Noxious – Rack Extension per Reason

Condividi

Noxious è un sintetizzatore additivo polifonico. La sintesi additiva consiste nell’aggiungere decine, centinaia, migliaia di oscillatori sinusoidali individuali per creare complesse forme d’onda o suoni.

In teoria la sintesi additiva è in grado di creare qualsiasi suono immaginabile ma ma è di solito una sfida alla manipolazione. Noxious aggiunge un percorso intermedio per la sintesi additiva, offrendo a metà una manipolazione di questi oscillatori sinusoidali, chiamati parziali, attraverso “modificatori” e classici filtri.

Una veloce introduzione alla Sintesi Additiva

La maggior parte dei sintetizzatori si basano su una particolare forma di sintesi chiamata “sintesi sottrattiva “. Esso consiste nel produrre una forma d’onda spettralmente ricca, come il dente di sega, quadrata o rumore e ci si applica un filtro su queste forme d’onda per rimuovere, o sottrarre, parti del loro spettro. Variando i tipi di filtri ed i loro parametri, si possono produrre una ampia varietà di suoni.

La Sintesi additiva funziona il contrario. Consiste nella costruzione di questo ricco spettro da zero sommando i singoli oscillatori sinusoidali, chiamati parziali in Noxious. Le onde sinosuoidali hanno la particolarità di produrre suoni in una banda di frequenza unica della spettro. Sommando più onde sinusoidali di diversa frequenza, possiamo, in teoria, riprodurre qualsiasi spettro di frequenza.

Infatti, la scienza dimostra che qualsiasi suono di qualsiasi lunghezza può essere creato con un numero infinito di onde sinusoidali, opportunamente sintonizzate ed equalizzate.

Questo, naturalmente, non è pratico e in realtà la sintesi additiva si limita ad un numero finito di numero di oscillatori sinusoidali, ma con passo e livello controllabili. I suoni tipici sono costituiti da centinaia di onde sinusoidali in modo che il controllo di ognuna di loro è un po ‘una sfida.

Vedremo come Noxious gestisce il problema più tardi, ma nel frattempo, vediamo come i suoni tipici sono costruiti da questi singoli parziali.

Suoni armonici

I suoni armonici musicali, come ad esempio quelli creati da strumenti acustici o da sintetizzatori analogici a sintesi sottrattiva, sono prodotti da forme d’onda periodiche. La frequenza di queste forme d’onda determina l’altezza della nota.

Le forme d’onda periodiche tipiche della sintesi sottrattiva includono dente di sega, triangolo e onde quadre. Sono tutte costituite da onde sinusoidali di frequenze multiple della frequenza nota della forma d’onda. Questa frequenza nota si chiama frequenza fondamentale nella sintesi additiva.

Ad esempio, se si preme il tasto A4 sulla vostra tastiera, che corrisponde ad una frequenza di 440 Hz, si produce una forma d’onda a dente di sega, questo dente di è in realtà costituito da onde sinusoidali di frequenza di 440 Hz, 880 Hz, 1320 Hz o 1760 Hz (o 1 x 440Hz, 2 x 440 Hz, 440 Hz e 3 x 4 x 440Hz). I multipli della frequenza fondamentale sono chiamati armoniche. Le onde sinusoidali hanno anche una particolare ampiezza, ma queste ampiezze cambiano solo il timbro dell’onda, non la sua frequenza nota o armonicità. Questa differenza di ampiezza è ciò che rende una dente di sega suono diverso da un’onda quadra.

Suoni inarmonici

La stragrande maggioranza dei suoni non è armonico o sintonizzato. Un suono di percussione o rumore per esempio, non hanno una chiara intonazione e quindi non hanno parziali sintonizzati in modo semplicemente come un suono armonico. In realtà la maggior parte dei suoni armonici sono parziali in sintonia con alcuna relazione tra l’un un’altra. In realtà, gli strumenti acustici non sono totalmente armonici nel senso puro del termine, ma sono quasi armonici. I loro parziali non sono strettamente sintonizzati come multipli della frequenza fondamentale e questo è ciò che dà loro ricchezza in quanto questo presenta qualche lieve effetti chorus / beating.

I tipici suoni inarmonici sono suoni metallici, come ad esempio mistuned bell o rigid strings, e questi possono essere facilmente costruiti da suoni armonici con il detuning alcuni parziali.

Il motore sonoro di Noxious

In questo capitolo descriveremo in dettaglio come Noxious consente di manipolare questi parziali per creare una vasta gamma di suoni e come fa riferimento alla sintesi additiva e anche alla sintesi sottrattiva.

Oscillatore

Invece di creare parziali da zero, Noxious vi permetterà di iniziare con un onda di base da una lista predefinita. Queste forme d’onda non sono puramente periodiche, che è ciò che si trova nella maggior parte dei sintetizzatori. Noxious è in grado di produrre forme d’onda inarmoniche. Essendo un sintetizzatore additivo può generare fino a 200 parziali (in alta qualità) per ogni forma d’onda. Ecco l’elenco delle forme d’onda disponibili:

  • Saw tooth: classica saw tooth con un pieno ricco spettro
  • Saw tooth + Chorus: a “fat” saw tooth consistente di tripletteo doppiette con i parziali leggeremtne scordati. Lo spetto ha un lower bandwidth della saw tooth normale.
  • Square: classica square wave con un ricco sebbene “vuoto” spettro. Square waves ha la particolarità di essere privo di tutte le armoniche con pitches di anche multipli del frequenza fondamentale. Infatti, tutte le wave forms siano prive di queste armoniche che hanno la stessa qualità del loro stesso “vuoto”.
  • Square + Chorus: La stessa square wave con una larghezza di banda più stretta, ma con parziali leggermente discordanti per un suono “fat”.
  • Pulse 1/10: una classica pulse wave con a 1/10 di pulse width.
  • Pulse 2/10: la stessa cosa ma con un 2/10 di pulse width.
  • Pulse 3/10: di nuovo ma con un 3/10 di pulse width.
  • Dirac: questa è una forma d’onda interessante avendo tutti gli armonici, tutti con ugual livello.
  • Triangle: La terza classica wave form con la stessa qualità “vuota” come l’onda quadra, ma senza la sua luminosità.
  • Male Voice: un coro maschile leggermente sintetico.
  • Female Voice: un suono leggermente sintetico femminile “oh”.
  • Strings: Una forma d’onda di orchestral string.
  • Saxophone: un saxophone tenore.
  • Nasal: una forma d’onda con suono molto nasale con un sacco di frequenze medie.
  • Cymbal: un suono cembalo metallico inarmonico.
  • Dark noise: un rumore di banda bassa inarmonico.
  • Razor: immagina un rasoio elettrico e si ottiene una buona idea di come suona.
  • Quasi Sawtooth: come una sawtooth ma con tutti i parziali lergemente scordati.
  • Fractal: Una forma d’onda sintetica con mmolte alte frequenzeShepard: questa onda ha solo parziali di ottava separati, perfetto per organo o suoni chiari
  • Alien: uno sèettro a metà tra rumore e metallo con una leggera pulsazione.

Modificatori parziali

I parziali prodotti dall’oscillatore possono poi essere trasformati da uno stack di fino a cinque modificatori A, B, C, D ed E. I modificatori sono applicati in sequenza e possono modificare i livelli dei parziali, il loro passo o entrambi. Ogni modificatore può operare su un sottoinsiemi di parziali. Ecco l’elenco dei modificatori disponibili:

  • Level – Equalizer: questo è il modificatore di base in quanto consente di aumentare o tagliare parziali come in un equalizzatore parametrico classico ma con la possibilità di aggiunta al modificare dei solo armonici anche orodd.
  • Level – Harmonic Mix: rimuove parziali armonici o inarmonici.
  • Level – Noise: aggiunge un tempo variabile casuale ai livelli parziali esistenti.
  • Level – Low Pass 12dB: applica un filtro passa-basso con 12 dB / ottava per le parziali selezionati.
  • Level – High Pass 12dB: applica un filtro passa alto con 12 dB/ottava di slope ai parziali selezionati.
  • Level – Feedback: applica un filtro feedback comb ai parziali selezionati.
  • Level – Limiter: limita il livello dei parziali ad un certo livello applicando un soft clip ai loro livelli.
  • Pitch – Tune: intona i parziali a differenti frequenze fondamentali.
  • Pitch – Scale: scala il pitch del parziale sopra o sotto la frequenza centrale.
  • Pitch – Harmonize: esegue il detune del pitch del parziale per o verso la frequenza armonica più vicina. Molto utile per trasformare una forma d’onda inarmonica in un unico armonico.
  • Pitch – Noise: aggiunge un tempo variabile casuale in un campo parziale esistente.
  • Combined – Repeat: Ripete i parziali a bassa frequenza per tutta lo spettro.
  • Combined – Mirror: Mirror ripete le basse frequenze dei parziali per tutto lo spettro.
  • Combined – Randomize : Shuffle sia dei livelli che dei pitches.
  • Combined – Duplicate : Crea copie detuned dei parziali.

Una descrizione più approfondita sui modificatori parziali è disponibile in un capitolo dedicato.

Filtri

Dopo i modificatori parziali, la forma d’onda può essere modificata inoltre con due filtri multi-stato di risonanza in serie. Questo è un territorio classico se si conosce la sintesi sottrattiva, ma i filtri operano direttamente sui parziali senza toccare la fase. Qui è la lista delle modalità di filtro:

  • Low Pass Type I: taglia le alte frequenze con gli slopes disponibili di 6 dB, 12 dB,24 dB e 48 dB per ottava e con un valore costante alto di risonanza.
  • Low Pass Type II : taglia le alte frequenze con gli slopes disponibili di 6 dB, 12 dB, 24 dB e 48 dB per ottava ma con una frequenza variabile con costante valore di risonanza.
  • High Pass: taglia le basse frequenze con gli stessi sloper disponibili alla modalità low pass, anche con un alto costante valore di risonanza.
  • Band Pass: taglia le frequenze che non sono attorno una frequenza centrale, con gli stessi slopes disponibili.
  • Band Reject: taglia le frequenze che sono attorno alla frequenza centrale, con gli stessi slopes disponibili.
  • Negative and positive feedback comb filter : riproduce l’effetto base di delay.
  • Vowel: enfatizza vari spettri di frequenza (chiamati formanti nella speech synthesis) in modo da riprodurre gli human vowels. Il parametro frequenza del filtro è usato per determinare il pitch o gender della voce considerando che la risonanza consente di spaziare attraverso le varie vocali.

Modulazioni

Tutti i filtri e modificatori di cui sopra possono essere, inoltre, modulati con due LFO, due inviluppi di modulazione, inviluppo di ampiezza e controller di performance come velocity, rotella di aftertouch o modulazione. Una matrice di modulazione consente di costruire il proprio percorso di modulazione.

Pannello Frontale

Posizioni di default dei potenziometri

Su Noxious, ogni potenziometro corrispondente ad un importante parametro ha una piccola luce LED sotto. Quando questo LED è acceso, indica che il potenziometro è impostato su un valore non predefinito. Questo ti permette di vedere rapidamente cosa è cambiato sul pannello dalle posizioni di default.

Performance

Pitch Bend e modulation wheel

L’intervallo del pitch bend può essere regolato con un intervallo di 2 ottave (24 semitoni).

Keyboard Mode e Glide

Ci sono tre modalità di keyboard:

  • Polyphonic : è la modalità di default dove ogni tasto premuto crea una nuova voce. Il massimo numero di note simultanee possono essere regolate con le impostazioni di Polyphony. Noxious ha un massimo di polifonia a 116 voci.
  • Mono-Retrigger : quando premi un tasto, il synth esegue il retriggers ( innesca) dell’inviluppo e cambia il pitch se è stato premuto prima un altro tasto.
  • Mono-Legato : questo è lo stesso come il mono-retrigger ma gli inviluppi non vengono retriggered.

Modificando la durata Glide, è possibile aggiungere effetto di portamento che farà il scivolare il pitch dalla nota precedente a quella successiva. Questo funziona anche in modalità polifonica, ma in questo caso il portamento avverrà solo se si preme un nuovo tasto mentre note precedenti sono in rilascio.

Sound

Architettura

In Noxious, non puoi direttamente creare i parziali. Parti da un set di parziali che corrispondono ad una forma d’onda che poi puoi modificare. questa modifica attraverso i due classici filtri e fino a 5 modificatori. tutto questo è applicato in sequenza ai parziali. questa architettura è riassunta da uno schema sul pannello posteriore, riprodotto nell’immagine a fianco.

Waveform

La waveform è selezionando navigando attraverso l’elenco dell forme d’onda con i pulsanti sinistro o destro o direttamente selezionandolo nella lista eseguendo il click sulla corrente etichetta di forma d’onda.

Variation

Ogni forma d’onda ha un numero di varianti (per esempio la larghezza di impulso per la forma d’onda dente di sega) che può essere selezionato in modo continuo. Spazzando senza problemi tra ogni variazione è un primo metodo di cambiare il vostro suono nel tempo.

Controlli Stereo

Width

Ogni parziale di una forma d’onda possono inoltre essere diffuse nello spazio stereo. Questo è controllato tramite il parametro “width” della forma d’onda. Una larghezza pari a zero dà un suono molto stretto (il default), mentre impostato a 100, i parziali sono bilanciate in tutto lo spazio stereo.

Pan

Come suggerisce il nome, questo è il parametro utilizzato per compensare il centro della forma d’onda nello spazio stereo.

Impostazioni di qualità

La sintesi additiva può essere molto avara di CPU su computer di fascia bassa, a seconda del numero di parziali manipolati e la velocità con cui vengono modificati. Queste impostazioni consentono di trovare un equilibrio tra qualità e le prestazioni della CPU o semplicemente spingere la qualità al massimo.

Partial Count

Impostando il conteggio parziale di una delle tre impostazioni possibili – Bassa, Media o Alta – è possibile ridurre il carico della CPU della vostro patch. Ogni impostazione di qualità corrisponde a un certo numero di parziali per voce, che colpisce lo spettro delle forme d’onda.

Precision

Nella maggior parte dei casi non si noterà la differenza quando si cambia la precisione, ma quando si sta modificando lo spettro ad un ritmo molto veloce (con un alto rate di LFO, ad esempio, o di un alto rate di modificatore di rumore) si potrebbe desiderare di provare un valore più alto. Se, al contrario, si è sta creando un pad con evoluzione molto lenta, si può passare alla regolazione più bassa senza notare alcuna differenza. Cambiare lo spettro comprende i modificatori e filtri così modulazione molto veloce di cutoff del filtro può anche essere di qualità superiore se si preme questa impostazione al suo valore massimo.

Displays

Quando tutti i modificatori parziali sono disattivati ​​(la situazione di default), il display parziale consente di visualizzare i livelli (in dB) e il pitch delle forme d’onda dei parziali selezionati. A causa di un dimensioni di visualizzazione limitata solo i parziali con pitch fino a cento volte la frequenza fondamentale viene visualizzata nel display. Tuttavia, i parziali in più, soprattutto in alta qualità, possono esserci dopo la giusta misura dello spettro visibile.

Se tutti i parziali sono armonici (ad esempio con un dente di sega o onda quadra), il pitch display sarà vuoto. Se questo non è il caso, i parziali inarmonici si visualizzeranno come un bar con un ampiezza indicante la sua distanza al più vicino armonico in centesimi. Se più parziali si sovrappongono sul display (con pitch molto simili), il parziale con la deviazione massima dalla armonica sarà utilizzato per visualizzare questo pitch.

La sawtooth come viene vista nel display. Potete anche vedere i livelli di ogni parziale che diminuiscono come andiamo in frequenza.

Il display pitch è una linea piatta che indica che tutte le parziali sono armoniche.

L’onda quadra ha la stessa diminuzione di livello, ma si può vedere che uno su due parziali sono mancanti. Ancora una volta, il display pitch è una linea piatta che indica che tutti i parziali sono armoniche.
I livelli dei parziali sono identici alla onda dente di sega così il display livello ha un aspetto identico.

Il display pitch, però mostra qualche piccola deviazione di intonazione che corrisponde alla leggera scordatura di ogni parziali per produrre l’effetto chorus.

Infine la forma d’onda cymbal, che è assolutamente inarmonica, ha una distribuzione uniforme delle frequenze in tutto lo spettro, tutte con approssimativamente un livello uguale.

Il loro pitch sembra anche essere un po ‘casuale, come possiamo vedere, ci sono molte deviazioni delle armoniche.

quando i modifciatori sono attivi, il display riflette lo stato dei parziali dopo che tutti i modificatori attivi sono applicati, appena prima di entrare nel filtro.

Modificatori

Ci sono fino a cinque possibili modificatori attivi. Ogni modificatore viene applicato in sequenza, iniziando con modificatore A e terminando con il modificatore E. Un modificatore quindi viene applicato all’uscita del precedente modificatore attivo.

Activation

Un modificatore è attivo se è abilitato premendo il pulsanto in alto a sinistra della sezione del modificatore corrispondente.

Type

Il tipo di modificatore può essere selezionato navigando attraverso la lista con il pulsante sinistro o destro, o premendo sull’etichetta che visualizza l’elenco di tutti i tipi di modificatori disponibili. Per un elenco completo e la descrizione di questi tipi di modificatori, fare riferimento al capitolo specifico alla fine della documentazione.

Influence

Un modificatore è applicato ad un sottoinsieme di parziali. Questa selezione (o parziale influenza) è controllata attraverso il Center, Spread e Falloff. Il parametro controlla il Center controlla la frequenza centrale del modificatore, Spread controlla l’intervallo di diffusioneadella frequenza e della sua influenza e infine il Falloff determina come questa influenza si riduce a zero tra il centro e il bordo della selezione. Le illustrazioni che seguono presentano due modificatori con falloff in decadimento.

Parametri specifici

Un modificatore ha due potenziometri di parametro specifici che controllano il tipo di parametro specific 1 & 2. Un display alla destra del potenziometro visualizza il nome del parametro per il corrente tipo di modificatore.

Keyboard tracking

Quando è impostato su 100, il centro del modificatore e la diffusione seguono esattamente la frequenza della nota. Questo corrisponde al modificatore che viene applicato alla forma d’onda parziale indipendentemente dal pitch della nota, che di solito è quello che vogliamo. Quando è impostato a 0, il centro del modificatore e la diffusione sono costanti in tutta la gamma delle note e spettro fisso.

Per esempio, su un equalizzatore, questo corrisponde ad un peak o notch sullo spettro come un equalizzatore normale o filtro formante si sarebbe comportato. Per valori sotto 0, il centro e la diffusione aumentano quando la frequenza della nota diminuisce.

Tuning

Ci sono due potenziometri per definire l’intonazione di base dell’oscillatore. Il principale si utilizzata per regolare il pitch in semitoni, da -48 a +48. La seconda consente di sintonizzare con precisione l’oscillatore in centesimi o centesimi di semitoni.

Keyboard Tracking

Quando è impostato su 0 (impostazione predefinita), il pitch dell’oscillatore segue la nota premuta sulla tastiera. Impostando a 100, l’intonazione cambia al doppio del normale pitch di nota: due tasti separati da un’ottava daranno una differenza di due ottave di intonazione dell’oscillatore. Infine, se impostato a -100, il pitch è costante per tutti i tasti.

Filtri

Filter Mode

I filtri possono essere applicati alla forma d’onda modificata seriale (default) o in parallelo. In quest’ultimo caso, ciascuna versione filtrata (o la forma d’onda originale modificata, se un filtro non è attivato) viene poi remixato per formare l’output finale.

Keyboard Tracking

Questo controlla come la frequenza del filtro viene regolata per ogni nota. Per impostazione predefinita, il valore è 50 che corrisponde ad una frequenza determinata esattamente con la frequenza nota. Quando il valore è 0, la frequenza è identica lungo tutta l’estensione di nota. Valori negativi indicano che la frequenza aumenta con le note basse.

Amplitude and Output

Questa sezione dei gruppi sul pannello frontale hatutti i comandi associati con il volume. L’inviluppo è un inviluppo ADSR classico con controlli di tempo di attacco, tempo di decadimento, livello di sustain e tempo di rilascio.

Filter Mix

L’influenza di ogni filtro nell’output finale può essere controllato qui. A sinistra si sente , solo l’influenza del primo filtro, se è acceso, e a destra, solo l’influenza della seconda filtro.

Modulation

LFO

Due oscillatori a bassa frequenza (LFO) possono essere utilizzati per modulare uno o più parametri con una curva bipolare. Tutte le forme oscillano tra -1 e +1. Entrambi gli LFO hanno le stesse impostazioni:

  • Frequency: controlla il rate dell’LFO in Hertz o in lunghezza note, se è sincronizzato al tempo.
  • Shape: ci sono sei differenti onde di shate disponiobili : Sine, Triangle, Saw, Square, Random, Sampled Random.
  • Tempo Sync: quando è premuto, la frequenza del LFO è regolabile in lunghezza note, con l’inizio del ciclo della wave in sincronia con il tempo.
  • Key Sync: quando è premuto (default), il ciclo della wave parte quando il tasto è premuto. Se il pulsante non è premuto, LFO funziona liberamente e lo stesso per le note.
  • Delay: delay l’effetto del LFO fino a cinque secondi.
  • Destination: eseguendo il click su questo display è possibile selezionare ciò che il LFO modulerà da tutte le destinazioni di modulazione disponibili (vedi paragrafo Matrix per l’elenco). Il potenziometro di sinistra controlla l’intensità della modulazione da -100 a +100.

Modulation Envelopes

Con l’inviluppo di ampiezza ci sono due inviluppi di modulazione liberamente assegnabili. Sono un po ‘più configurabile dei classici inviluppi ADSR, è possibile regolare l’inizio, i livelli di attacco e di rilascio. Tutti i livelli (L1, L2, Sustain e L4) hanno valori compresi tra -100 E +100.

Proprio come gli LFO, ogni inviluppo di modulazione ha una destinazione a scelta tra tutte le destinazioni di modulazione, con un valore di modulazione regolabile.

Modulation Matrix

La matrix di modulazione è dove è possibile creare modulazioni supplementari dalla modulazione di fonti di routing alle destinazioni di modulazione. Ogni percorso ha un parametro di resistenza regolabile chedefinisce l’influenza di ciascuna sorgente sulla destinazione corrispondente.

Sources

Qui la lista delle fonti di modulazione disponibili:

  • Key pressed velocity
  • Amplitude envelope
  • Modulation envelopes 1 & 2
  • LFO 1 & 2
  • Aftertouch
  • Modulation wheel
  • Keyboard tracking
  • Sustain pedal
  • Expression controller
  • Breath control
  • External CV inputs da 1 a 4 (vedi pannello sul retro)

Random on note 1 & 2 : questo fornisce un valore bipolare completamente casuale su ogni nota premuta.

Destinations

Qui la lista delle destinazioni di modulazione disponibili:

  • LFO 1 & 2 frequency
  • LFO 1 & 2 level: questo modificherà la forza della modulazione impostata nella corrispondente sezione LFO. Non modificherà la forza di altre modulazioni come stabilito nella matrix di modulazione e avendo LFO come sorgente.
  • LFO 1 & 2 delay
  • Modulation envelope 1 & 2 level: questo modificherà la forza della modulazione impostata nella corrispondente sezione di modulazione di inviluppo. Non modificherà la forza di altre modulazioni come stabilito nella matrix di modulazione ed aventi di inviluppo di modulazione come sorgente.
  • Modulation envelope 1 & 2 attack, decay and release time.
  • Filter 1 & 2 cutoff frequency
  • Filter 1 & 2 resonance
  • Filter mix
  • Waveform variation
  • Oscillator pitch
  • Oscillator output level
  • Oscillator pan
  • Oscillator width
  • Amplitude envelope attack, decay and release times
  • Modifiers A-E center
  • Modifiers A-E spread
  • Modifiers A-E falloff
  • Modifiers A-E parameter 1
  • Modifiers A-E parameter 2

Pannello Posteriore

Il pannello posteriore espone gli ingressi e le uscite audio e CV.

CV Inputs

Alcuni Parametri di Noxious possono avere i loro valori modulati da segnali CV provenienti da altri moduli. I potenziometri di Trim ti permettono di controllare l’amplitude della modulazione. Quattro speciali ingressi CV ( etichettati CV 1, 2, 3, 4) sono di default non inviati a specifici parametri. Spetta a voi, attraverso la matrix di modulazione, dare al loro percorso una particolare destinazione di modulazione.

CV Outputs

Noxious ha per parametri interni uscite CV:

  • LFO 1 & 2 : questo è il valore del LFO se non è sincronizzato
  • Modulation envelope 1 & 2 : il valore dell’inviluppo di modulazione della prima voce premuta è inviata all’uscita.

Uscite Audio

L’uscita stereo panning viene inviata alla presa audio sinistra e destra. Se solo la presa sinistra è collegata ad un altro dispositivo, Noxious invia il segnale mono misto alla presa di sinistra.

Partial Modifiers

Equalizer

Questo è il più fondamentale di tutti i modificatori e ricorda l’equalizzatore classico peak / notch che permette di aumentare o diminuire i livelli dei parziali influenzati. Parametro 1 (Gain) controlla il guadagno. Parametro 2 (Parità) consente di modificare in tutti i parziali influenzati, solo armoniche pari, se impostato su +100 o solo le armoniche dispari se impostato a -100.

Harmonic Mix

Questo modificatore permette di controllare il mix tra parziali armonici e disarmonici. Ha due parametri: Mix e Narrow. Mix controlla quale delle due impostazioni di parziali è da tenere. Su 0 tutti i parziali sono conservati. Su +100, i parziali armonici vengono attenuati mentre -100, quelli armonici sono attenuati. La discriminazione di parziali tra armonici e inarmonici è controllata con il parametro Narrow. Al +100, la selezione armonica e inarmonica (a seconda del valore del parametro mix) è estremamente stretta e solo parziali che hanno frequenze quasi esattamente armoniche sono considerati armonici. Quando il parametro Narrow è -100, la differenza tra armonico e inarmonico è meno vincolata.

Noise

Questo modificatore cambia a caso il livello delle parziali influenzati nel tempo. La gamma di guadagno casuale è controllata con il parametro Amount, mentre la velocità con cui questo evolve è impostato con il parametro Rate. La casualità dipende dalla nota, quindi se suonate un accordo, ogni nota avrà uno spettro diverso. Fate attenzione a come questo modificatore possa impegnare molto la CPU.

Randomize

L’effetto non varia nel tempo. Il parametro Amount controlla la quantità di rimescolamento dei livelli parziali mentre il secondo parametro Seed specifico, determina la distribuzione del rumore. La modifica di questo cambierà completamente i valori casuali in modi imprevedibili.

Low Pass e High Pass

Questi modificatori si comportano come i rispettivi tipi di filtro, ma ci sono effetti pensati per lo spread, center e falloff. È possibile ad esempio applicare un effetto solo passa basso su una parte dello spettro impostando correttamente il Center sulla zona desiderata. Il primo parametro controlla la frequenza di taglio del filtro e il secondo la risonanza. Ma bisogna essere consapevoli del fatto che, come tutti i parametri modificatore, il loro valore non è influenzato dal valore del Keyboard Tracking del modificatore. Per far questo bisogna creare esplicitamente un collegamento nella matrix di modulazione.

Feedback

Questo modificatore applica un effetto di comb feedback positivo o negativo a qualunque sezione del tuo spectrum.

Limit

Per prevenire certi livelli di parziale da essere troppo alti ( specialmente quando si usa il modificatore Equalizer con alti valori di gain), puoi applicare questo modificatore. Questo parametro determina la soglia del valore massimo del parziale. L’effetto è più morbido di un hard clip.

Pitch

Tune

Il modificatore tune ti permette di regolare il pitch dei parziali influenzati di una quantità particolarmente relativa. I due parametri Semi e Fine cambiano il pitch in semitoni o cents.

Scale

Questo modificatore cambia il pitch del parziali relativamente al center del modificatore. Il center definisce una frequenza centrale e il controllo Amount e Fine come il pitch parziale chiuso è mosso avanti ed indietro dalla frequenza centrale. Se il valore è impostato su +100, il pitch del parziale è esattamente la frequenza centrale. Se è 50, sarà a metà strada tra la sua altezza originale e la frequenza centrale. Infine, a -100, il pitch del parziale sarà al doppio dell’originale distanza tra la frequenza da quella centrale.

Offset

Considerando che il modificatore Tune cambia il pitch in modo relativo, il modificatore Offset aggiunge o sottrae lo stesso valore di frequenza a tutti i parziali influenzati. Questo può avere l’effetto di modificare il rango armonico dei parziali, per esempio. I parametri Amount e Fine controllano il valore della frequenza aggiunta o rimossa dal campo parziale.

Harmonize

Il modificatore Harmonize è estremamente utile per trasformare una forma d’onda non armonica (come come piatti o rumore scuro) in un unico armonico (o viceversa con parametro negativo del valore). Con l’aiuto del parametro di Amount si sposta il cpitch del parziale verso la frequenza armonica vicina quando questo parametro è positivo o lontano quando il parametro è negativo.

Noise

Questo modificatore cambia casualmente il pitch dei parziali influenzati nel corso del tempo. La gamma di l’accordatura casuale è controllata con il parametro Level, mentre la velocità con cui questo evolve è impostato con il parametro Rate. La casualità dipende dalla dipende quindi se trovare un accordo, ogni nota avrà uno spettro diverso. Fare attenzione a come questo modificatore può essere divoratore di CPU.

Randomize

L’effetto non varia nel tempo. Il parametro Amount controlla la quantità di rimescolamento dei pitch dei parziali mentre il secondo parametro specifico Seed, determina la distribuzione del rumore. La modifica di questo cambierà completamente i valori casuali in modi imprevedibile.

Both

Repeat

Per questo modificatore i parametri di selezione si comportano in modo diverso. Prima di tutto, vengono solo utilizzati i parametri Center e Falloff. Il parametro di Spread non ha alcun effetto. La frequenza centrale imposta il limite superiore dello spettro parziale che verrà ripetuto. Tutti i parziali superiori a tale limite saranno sostituiti da copie di parziali con spettro basso e offset in frequenze di multipli della frequenza centrale. Il Falloff controlla la progressiva attenuazione di queste copie. Il primo parametro specifica Harmonic costringe il centro frequenza alla frequenza armonica più vicina quando impostato su +100. Questo ha l’effetto di assicurarsi che le copie parziali rimangano armoniche se le originali lo sono. Al valore -100 la frequenza centrale è vincolata. Il secondo parametro specifico Mix il dry / wet del mix dell’effetto.

Mirror

Il modificatore Mirror ha un effetto molto simile al modificatore Repeat, ma invece di copiare i parziali con compensazione, ceaa anche le frequenze parziali di ogni copia dispari. I Numeri dispari di copie numerate hanno quindi i loro parziali di frequenza più bassa pari a frequenza più alta dei parziali originali. Questo può sembrare complicato,esso imita l’effetto di campionamento della forma d’onda con una frequenza di campionamento pari alla frequenza centrale.

Randomize

Il modificatore Randomize è la via più veloce per creare nuove forme d’onda nuove di zecca con l’aggiunta di rumore sia al livello che al pitch. L’effetto non varia nel tempo. Il valore del parametro controlla la quantità di rimescolamento sia nel livello che nel pitch mentre il secondo parametro Seed, determina la distribuzione del rumore. La modifica di questa cambierà completamente i valori casualmente in modo imprevedibile.

Duplicate

Questo modificatore ruba i parziali di ampiezza più basse e li riutilizza per aggiungere un nuovo parziale per ogni parziale nella zona di influenza. Questo “nuovo” parziale può essere detune con il Parametri di Interval e Depth. Il primo parametro imposta l’intervallo in semitoni tra il nuovo parziale e quello originale. Il secondo parametro fa lo stesso, ma in centesimi.

Questi nuovi parziali sono in realtà parziali esistenti che sono riaccordato e impostati al livello corretto in base al loro livello e la frequenza. Il modificatore cercherà di riutilizzare i parziali con bassi livelli ed alta frequenza. A causa di questo, i rapidi cambiamenti di spettro eseguiti drasticamente utilizzando i modificatori possono comportare la scomparsa acustica e ricomparsa di parziali se un modificatore duplicato viene applicato nelle fasi finali dello stack del modificatore.

Etichettato ,
error: Mi spiace. Se vuoi una copia pdf della dispensa richiedila via email