Posted in: Massive X, Native Instruments

Massive X – Avvio Veloce – Manuale in italiano

Condividi

Imparerai come creare un suono utilizzando MASSIVE X e acquisirai familiarità con alcune delle principali funzioni e flussi di lavoro dello strumento. Ulteriori suggerimenti alla fine di ogni sezione possono servire come punto di partenza per le tue esplorazioni.

Se hai esperienza con i sintetizzatori, sentiti libero di saltare direttamente in qualsiasi sezione usando la navigazione sopra. Per i principianti, consigliamo di dedicare un po ‘di tempo a leggere l’intera guida.

Innanzitutto, dai un’occhiata all’interfaccia utente per ottenere una panoramica:

INTESTAZIONE

Trova, salva e carica i preset, regola il volume di output e imposta le dimensioni della visualizzazione nel menu a discesa MASSIVE X. Inoltre, puoi utilizzare l’intestazione per assegnare pitch bend, rotella di modulazione, aftertouch e macro per controllare il tuo suono.

MODULI AUDIO

I moduli audio generano ed elaborano il suono. Puoi collegarli liberamente nella pagina Routing dell’Editor per ottenere una vasta gamma di tecniche di sintesi diverse.

BARRA DI NAVIGAZIONE

Seleziona la pagina che desideri visualizzare nell’editor in basso. Le pagine disponibili includono tutte le fonti di modulazione, nonché Voice e Routing. Dalla barra di navigazione, è possibile assegnare sorgenti di modulazione ai parametri mediante il trascinamento della selezione.

Editor

Accedere ai parametri di modulazione, alla pagina Voice e alla pagina Routing come selezionato nella barra di navigazione. Nella pagina Voice, puoi impostare polifonia, unisono e armonizzazione. Nella pagina Routing, è possibile collegare i moduli audio.

Caricare i Preset da usare

All’inizio di ogni sezione di questa guida, è possibile caricare un preset che rappresenta il risultato delle sezioni precedenti. In questo modo, puoi utilizzare ogni sezione in modo indipendente o ripristinare il tuo suono dopo aver provato alcuni dei suggerimenti aggiuntivi. La sezione seguente presuppone una tabula rasa, quindi puoi costruire il tuo suono da zero.

Per iniziare, carica il preset chiamato Init – Massive X Blank dalla categoria Quickstart nel menu preset.

Nota: fare clic sull’interfaccia utente in background o sull’icona X nell’angolo in alto a destra per chiudere il menu dopo aver selezionato il preset.

Utilizzare la pagina di Routine

Qualsiasi suono creato in MASSIVE X si basa sulle connessioni effettuate nella pagina Routing. In questa sezione, otterrai una panoramica della pagina Routing e imparerai come collegare l’oscillatore Wavetable. Prima di effettuare questa connessione, non verrà emesso alcun suono da MASSIVE X.

Nota: se non lo si è già fatto, caricare il preset denominato Init – Massive X Blank dalla categoria Quickstart nel menu preset.

Panoramica della pagina di routing

La pagina Routing definisce il flusso del segnale in MASSIVE X. Puoi organizzare e collegare liberamente uno qualsiasi dei moduli disponibili per facilitare una varietà di tecniche di sintesi diverse.

Apri la pagina Routing nell’Editor facendo clic sul pulsante Routing nella barra di navigazione.

La seguente panoramica evidenzia gli elementi che verranno utilizzati in questa guida:

Oscillatori wavetables : Generano complesse forme d’onda

Effetti insert: Elabora l’audio al centro del tuo suono.

Uscite: Invia l’audio all’uscita di MASSIVE X tramite gli effetti stereo.

Effetti Stereo: perfeziona il tuo suono e aggiungi profondità usando effetti stereo.

Connettere l’oscillatore Wavetable

Quando si suona una nota, è possibile ascoltare il suono diretto dell’oscillatore Wavetable.

Riproduzione delI’oscillatore Wavetable

Vai all’oscillatore Wavetable 1 sul lato sinistro dei moduli audio nella sezione superiore. Lì, apri il menu a discesa Wavetable e carica il Mephista wavetable dalla categoria Monster.

Nota: fare clic sull’interfaccia utente in background o sull’icona X nell’angolo in alto a destra per chiudere il menu dopo aver selezionato la wavetable.

Ruota la Wavetable Position e suona alcune note per esplorare i timbri della wavetable Mephista. Prima di continuare con questa guida, girare la Wavetable Position completamente a sinistra.

Suggerimento: provare altre modalità Wavetable diverse da quelle standard e utilizzare i due parametri della modalità Wavetable per modellare il suono.

Assegnazione e regolazione della modulazione

La modulazione aggiunge movimento al suono modificando i parametri nel tempo. Le fonti di modulazione disponibili includono modulatori come inviluppi e LFO, ma anche concetti più avanzati come i Performer. In questa sezione, imparerai come assegnarli e usarli.

Nota: se si è passati direttamente a questa sezione o è necessario ripristinare il suono, caricare la preset chiamato Modulazione QSG – 01 dalla categoria Quick Start nel menu dei preset.

Regolazione dell’inviluppo Amplitude

Il modulatore 1 è un inviluppo cablato per controllare il livello dell’amplificatore di uscita (Amp). Ciò consente di modellare il profilo del volume del suono senza dover prima assegnare manualmente l’inviluppo.

Apri Modulator 1 nell’Editor facendo clic su E1 nella barra di navigazione.

Suona alcune note e ruota i parametri dell’inviluppo per avere un’idea di come influenzano il suono:

Attack (A): regola l’inizio del suono da acuto a lieve.

Decay (D): regola il decadimento dopo il picco iniziale del suono

Sustain: regola il livello del suono mentre si tiene una nota.

Release (R): regola il decadimento del suono dopo il rilascio di una nota.

Assegnazione di altre fonti di modulazione

Se vuoi usare altre sorgenti di modulazione nel tuo suono, devi prima assegnarle. In questa guida, utilizzerai uno dei Performer, che sono sequencer specializzati per la modulazione.

Per assegnare il Performer, trascina l’icona della freccia dell’Esecutore 1 (P1) sul primo slot di modulazione della Posizione Wavetable.

Nota: in alternativa, è possibile prima fare clic sull’icona a forma di freccia e quindi sullo slot di modulazione per effettuare un’assegnazione.

Fare clic e trascinare verso l’alto lo slot di modulazione per aumentare la quantità di modulazione applicata alla posizione wavetable dall’esecutore.

Nota: è possibile fare doppio clic sullo slot di modulazione per impostare la quantità massima di modulazione.

La modulazione avrà effetto solo dopo aver disegnato un contorno intorno al Performer. Scopri come farlo nella sezione seguente.

Regolare il Performer

Performer può produrre contorni complessi, che sono essenzialmente sequenze di forme di modulazione. Puoi regolare i contorni nelle pagine Performer dell’Editor.

Apri Performer 1 nell’Editor facendo clic su P1 nella barra di navigazione.

Regola la lunghezza della sequenza trascinando la barra Intervallo per misurare 2 sulla griglia.

Seleziona lo strumento di disegno per creare forme saw che cadono nell’area Modifica.

Disegna un contorno facendo clic e trascinando in Performer, ad esempio, disegna in diagonale dall’inizio della griglia per misurare 2 per creare il seguente contorno.

Suona alcune note e ascolta il Performer che si trasforma attraverso il wavetable.

Modifica della modalità di Launch

Puoi anche fare in modo che Performer riavvii il suo contorno dall’inizio di ogni nota suonata.

Apri la vista Griglia di Performance e imposta Launch su Key.

Nota: IL performer eseguirà il loop del suo contorno finché si tiene una nota. Se vuoi che si fermi alla fine del contorno, imposta Modalità su Oneshot nella vista Griglia.

Suggerimento: prova altri strumenti di disegno nell’area Modifica per creare forme diverse o cambia la griglia in un’altra indicazione del tempo.

Migliorare il suono con gli effetti

Gli effetti in MASSIVE X possono far parte della generazione del suono o essere utilizzati per l’elaborazione dell’uscita più tradizionale. In questa sezione, imparerai come arricchire il tuo suono usando un effetto Insert e un effetto Stereo.

Nota: se si è passati direttamente a questa sezione o è necessario ripristinare il suono, caricare il preset chiamato QSG – 02 Effects dalla categoria Quickstart nel menu preset.

Aggiunta di un effetto Insert

Gli effetti insert sono polifonici, il che significa che il suono di ogni nota suonata viene elaborato in modo indipendente. In questo modo, possono essere utilizzati come parte della generazione del suono.

In questa guida, utilizzerai il Frequency Shifter. Rompe la struttura armonica del suono e può anche essere usato per creare vivaci effetti di phasing.

Usa il menu a discesa Insert Effect A per caricare Frequency Shifter.

Inserimento del Frequency Shifter

Vai alla pagina Routing e rimuovi la connessione esistente dall’oscillatore Wavetable 1 (1 oscillatore) alla prima uscita facendo doppio clic sul filo. Quindi collegare l’oscillatore Wavetable 1 al Frequency Shifter (A F Shift) alla prima uscita.

Sul Frequency Shifter, disabilita la modalità Wide, aumenta il Feedback e diminuisci leggermente Freq per introdurre un effetto di phasing. Suona alcune note per ascoltare l’effetto.

Aggiungere un effetto stereo

Gli effetti stereo elaborano l’uscita audio finale e possono essere utilizzati per migliorare il suono. In questa guida, si utilizzerà il Delay stereo. È un effetto eco flessibile ma facile da controllare che può aggiungere spazio e profondità al suono o creare interessanti effetti ritmici.

Utilizza il menu a discesa di Stereo Effect X per caricare lo Stereo Delay.

Stereo Effect X elabora l’audio ricevuto alla prima uscita, quindi il routing corretto per questo effetto è già in atto.

Sullo Stereo Delay, passa dalla modalità Neutro a Warm, abilita la sincronizzazione e regola i tempi di ritardo su un ritmo che ti piace. Diminuisci colore e mix per separare gli echi dal suono diretto e creare più profondità.

Suggerimento: prova altri tipi di effetti stereo, ad esempio il Vero e la sua modalità Wanderlust. Modifica i suoi controlli per effetti di riverbero surreali e lussureggianti.

Suonare e controllare Massive X

La testata include controlli che puoi usare per riprodurre il tuo suono: pitch bend, la rotella di modulazione, aftertouch e 16 macro, tutti disponibili per l’automazione e il controllo MIDI nel tuo host.

MASSIVE X offre due metodi per assegnare questi controlli ai parametri.

Nota: se si è passati direttamente a questa sezione o è necessario ripristinare il suono, caricare il preset chiamato QSG – 03 Control dalla categoria Quickstart nel menu preset.

Assegnazione parametro singolo

I controlli nella testata possono assumere l’intero intervallo di un singolo parametro. Ad esempio, è possibile utilizzare la rotella di modulazione per controllare la posizione wavetable.

Trascina e rilascia l’icona della rotella di modulazione (M) dalla testata nella posizione Wavetable.

Suonando una nota e ruotando la rotella di modulazione è possibile controllare la Wavetable Position dalla tastiera.

Assegnazione dei parametri multipli

I controlli nella testata possono anche regolare più parametri contemporaneamente e in misura diversa. Funziona allo stesso modo dell’assegnazione delle sorgenti di modulazione, ad esempio è possibile utilizzare la Macro 1 per controllare sia Feedback che Freq sullo Shifter di frequenza.

Trascina e rilascia l’icona Macro (1) dall’intestazione sugli slot di modulazione di Feedback e Freq. Quindi fare clic e trascinare verso l’alto lo slot di modulazione per aumentare la quantità di modulazione.

Suonando una nota e ruotando la Macro 1 è possibile controllare contemporaneamente i due parametri sullo Shifter di frequenza.