopra la soglia impostata. L’intervallo è da 0 a 99.

AttackQuesta regola quanto velocemente l’inviluppo si applicherà il suo effetto

 

quando i segnali salgono al di sopra della soglia impostata. Se rilanci questo

valore, la risposta sarà più lenta, permettendo più del segnale

di passare attraverso inalterato. Tipicamente, questo è usato per preservare

gli attacchi dei suoni. L’intervallo è 0-91 ms.

ReleaseQuando il livello del segnale scende sotto la soglia impostata, questo determina

 

quanto tempo ci impiega prima che il Transient Shaper permetta al suono di passare inalterato. Impostare su valori brevi per un intenso, “Pompaggio” effetto compressore, o a valori più lunghi per un agevole cambiamento delle dinamiche. La gamma è di 13 ms a 1,4 s.

Gain meterQuesto mostra la quantità di riduzione del guadagno o l’aumento (in dB),

 

causato dalla compensazione di compressione e guadagno combinato.

Equalizzatore

I parametri dell’equalizzatore

Parametri di Lo Cut e Hi Cut

L’equalizzatore permette di tagliare o aumentare le frequenze selezionate per modellare la complessiva qualità del suono. Per aprire il pannello Equalizzatore, fare clic sul pulsante Equalizer o selezionarlo dal menu Visualizza. I parametri sono i seguenti:

ParametroDescrizione
Lo CutUn filtro passa-alto che consente di impostare il limite inferiore della gamma di frequenze. È possibile Progressivamente tagliare le frequenze da 15 Hz a 12 kHz.
Low FrequencyLa frequenza centrale della frequenza bassa. Intorno a questa frequenza, il suono sarà potenziato o tagliato secondo l’impostazione del Low Gain. L’ intervallo disponibile di frequenza è di 20 Hz a 3 kHz.
Low GainDisciplina la quantità di enfasi o taglio intorno al frequenza impostata. La gamma è ± 18dB.
Low QDetermina la larghezza della banda di frequenza intorno alla frequenza centrale. Se la banda di frequenza è ristretta, l’effetto sarà più drastico nella spinta o taglio. L’intervallo è da 0,5 a 10.
High FrequencyLa frequenza centrale per la perequazione high-end. Intorno a questa frequenza, il suono sarà potenziato o tagliato secondo l’impostazione High Gain. Il campo di frequenza disponibile è di 1,5 kHz a 16 kHz.
High GainDisciplina la quantità di enfasi o taglio intorno al frequenza impostata. La gamma è ± 18dB.
High QDetermina la larghezza della banda di frequenza intorno alla frequenza centrale. Maggiore è il valore Q , e più stretto sarà la banda di frequenza, e questo causerà un effetto più drastico di spinta o taglio. L’intervallo è da 0,5 a 10.
High CutUn filtro passa-basso che consente di impostare il limite superiore della gamma di frequenze. È possibile variare progressivamente le frequenze di taglio da 20 kHz a 100 Hz.

Il Menu Process

Oltre ai tre processori effetti, ci sono molti altre funzioni non in tempo reale di elaborazione audio disponibili nel menu Process. Non è necessario utilizzare la modalità di anteprima per applicare l’elaborazione offline. Le voci di menu Process sono le seguenti:

  • Normalize
  • Convert to Mono
  • Conver Sample Format
  • Loop Crop
  • Rimuovere DC
  • Re-Analyze

Normalize

Normalize cambierà il guadagno per assicurare il livello massimo.

  • Quando si seleziona Normalize dal menu Process, viene visualizzata una finestra di dialogo che chiede se si desidera normalizzare il file intero o ogni slice. Normalmente, si seleziona “Whole File”. Se si seleziona “Ogni Slice”, ed file selezionato è un loop ritmico, la normalizzazione toglierà le dinamiche intrinseche al loop, poiché il guadagno di ogni slice sarà cambiato a più o meno pari livello.
  • Normalizzare ogni slice può essere utile quando si utilizza ReCycle per elaborare singoli suoni che non fanno parte di un loop.

Normalize non può fare miracoli. Se la registrazione contiene rumori indesiderati, la normalizzazione aumenta il livello di rumore insieme all’altro materiale audio.

Convert to Mono

Questa voce di menu Process permette di convertire i file stereo a mono. E ‘selezionabile solo per file stereo.

  • Quando si seleziona questa voce, appare una finestra di dialogo che chiede quale canale (i) si desidera utilizzare come base per il file convertito. Le opzioni sono Sinistra, Destra o un mix di entrambi canali.

Conver Sample Format

Questa voce consente di convertire la frequenza di campionamento e la profondità in bit di un file. L’ abbassamento della frequenza di campionamento rende i file più piccoli, ma abbasserà anche la fedeltà della registrazione (meno materiale in alte frequenze sarà presente). D’altra parte, l’aumento della frequenza di campionamento non fa salire la fedeltà del campione in alcun modo. Non è pertanto raccomandato convertire da un basso rate ad uno superiore, a meno che sia richiesto dall’applicazione.

Lo stesso vale per la profondità di bit; la conversione da 24-16 bit ridurrà la dimensione del file (a scapito della fedeltà leggermente inferiore) e la conversione di bit di un campione rate da 16 a 24 bit non aumenterà la fedeltà del campione originale.

Selezionando questa voce di menu viene visualizzata una finestra di dialogo. Si seleziona il formato che si desidera per la conversione utilizzando i rispettivi menu a comparsa.

Crop loop

  • Crop Loop consente di tagliare file, eliminando tutti i dati audio esterni ai locatori sinistro e destro.

Se è stato impostato un loop perfetto con i locatori, e il file contiene audio fuori di questo intervallo è possibile utilizzare Crop loop per rimuovere questo dati superflui.

Remove DC

Questa funzione consente di eliminare ogni DC offset nella audio. Il DC offset è quando c’è troppa componente DC (corrente continua) nel segnale, talvolta visibile come segnale non essendo visivamente centrata intorno all’asse “livello zero”.

Il DC offset può introdurre clic se gli slices sono poi spostati in un sequencer, e colpisce anche il rilevamento di zero crossing ed alcune funzioni di elaborazione come il Re-Analiyze e normalize.

Re-Analyze

Re-Analyze ripete l’algoritmo di rilevamento slices dei dati della forma d’onda. Potresti aver cancellato slices che sono stati rilevati quando il file è stato diviso in slices. Questo comando “ri-scoprire” questi slices.

  • Re-Analyze aggiungerà tutte gli slices alle posizioni nel fileche non sono già occupate da altri slices. Si noti che gli slices aggiunti potrebbero non essere visibili, in quanto questo dipende dall’impostazioni della sensibilità!

Processi Aggiuntivi per gli Oggetti

Processing Gain

Questa funzione consente di modificare il guadagno (volume) del loop. La variazione applicata del guadagno sarà presente quando il loop viene salvato o esportato. L’uso principale di questa funzione è quella di compensare eventuali clipping o modifiche di livello introdotte da altri elementi di trasformazione, come ad esempio l’equalizzazione.

  • È possibile aumentare il guadagno fino a 18 dB, o abbassarlo fino al silenzio (-80 DB).

Si dovrebbe evitare di aumentare il segnale nella misura in cui gli indicatori di clip del Level Meter si accendono spesso. Se accendono una volta, si dovrebbe ascoltare attentamente per vedere se suona Il giudice finale sono le vostre orecchie!

Gate Sensitivity

Porta sensibilità potrebbe essere descritta come un tipo di noise gate.

Si è innescata (aperto) da ogni attivazione di slice, e si chiude per qualsiasi materiale (in ogni slice) che scende al di sotto di una soglia impostata. Imposta la sensibilità di Gate in modo che la parte terminale dello slice (s) scenda al di sotto della soglia, a questo punto la parte gated della forma d’onda sarà grigia. Il materiale “out gated” non viene esportato.

Questa funzione ha tre usi principali:

  • Può essere usato per rimuovere parte di un file che contiene il silenzio, per esempio insieme al Silence. Rimuovendo “dati silenziosi”, il formato dei dati esportati viene ridotto.
  • Può essere usato se si dispone di un file con più suoni individuali contenenti “Aria” tra i suoni, e si desidera salvare ogni uno come file separato. In questo modo anche la dimensione dei dati esportati diminuirà.
  • Può essere utilizzato per gli effetti speciali, ad esempio tagli bruschi di coda di riverbero.

Preview Pitch

È possibile modificare il pitch di un loop verso l’alto o verso il basso di due ottave (+/- 24 semitoni).

Tenete premuto [Command] (Mac) / [Ctrl] (Windows) ed eseguendo clic sul potenziometro Pitch si ripristina il pitch originale. Tenete premuto [Shift] per regolare valori più precisi.

Prewiev Tempo

È possibile cambiare il tempo del loop. Valori di tempo tra 20-450 BPM possono essere impostati con il potenziometro Tempo oppure digitando direttamente nella casella Tempo e premendo [Invio]. Tenete premuto [Command] (Mac) / [Ctrl] (Windows) eseguendo il click sul potenziometro tempo per ripristinare il tempo originale. Tenete premuto [Shift] per regolare fini.

Salvataggio ed esportazione

Se avete aperto un file audio e lavorato sugli slcies e le altre impostazioni, è possibile salvarlo come un rdocumento di Recycle (REX2).

  • Il salvataggio viene fatto usando i normali comandi “Salva” e “Salva con nome”.
  • I file di ReCycle possono essere aperti come file audio normali a differenza che nessuna analisi deve essere eseguita, poiché l’analisi dati è già inclusa nel file.
  • I file di ReCycle hanno l’estensione “.rx2”.
  • Il documento di Recycle includerà tutte le impostazioni effettuate nella modalità Anteprima nonché i dati audio effettivi.

Questi includono:

  • Tutti i punti slice e il loro stato (bloccato, mute, ecc).
  • Tutte le funzioni di elaborazione in tempo reale, come il tempo, le impostazioni di pitch, Stretch ecc.
  • Qualsiasi trattamento offline applicato come Normalize ecc

Opzioni di esportazione

Nel menu Azione, troverete due impostazioni di esportazione (o “opzioni”);”Export as One Sample” e “Silence Selected”. Queste opzioni possono anche essere attivate o no usando i due pulsanti di opzione Esporta sulla barra degli strumenti:

Export as One Sample

Silence Selected

  • Export as One Sample, non ha alcun effetto sulla riproduzione in ReCycle. Silence Selected, tuttavia, possono essere ascoltati in modalità Anteprima.
  • Ogni documento ha le proprie impostazioni. Se si lavora con molte finestre, assicurati di controllare che le impostazioni siano corrette prima di esportare. Le impostazioni vengono salvate anche su disco con il file quando si salva.

Export as One Sample

Disattivato – Quando è spento, l’audio viene diviso in singoli campioni quando esportate e i file MIDI creati conterranno una nota per ciascuna di queste sezioni.

Questa è la modalità preferita se si desidera utilizzare il sequencer MIDI per modificare il loop, cambiare il suo tempo o utilizzare il file MIDI come un groove.

Attivato – Quando è attivata, il programma salva / esportare la parte che si estende dal locatore sinistro a destra come un campione. Inoltre, in questo modalità, il file MIDI è un solo evento, impostato ad una lunghezza utilizzando le impostazioni di Bar e Beats.

Quando dovrebbe esportare come un campione da attivare?

Una domanda ovvia di esportare come un campione (al contrario di separare in slices) è quando si vuole semplicemente cambiare le proprietà (come la pitch e / o tempo) di un file audio, senza altrimenti modificarlo. Diciamo che avete un file audio (Wave, Aiff, ecc) che si desidera utilizzare in un brano. Il problema è che il tempo e / o il pitch del file è sbagliato per il branoe, e si desidera risolvere questo problema. La soluzione è quella di aprire il file in ReCycle, poi eseguire lo slicing e impostare la lunghezza del loop utilizzando le normali tecniche. Entrare nella modalità di anteprima, impostare il nuovo tempo e / o pitch, ed infine esportare il file nel suo formato originale, ma con un nuovo tempo e / o intonazione ecc

Export as One Sample può essere utilizzato anche in combinazione con Silence Selected per separare suoni da un loop.

Silence Selected

Quando questa funzione è attivata, gli slices di cui si sono selezionati gli indicatori saranno messi a tacere quando avviene il salvataggio o l’esportazione. La modalità di anteprima deve essere attivata perchè Silence Selected sia disponibile.

Quando Silence Selected è attivo, gli slices che hanno selezionato i marcatori …

… sarà sostituiti dal silenzio.

Questa caratteristica è probabilmente più utilizzato quando si Export as One Sample è attivata, per mettere in silenzio i singoli suoni in un campione più lungo.

Può anche essere utilizzato per saltare semplicemente suoni indesiderati, quando si esegue lo slicing.

Ma, Silence Selected opera anche se Export as One Sample è spento. In questo caso, saranno semplicemente ignorati gli slices durante la creazione di file MIDI. E’ possibile utilizzare il parametro Gate Sensibility in combinazione con questa funzione per rimuovere le porzioni silenziate del loop.

Esportazione del file

La finestra di dialogo Esporta suono si apre selezionando “Export …” dal menu File, o eseguendo il clic sul pulsante Export Sound.

L’Export Sound è simile alla normale finestra di dialogo Salva, ma contiene qualche oggetto extra. La finestra di dialogo Export viene utilizzata se si desidera salvare i file in altri formati perchè il programma salva i file audio sul disco rigido del computer. Può anche essere usato per modificare le proprietà intrinseche di un file audio. Potresti per esempio caricare un file Wave, cambiare il tempo del file ed esportarlo come nuovo File Wave.

Impostazioni di Esportazione

Prima di esportare un file in uno dei formati supportati, la finestra di dialogo Impostazioni di esportazione è mostrata. Le seguenti voci devono essere impostate:

  • Il pop-up Sample Rate consente di modificare la frequenza di campionamento quando si esporta. La frequenza di campionamento pre-selezionato mostrato nella finestra di dialogo è la frequenza di campionamento originale del file audio.
  • Il pop-up bit depth consente di modificare la profondità di bit durante l’esportazione. La profondità prescelta bit mostrata nella finestra è la profondità bit originale del file audio.
  • Il segno di spunta “Export MIDI File with Same Name”. Quando è selezionata, un file MIDI con il nome specificato, più l’estensione “.MID” verrà generato insieme al file esportato.

Esportazione di file MIDI

Ci sono due modi per creare i file MIDI con Recycle:

  • Selezionando Esporta dal menu File e quindi selezionando “Standard File MIDI “come formato di file nella finestra di dialogo. Questo viene utilizzato se si desidera creare un modello groove.
  • Selezionando Esporta dal menu File e quindi selezionando la “Export File MIDI con l’opzione Same Name “nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione.

ReCycle crea sempre file MIDI di tipo 1 Tuttavia, essi contengono una sola Traccia più una traccia tempo.

“Export As One Sample” e file MIDI

  • Se è disattivata, il file MIDI conterrà un numero di eventi brevi, ogni che innesca uno slice, per ricreare il loop. Questa è la modalità di utilizzo se si desidera creare una “mappa groove”.
  • Se è acceso, ci sarà solo un lungo evento che innesca l’intero campione.

“Silence Selected” e file MIDI

Questa impostazione influenza il MIDI File Export as One Sample è spento.

 16 visite complessive,  9 visite di oggi

error: Mi spiace puoi solo leggere.