Tone Rows Player – Rack Extension per reason – Manuale utente

Condividi

ToneRows è un player multiuso. Può essere uno strumento utile per la composizione ma può anche aprire nuovi usi per esistenti dispositivi, ad esempio permettendo a Redrum di mettere in sequenza le note o suonare un synth con Kong.

Alla base, il dispositivo è costituito da 8 “righe di toni” che contengono ciascuna una raccolta di note assegnabili dall’utente. L’assegnazione di una nota viene eseguita facendo clic su uno slot nel display ed effettuando una selezione dal menu a comparsa. Se si preme il tasto “Alt” mentre si fa clic, un secondo menu a comparsa offre la possibilità di assegnare le note in base a vari preset di scala o di eseguire operazioni sull’intera riga di note, ad esempio trasporre, invertire, invertire, mischiare e Di Più.

Per riprodurre il dispositivo collegato a ToneRows, è possibile attivare gli slot della riga selezionata suonando note nell’intervallo da C1 a D # 2 (C1 attiva lo slot 1, C # 1 attiva lo slot 2 e così via) oppure può anche essere attivato dagli ingressi gate separati sul retro del dispositivo. Una riga viene selezionata facendo clic su uno degli 8 pulsanti di selezione e questo può essere automatizzato nel sequencer. Per alcuni risultati interessanti, prova a creare più righe con raccolte di note correlate e quindi modifica le righe di toni mentre le slot vengono attivate da MIDI o CV.

Ecco alcuni dei potenziali usi del dispositivo:

• come aiuto alla composizione, per provare rapidamente le variazioni delle clip MIDI esistenti, per eseguire i cambiamenti di tonalità e di modalità, per creare melodie negative e armonie, e per sperimentare con le tecniche della musica seriale

• usa le uscite gate dei pad di Kong per suonare le note su un synth o un sampler, attivare segmenti specifici o loop interi in Dr.OctoRex, suonare VST a rum come Maschine, Battery, ecc

• usa sequencer di batteria come Grid64g, Redrum o Drum Sequencer per eseguire sequenze di note con la possibilità di riassegnare le note cambiando la selezione della riga

• combinare diversi ingressi gate da fonti diverse per creare linee melodiche complesse con la possibilità di riassegnare rapidamente le note innescate da ciascuna sorgente di input cambiando la selezione della riga

  • .. e altro ancora

2. Panoramica

ToneRows ha un’interfaccia abbastanza semplice. L’area di visualizzazione mostra 12 o 16 intervalli di tono, in cui ad ogni slot è assegnata una nota [1]. Nella parte inferiore di ciascun alloggiamento dei toni è presente un indicatore di nota che si accende quando viene attivato uno slot [2]. Sulla sinistra del display, hai i pulsanti di selezione della riga dei toni [3]. Facendo clic su una fessura del tono nel display si apre il menu per selezionare una nota per quello slot [4]. Premendo “Alt” e quindi facendo clic sul display, si apre il menu Alt con diverse opzioni per modificare la riga di toni [5].

16 slot Tone

Selettori Riga Tono Indicatori di Note On

Menu principale quando si fa clic nell’area di visualizzazione “Alt Menu” quando si preme Alt + clic nell’area di visualizzazione

Il retro del dispositivo offre 16 ingressi gate per l’attivazione degli slot dei toni corrispondenti [6].

Come tutti gli altri dispositivi, ToneRows deve essere posizionato sopra allo strumento che si desidera riprodurre nel rack Reason. Nelle sezioni seguenti, descriveremo come si programma una riga di toni e poi come la si riproduce.

ToneRows che suona un Subtractor

3. Programmare una riga di tono

3.1 Selezione del numero di toni

Una riga di toni può essere composta da 12 o 16 note. Di default il dispositivo è impostato per avere 16 note. Puoi cambiarlo premendo “Alt” sulla tastiera del computer e poi facendo clic nell’area di visualizzazione. Quindi selezioni il numero di slot dal menu a comparsa come mostrato di seguito. Si noti che il numero di toni è un parametro globale, quindi influenzerà tutte le 8 righe di tono.

Scegli il numero di toni

premere Alt e fare clic sul display per aprire il menu

3.2 Selezione manuale dei toni

Una volta selezionata una riga di tono premendo uno dei selettori di riga di 8 toni, è possibile scegliere manualmente la nota assegnata a ciascun alloggiamento di toni. Per farlo, fai clic nell’area corrispondente allo slot che intendi modificare. Quando si fa clic, si apre un menu a comparsa con l’elenco delle note disponibili suddiviso in ottave dall’ottava più bassa (-2) al più alto (+7). Quindi selezioni una nota dall’ottava desiderata e viene assegnata a quello slot.

  1. Seleziona una riga Tone
  2. Esegui il click sullo slot Tone
  3. Seleziona una nota

Assegnare manualmente una nota per assegnare tono allo slot 2 nella riga dei toni 1

3.3 Selezione di toni usando i preset

Per accelerare il processo di creazione di una riga di toni, è possibile utilizzare i preset. Ci sono una varietà di preset di scala disponibili. Per prima cosa è necessario selezionare la nota iniziale nello slot 1, quindi premere “Alt” sulla tastiera del computer e fare clic nell’area di visualizzazione per aprire il menu. Da lì, puoi scegliere il preset che desideri, come mostrato di seguito.

Utilizzando un preset della scala per riempire una riga di toni

1.Seleziona una riga tone

2.Seleziona una nota di partenza

3.Alt+Click nel display

4.Seleziona un preset

3.4 Trasposizione di una riga di tono

Puoi trasporre un’intera fila di toni su o giù di semitono o di ottava. Per fare ciò, premere Alt sulla tastiera del computer e fare clic sul display. Una volta aperto il menu a comparsa, selezionare la voce di menu “Trasposizione”. Da lì puoi trasporre la fila di toni per semitono o per ottava come mostrato di seguito

  1. Alt + Click nel display
  2. Scegli una trasposizione

Trasporre una riga Tone

3.5 Copia e incolla una riga di tono

È possibile copiare e incollare una riga di tono da una posizione di fila di posizioni a un’altra. In questo modo è possibile creare varianti delle righe di toni per risultati più interessanti. Per copiare una riga di tono, premere “Alt” sulla tastiera del computer e fare clic sul display. Dal menu a comparsa, scegli “Copia”. Quindi seleziona un’altra riga di tono usando i pulsanti di selezione riga, di nuovo premi “Alt” sulla tastiera del computer e fai clic sul display e dal menu a comparsa scegli “Incolla”.

  1. Copia riga Tono 1
  2. Incolla riga 1 di tono alla riga 2 di tono

Incollare alla riga Tono 1 a Riga Tono 2

3.6 Modifica di una riga di tono

Esistono diversi strumenti che è possibile utilizzare per creare variazioni di una riga di toni. Puoi accedervi premendo “Alt” sulla tastiera del computer e facendo clic sul display. Dal menu a comparsa, seleziona “Modifica” e ti verranno presentate diverse opzioni come mostrato di seguito. Ciò che ciascuno fa è spiegato nella pagina successiva.

Opzioni per modificare una riga di tono

Rotate Left sposta tutte le note di un tono a sinistra
Rotate Right sposta tutte le note di un tono a destra
Shuffle mescola le note e le assegna casualmente a differenti intervalli di tono
Reverse (Retrograde) Invertire l’ordine delle fessure dei toni, quindi lo slot 1 diventa lo slot 16, lo slot 16 diventa lo slot 1 e così via. Questa operazione in musica seriale è chiamata “retrograda”.
Invert inverti l’intervallo tra le note adiacenti. Ad esempio, se lo slot 2 è 4 semitoni più alto dello slot 1, dopo l’inversione, lo slot 2 sarà 4 semitoni più in basso dello slot 1 e così via per ogni coppia di slot adiacenti
Sort Up ordina i toni in numero crescente di nota
Sort Down ordina i toni in numero decrescente di nota
Alter altera alcuni dei toni assegnando casualmente un valore di nota casuale
Randomize altera tutti i toni assegnando valori di note casuali

4.1 Uso delle note MIDI

Ogni slot di tono è attivato da una nota midi in arrivo. Lo schema seguente mostra quali note da una tastiera midi o da una clip midi attivano gli slot corrispondenti.

Note in entrata che attivano gli slot di tono

4.2 Usare le note MIDI tramite CV

Un altro modo per attivare uno slot di tono è da note CV. Nell’esempio seguente, il lettore ToneRows è combinato con il dispositivo collegato in un combinatore per fornire prese di ingresso CV che sono poi collegate a un sequencer Matrix che utilizza le note da C1 a D # 2 per attivare gli slot.

Note in arrivo tramite CV che attivano gli slot (anteriore). Note in arrivo tramite CV che attivano gli slot (indietro)

4.3 Utilizzo di ingressi a porta singola

Ciascuno slot ha il proprio ingresso di gate sul retro del dispositivo per scopi di trigger. In questo modo è possibile attivare uno slot di tono particolare con un segnale di gate in entrata da qualsiasi dispositivo che sia in grado di inviare un segnale di gate CV. L’esempio seguente mostra le uscite del gate dai pad di Kong collegati agli ingressi gate di ogni slot dei toni. Con questa configurazione, puoi suonare le note attivando i pad su Kong.

collegare le uscite della porta di Kong agli ingressi a toni singoli ingressi (retro)

5. Selezione delle righe di tono

Per selezionare una riga di tono, è sufficiente fare clic su uno degli 8 pulsanti di selezione. Se si crea una traccia sequencer per il lettore, la selezione della riga del tono può essere automatizzata.

Automatizzare la selezione delle righe nel sequencer

6. Casi d’uso

6.1 Composizione hack (parte 1) – Sperimentare con clip MIDI

Come spiegato a pagina 14, è possibile attivare gli slot dei toni a partire dalla nota C1 in poi, con lo slot 1 di innesco del tono C1, lo slot 2 di attivazione C # 1 e così via. Ciò significa che quando si desidera attivare ToneRows da una clip midi nel sequencer, è sufficiente creare note nell’intervallo da C1 a D # 2. Quindi puoi creare una frase in questo intervallo e quindi sperimentare variazioni di nota modificando le righe in ToneRows, senza dover modificare nulla nella clip MIDI. In alternativa, è possibile mantenere fissa la riga dei toni e quindi utilizzare la funzione di randomizzazione nella finestra degli strumenti per creare variazioni della clip MIDI (con l’intervallo casuale impostato da C1 a D # 2). Oppure puoi usare una combinazione di entrambi!

Automatizzare i cambiamenti di ToneRows

Usa le Clip MIDI

Randomizza la clip MIDI per più variazioni

6.2 Composizione Hacks (parte 2) – Modifica chiavi o modalità

ToneRows semplifica l’esecuzione dei cambiamenti di chiave o modalità.

Questo esempio mostra una modulazione dalla chiave di C alla chiave di E. La patch utilizzata in ToneRows è denominata “CircleOf5thMajorClockwise”. Lo stesso riff melodico è modulato dalla chiave di C al tasto di E, automatizzando la selezione della riga del tono dalla riga 1 che contiene le note di Do maggiore, alla riga 5 che contiene le note di E Major.

Questo esempio mostra un cambio di modalità da Dorian a Lydian. La patch utilizzata in ToneRows si chiama “ModeMixingInG”. Qui la progressione di accordi nelle due clip MIDI è esattamente la stessa, l’unica differenza è che ToneRows cambia dalla riga 2 che ha le note di G Dorian alla riga 4 che ha le note di G Lydian. Nella prima clip, la progressione di accordi è in modalità G Dorian che inizia con la corda ai (G minore), quindi passa alla IV (Do maggiore), quindi passa alla ii (Una minore) e termina sulla v (D minore). Nella seconda clip, poiché ToneRows è automatizzato, la progressione degli accordi si trova nella modalità G Lydian. Inizia con un accordo I (G maggiore), passa all’ivo (C diminuito), quindi passa all’accordo II (A maggiore) e termina a V (Re maggiore). Per suonare insieme a questa progressione di accordi, è possibile utilizzare un altro dispositivo ToneRows con la stessa patch e automazione per mantenere le note in sintonia con il cambiamento di scala.

6.3 Composizione Hacks (parte 3): melodie negative

Questo esempio mostra come creare una melodia negativa. Consiste nell’invertire gli intervalli delle note nella melodia originale. Questo è abbastanza facile da fare in ToneRows grazie all’operazione chiamata “Inverti” dalla voce di menu Modifica. Per prima cosa, assegniamo le note di E Lydian alla prima riga. Copiamo quindi queste note nella riga 2 e le modifichiamo utilizzando l’operazione “Inverti”. Opzionalmente, possiamo trasporre di una ottava la riga invertita in modo che la linea melodica continui a suonare nella stessa gamma di ottave.

Crea una riga iniziale in E Lydian Copia ed incolla Riga 1 a Riga 2

Inversione Row2 Automatizza la selezione della riga per riprodurre la melodia negativa nel clip 2

6.6 Tecniche musicali seriali

ToneRows offre diversi strumenti per sperimentare musica seriale (https://en.wikipedia.org/wiki/Serialism), in particolare i 12 toni

tecniche introdotte da A. Schoenberg. Per lavorare con 12 toni, prima apri il menu “Alt” e dalla voce di menu “Toni”, seleziona “12”. Da lì puoi creare una riga di tono iniziale, in pratica una raccolta di campi non ripetuti in un ordine particolare. È quindi possibile copiare e incollare questa riga di toni nelle altre righe e applicare le trasformazioni. Ad esempio, è possibile trasporre la riga dei toni, mescolare l’ordine delle note, invertire (a.k.a retrogrado) la riga o invertirla. Dopo aver creato diverse di queste righe di toni, è possibile utilizzare le tecniche descritte nei paragrafi precedenti per creare composizioni nel sequencer di Reason.

Partenza Tone Row (P0)

Retrograde Trasforma (R)

Trasformazione Inversione (IO)

Trasformazione Inversione Retrograde (RIO)

7. Altri casi d’uso

In questa sezione, vengono esaminati alcuni altri potenziali usi di ToneRows. Si prega di fare riferimento al banco di suono di fabbrica, in particolare le patch nella cartella Combinator, se si desidera seguire insieme ad alcuni di questi esempi.

7.1 Kong suona note

Un uso interessante di ToneRows è la possibilità di utilizzare i pad Kong per attivare le note su altri dispositivi. Ci sono più applicazioni di questo, dal semplice montaggio di note su un synth, all’attivazione di slice o loop interi in Dr.OctoRex, all’attivazione di VST di batteria come Maschine o Battery.

La patch “KongPlaysThor” nella cartella Combinator della soundbank mostra Kong che suona note su Thor. Per questa applicazione, è possibile utilizzare le 8 righe come “banchi” di note diverse che è possibile passare manualmente o tramite automazione. Perché usare Kong per suonare le note? Beh, può essere divertente, specialmente se stai usando alcune delle funzionalità del gruppo di pad come Mute, Link e Alt.

Kong Connesso a ToneRows per suonare Thor

La patch “KongPlaysNNXT” mostra un altro uso di questo concetto. In questo caso, è possibile utilizzare Kong per attivare i kit di batteria sull’NN-XT. Ciò offre il vantaggio significativo di disporre di un campionatore appropriato per impilare e stratificare i campioni di batteria con tutte le funzionalità di editing offerte da NN-XT (amp env, mod env, filter e lfo’s per campione) e che il Nano-NNXT non possiede. Inoltre, è possibile creare varianti di drum map in NN-XT e quindi cambiare riga per accedervi.

Kong si è connesso a ToneRows per suonare la batteria in NN-XT

La patch “KongPlaysRexSlices” mostra un esempio di attivazione delle sezioni di rex in Dr.Octorex. Questa è un’alternativa all’utilizzo del modulo batteria Nurse Rex in modo da avere accesso alle funzionalità di modifica della porzione estesa di Dr.Octorex. È possibile cambiare la sezione di un trigger del pad cambiando il numero di nota dello slot del tono corrispondente. Per Dr.Octorex, la prima porzione del ciclo viene attivata dalla nota C1 e così via.

La patch “KongTriggersLoops” attiva invece interi loop in Dr.Octorex. Questo è qualcosa che non è possibile fare con il giocatore Nurse Rex. Per questa particolare patch, il dispositivo Kong viene utilizzato per attivare i loop in due diversi dispositivi Dr.Octorex e il collegamento del pad viene utilizzato in alcuni casi per attivare le combinazioni di loop. È possibile modificare il loop su cui un pad si innesca cambiando il corrispondente numero di nota dello slot del tono. Per Dr.Octorex, il primo ciclo viene attivato dalla nota E0 e così via.

Kong è connesso a 2 ToneRows per attivare i loop nei dispositivi Dr.Octorex

ToneRows può diventare piuttosto utile se vuoi attivare i tuoi VST di batteria usando Kong. Grazie a più file di toni, è possibile accedere a più suoni di batteria con totale flessibilità nel decidere quali suoni attivare. L’esempio seguente mostra Kong che attiva Maschine con il Gruppo A assegnato alla riga 1 a partire dalla nota C1, mentre il Gruppo B è assegnato alla riga 2 a partire dalla nota C3.

Gruppo A attivato dalla riga 1 a partire da C1. Gruppo B attivato dalla riga 2 a partire da C3

7.2 ToneRows con sequencer Drum

Una divertente applicazione di ToneRows consiste nel sequenziare le note usando i vari sequencer di batteria disponibili in Reason.

La patch “RedrumSeqToNotes [Run]” mostra un esempio di utilizzo del sequencer Redrum per attivare le note su un Thor. Il sequencer in Thor viene utilizzato per modificare dinamicamente le righe in modo che la sequenza in Redrum attivi diverse note mentre le righe ToneRows vengono modificate.

La patch “DrumSequencerToNotes” mostra un altro esempio. Rispetto a Drum Sequencer da solo, avere ToneRows nel mix consente una maggiore flessibilità con le note riprodotte, poiché è possibile modificare dinamicamente le note attivate mentre si passa da una riga all’altra. Con Drum Sequencer di per sé, non è possibile cambiare le note assegnate a ciascun canale di batteria a meno che non si “reimparano” i valori delle note che non sono fattibili nel corso di una canzone o di un’esibizione dal vivo, ad esempio.

La patch “Grid64gToNotes” è un altro esempio in cui è possibile utilizzare Grid64g come sequencer melodico con comandi fantastici sui controlli da un controller midi 8×8 supportato. Oltre a suonare le note, puoi anche usare il lettore ToneRows per trasferire i tuoi pattern Grid64g per tracciare in un unico passaggio facile (e questo vale anche per i pattern di batteria).

ToneRows con Drum Sequencer player

Un’altra applicazione di ToneRows con sequencer di batteria è la creazione di variazioni di pattern.

La patch “DrumPatternRemix [Run]” è un esempio di ToneRows utilizzato per “remixare” un pattern fisso nel player DrumSequencer. Questo si ottiene modificando le note negli slot dei toni. Invece di passare da C1 a D # 2, le note nelle righe di tono 2, 3 e 4 fanno muovere le note, in modo che lo stesso hit in ingresso da DrumSequencer attivi un pad Kong diverso mentre le righe di tono vengono modificate dal sequencer Matrix .

ToneRows remix un pattern di Drum Sequencer. Le righe sono modificate da Matrix

7.3 Combinazione di ingressi CV da molti dispositivi

Usando i trigger di ingresso a porta singola nella parte posteriore di ToneRows, è possibile combinare più ingressi gate da più dispositivi contemporaneamente per creare arrangiamenti di sequenze piuttosto complessi.

La patch “Lfo-ostinato” utilizza due dispositivi LFO Pulsar per attivare diversi slot di toni tramite gli ingressi del gate nella parte posteriore. Oltre a controllare i trigger delle note regolando il parametro degli LFO (ad esempio, rate, level, phase, shuffle, lag), è possibile aggiungere una dimensione extra a questa disposizione di sequenza cambiando la riga in modo che le note attivate non siano sempre uguale.

Due dispositivi Pulsar collegati a ToneRows

Etichettato ,
error: Mi spiace. Se vuoi una copia pdf della dispensa richiedila via email