sabato, Luglio 11, 2020
Home > Reason 11 > Reason – Synchronous – Manuale in italiano

Reason – Synchronous – Manuale in italiano

Condividi

Il modulo Synchronous Timed Effect Modulator è multi effetto a loop molto flessibile con la possibilità di disegnare curve di modulazione parametri effetto. Synchronous ha effetti interni Distortion, Filter, Delay e Reverb ch epossono essere modulati simultaneamente fino a tra curve.

Disegnando curve di modulazione uniche nel display ed assegnando queste curve a parametri di effetto desiderati, hai un sistema molto flessibile per ripetute modulazioni dei parametri d’effetto – in perfetto sync con il sequencer di Reason/Reason Essentials.

La lunghezza standard del loop è di 2 bars. Tuttavia, se usi Synchronous a metà velocità, avrai una lunghezza massima del loop di 4 bars.

Synchronous è disegnato principalmente come effetto insert, su tracce individuali, o come un effetto “loop mangling” collegato alle uscite di un modulo Dr Octo Rex o Redrum, per esempio.

 

Panoramica Pannello

Segue una descrizione di differenti sezioni in Synchronous:

Sezioni Pannello Synchronous

  1. Selettore Patch (per il browsing, il caricamento ed il salvataggio delle patches).
  2. Tools di disegno Curva, rate, speed, phase, master offset e controlli di dimming curva.
  3. Display Curve di Modulazione con selezione, freeze, controlli lunghezza di kill e loop per ogni curva. Il display è dove disegni le tue curve di modulazione effetto.
  4. Sezione Controllo Modulazione. Qui è dove imposti quanto ogni curva di modulazione dovrebbe colpire ogni effetto.
  5. Sezione Dist. Fornisce due differenti effetti di distorsione, ring modulation, ed un effetto lo-fi.
  6. Sezione Filter. Fornisce tipi di filtro lowpass, bandpass, highpass e comb.
  7. Sezione Delay. Fornisce effetti regolari di delay, ping-pong delay e roll (freezed delay).
  8. Sezione Reverb. Fornisce un riverbero stereo.
  9. Sezione Modulazione Level.
  10. Controlli di Master dry/wet e livello.

Usare Synchronous

Caricare e salvare le patches

Il caricamento ed il salvataggio delle patches è fatto nello stesso modo come in altri moduli interni di Reason/Reason Essentials.

Disegnare ed assegnare curve di modulazione – un tutorial

Per descrivere i principi di base con le curve di modulazione, vediamo un esempio di come puoi disegnare una curva di modulazione e poi averlo per modulare un paio di parametri effetto:

1. Crea un modulo Dr Octo Rex. Un modulo Dr Octo Rex è creato con caricato il preset di default.

2. Seleziona il modulo Dr Octo Rex nel rack e crea un modulo Synchronous. Le uscite audio del modulo Dr Octo Rex sono automaticamente connesse agli ingressi audio del modulo Synchronous. Le uscite audio del dispositivo Synchronous sono automaticamente inviate al canale del Mixer del Dr Octo Rex.

3. Seleziona il modulo Synchronous nel rack e seleziona “Reset Device” dal menu contestuale o menu Edit. Tutti i parametri nel modulo Synchronous sono ora resettati al loro valore di default. La curva di modulazione gialla e automaticamente selezionata e resettata ad una straight line down nel display.

4. Esegui il click sul tasto Play sul Pannello di Trasporto in Reason/Reason Essentials.

Il loop di default Rex nel modulo Dr Octo Rex fa partire la riproduzione e l’indicatore di posizione in alto al display di Synchronous inizia ad avanzare in sync con il sequencer.

L’indicatore di Posizione in sync con il tempo del sequencer tempo.
5. Stop il sequencer.
6. Esegui il click sul pulsante Tool Positive Sawtooth e poi il pulsante 1/8 Rate:

7. Posiziona il puntatore del mouse all’estrema sinistra del display, nell’area della curva.

8. Tieni premuto e poi trascina il puntatore del mouse alla destra sul display.
9. Rilascia il pulsante del mouse quando hai raggiunto la seconda linea verticale sottile della griglia.

Una forma d’onda sawtooth è ora visibile nel display. Il rate della forma d’onda sawtooth e di 1⁄8 di bar, che hai selezionato quando hai eseguito il click sul pulsante 1⁄8. L’ampiezza della forma d’onda sawtooth è ingrandito o rimpicciolita in accordo delle tue direzioni nel disegno in senso verticale.

10.Ora, esegui il click sul pulsante Stepped Line Too ed il pulsante Free:

I pulsanti Rate sono ora spariti dal pannello, questo perché non hanno importanza quando usi il tools Line.

11.Esegui il click mantenendo premuto il puntatore del mouse alla seconda linea sottile e quindi disegna verso destra per il resto dell’area del display. Modifica l’amplitude (posizioni asse Y) come disegni.

12.Rilascia il pulsante del mouse quando hai raggiunto la parte più a destra del display. Ora, ora hai un bar di 1/8th di forma d’onda sawtooth e di uno e mezza bars di una curva stepped disegnata liberamente:

Ora, assegneremo la curva gialla di modulazione ai parametri di effetto che devono essere modulati. In questo esempio noi assegneremo la curva ad i parametri di Freq e Resonance della sezione Filter:

1. Esegui il click sul pulsante Filter per passare alla sezione Filter:

2. Ruota il potenziometro Freq ad un basso valore e il potenziometro Resonance ad un alto valore:

3. Aumenta il potenziometro giallo Freq Modulation(sopra il potenziometro Freq ) ad un valore positivo (passando la sua posizione ore).

Poi, imposta il potenziometro Resonance Modulation (sopra il potenziometro Resonance ) ed attiva un valore negativo.

Un semicerchio giallo di quantità di modulazione appare intorno al potenziometro Freq Modulation ed attorno al potenziometro Resonance Modulation, ad indicare le quantità di modulazioni e le loro direzioni (modulazioni positive o negative):

Impostazioni quantità modulazione.
4. Fai partire il sequencer.
Congratulazioni, hai creato la prima modulazione a loop di Filtro in Synchronous!

Modificare curve di modulazione – un tutorial

Di base, c’è un modo in cui modificare una Curva di Modulazione esistente: ridisegnando la parte della curva che vuoi cambiare. Gli esempi seguenti descrivono due casi di uso di base.

Cambiare una curva di amplitude esistente

Se vuoi regolare l’amplitude di una curva di modulazione attraverso un loop di modulazione, procedi come segue:
1. Esegui il click sul pulsante Curve Select per la curva di modulazione che vuoi modificare. La curva è evidenziata nel display.

2. Esegui il click sul pulsante Tool che corrisponde a curve esistenti nel display. Se la curva è una forma d’onda, assicurati anche di eseguire il click sul corretto pulsante di Rate.

3. Ora hai due opzioni:

Se vuoi cambiare l’amplitude in maniera lineare (con un costante incremento o decremento dell’amplitude), che il pulsante Free sia deselezionato (off).

Posiziona il puntatore del mouse dove vuoi iniziare il cambiamento e disegna verso destra fino a dove vuoi che il cambiamento finisca.

L’ amplitude parte al livello dove hai posizionato il puntatore del mouse ed alla fine al livello dove hai rilasciato il pulsante del mouse. Il livello cambia tra i punti di inizio e fine in maniera lineare.

Per cambiare l’amplitude individualmente tra ogni linea verticale della griglia, assicurati che il pulsante Free sia attivo (on). Posiziona il puntatore del mouse dove vuoi che il cambiamento inizi e poi disegnalo verso destra dove vuoi che finisca.

L’ amplitude inizierà al livello dove hai posizionato il puntatore del mouse, poi seguendo la direzione del disegno, e finirà al livello dove tu hai rilasciato il pulsante del mouse. I Livelli cambiati sono ora individualmente tra ogni linea di griglia verticale.

Nota che l’intervallo più corto che puoi sostituire (o aggiungere) di curve è in steps di 1/16th di nota di un bar, i.e. tra due linee di griglia verticali nel display (in modalità Speed x 1). Il puntatore del mouse automaticamente si aggancerà allo snap più vicino alla linea di griglia verticale quando disegni.

Se non sei soddisfatto con i tuoi cambiamenti di amplitude, semplicemente usa i comandi standard [Ctrl](Win)/[Cmd](Mac)+[Z] delle operazioni di Undo.

Sostituire una parte di una curva con un’altra

Per sostituire la corrente curva di modulazione con una curva differente in qualunque punto nel loop di modulazione, usa lo stesso principio descritto in “Cambiare un esistente amplitude di curve”. La sola eccezione e che puoi liberamente scegliere il profilo della nuova curva, rispetto al profilo di quella esistente. Puoi sostituire una curva esistente in molti modi all’interno del loop se preferisci.

Nota che l’intervallo più corto che puoi sostituire (o aggiungere) di curve è in steps di 1/16th di nota di un bar, i.e. tra due linee di griglia verticali nel display (in modalità Speed x 1).Il puntatore di mouse automaticamente si aggancia allo snap della linea verticale più vicina a sinistra quando disegni.

Se per errore sovrascrivi una parte di curva che vuoi tenere, semplicemente usa i comandi standard di undo [Ctrl](Win)/ [Cmd](Mac)+[Z] per questa operazione.

Riferimento Pannello

La sezione display

I pulsanti Tool ed il pulsante Free

Esegui il click sul pulsante Stepped Line quando vuoi disegnare una curva che ha un livello fisso tra ogni linea verticale della griglia nel display

Il risultato quando disegni sarà una curva jagged con steps verticali.
Esegui il click sul pulsante Linear Line quando vuoi una linea diritta tra le linee verticali della griglia nel display:

In queste situazioni, i pulsanti Rate definiscono la lunghezza del ciclo della forma d’onda.

Esegui il click sul pulsante Free in combinazione con il pulsante Line per essere in grado di definire liberamente l’amplitude tra ognuna delle linee di griglia verticali nel display:

Esegui il click sul pulsante Free in combinazione con il pulsante Waveform per essere in grado di definire l’amplitude della forma d’onda tra ognuna delle line di griglia verticali nel display:

Pulsanti Rate

Usa i pulsanti Rate per definire la lunghezza del ciclo delle forme d’onda quando vuoi disegnare le forme d’onda nel display.

È possibile modificare tra i diversi rates di tempo per tutto il ciclo premendo un altro tasto e continuare a disegnare da dove è stata interrotta.

Quando hai selezionato una tool Line, i pulsanti Rate automaticamente diventano invisibili.

Controllo Speed

Usa il controllo Speed per impostare la velocità di riproduzione della corrente curva di modulazione selezionata.

Speed può essere impostato a 2, 1 o 0.5 rispetto al tempo del sequencer principale, e sono impostati individualmente per ognuna delle tre curve di modulazione. Le speeds sono indicate dall’avanzamento del Position Indicators quando il sequencer principale è in funzione.

• In Speed x 1, il display copre 2 bars. Le linee di griglia verticali nel display rappresentano 1/16 di nota.
• In Speed x 0.5, il display copre 4 bars. Le linee di griglia verticali nel display ora rappresentano 1⁄8 di nota.

• In Speed x 2, il display copre 1 bar. Le linee di griglia verticali nel display ora rappresentano 1/32th di nota.

Potenziometro Phase

Imposta la fase della corrente curva di modulazione selezionata.

Intervallo: 0-360 degrees.

La fase è cambiata individualmente per ogni tipo di curva (forma d’onda) usata nel loop. La figura seguente visualizza la stessa curva di modulazione con impostazioni di Phase di 0 e ~180 degrees, rispettivamente:

La stessa curva di modulazione a 0 degrees (in alto) e180 degrees (alla base) di valori di fase.

Come puoi vedere nella figura sopra la prima parte della curva, che è una forma d’onda Sine con un rate di 1/4 di nota è spostata di fase di 180 gradi.

La seconda parte, che è una stepped line, non è cambiata del tutto.

La terza parte della curva, che è una forma d’onda sawtooth wave con un rate di 1/8th di nota è anche invertita di phase di 180 gradi. Tuttavia, poiché la terza parte ha un rate di 1:8 di nota, la “distanza” reale è stata spostata ed è lunga la metà della forma d’onda sine che è a un rate di 1/4 di nota nella prima parte della curva. Questo perché tutte le curve di forma d’onda sono sfasate individualmente durante la curva di modulazione.

Le curve Stepped Line e Linear Line non sono colpite dal parametro Phase – esse restano fisse rispetto al valore di fase (phase).

Se vuoi eseguire il “time shift” dell’intere curve di modulazione, inclusa le curve Line, usa la funzione Master Offset descritta di seguito.

Potenziometro Master Offset

Imposta l’offset comune per tutte e tre le curve di modulazione.

Questo determina dove nel loop di modulazione la riproduzione deve partire. Valori negativi di valori di Offset muovono l’inizio della riproduzione indietro e viceversa.

Il Master Offset è indicato dal Position Indicators – cioè le curve non sono spostate nel display.

Intervallo: +/- 32 16th nota (in Speed x 1 modo).

Intervallo: +/- 32 8th nota (in Speed x 0.5 modo).
Intervallo: +/- 32 32th nota (in Speed x 2 modo).

Potenziometro Dim

Ruota il potenziometro Dim per regolare la quantità di dimming della corrente non selezionata curve di modulazione. A zero, tutte le curve di modulazione sono altrettanto brillanti per tutto il tempo.
Al livello massimo, solo le curve di modulazione selezionate sono visibili nel display.
Nota che il valore Dim è sempre salvato con la patch.

Pulsanti selezione curva

Esegui uno di questi pulsanti per selezionare la curva di modulazione che vuoi modificare.

Imposta le lunghezze del loop

Le tre curve di modulazione possono avere le loro lunghezze individuali di loop. La lunghezza del loop per una curva di modulazione può essere regolata, semplicemente riposizionando il suo locatore di loop:

1. Esegui il click sul pulsante Curve Select pel la curva di modulazione che vuoi modificare.

2. Esegui il click tenendo premuto e trascinando il triangolo colorato locatore di loop orizzontalmente alla nuova posizione desiderata.

Imposta la lunghezza del loop per la curva di modulazione gialla.
3. Rilascia il pulsante del mouse per impostare la nuova lunghezza del loop.

Il locatore di loop locator seguirà lo snap alla più vicina a sinistra linea verticale della griglia nel display. In velocità Normal, questo significa che prenderà lo snap al 1/16 di griglia di nota.

Per impostare lunghezze differenti di loop per le tre curve di modulazione, puoi avere variazioni molto animate nelle modulazioni lungo i periodi di tempo.

Pulsanti FRZ (freeze)

1. Esegui il click su un pulsante FRZ (freeze) per fermare la riproduzione della corrispondente curva di modulazione ed eseguire il freeze del corrente valore di modulazione.

2. Esegui il click di nuovo per disattivare la funzione di freeze. La riproduzione automatica continua alla posizione nel loop dove dovrebbe essere se la funzione freeze non fosse stata attivata.

Pulsante Kill

1. Esegui il click sul pulsante Kill per disattivare (rendere muta) la corrispondente curva di modulazione.

La curva di modulazione rimane preservata ma non modulerà nessun parametro fino a che la sua funzione KILL è attiva. Inoltre la curva killed diventa invisibile nel display.

2. Esegui il click di nuovo per disattivare la funzione di Kill. La curva di modulazione è attivata e continua automaticamente con la modulazione alla posizione corrente del loop.

Controlli di Modulazione

I potenziometri Modulation Control sono usati per impostare una quantità di modulazione (positiva o negativa) per il parametro effetto visualizzato vicino ad ogni potenziometro di Modulation Control. Per impostare una modulazione, procedi come segue:

1. Seleziona la curva di modulazione che vuoi usare per la modulazione eseguendo il click sul suo pulsante Curve Activate.
Tutti i potenziometri assegnabili Modulation Control sono automaticamente colorati in accordo alla curva selezionata:

2. Imposta la quantità di modulazione per il corrispondente quantità di modulazione per il corrispondente parametro di effetto ruotando il potenziometro desiderato di Modulation Control.

Impostare la quantità di modulazione. Un semicerchio colorato appare intorno al potenziometro di Modulation Control. Il semi- cerchio visualizza quanto le curve di modulazione selezionate Il semicerchio visualizza quanto la curva di modulazione selezionata colpisce i corrispondenti parametro effetto (sotto ogni potenziometro Modulation Control) -ed in che direzione (positiva o negativa).

Se vuoi la curva di modulazione selezionata per modulare altri parametri effeto, regola i potenziometri di Modulation Control sopra gli altri parametri effetto desiderato.

3. Se vuoi che altre curve di modulazione modulino lo stesso – o altri – parametri effetto, esegui il click sul pulsante Curve Activate desiderato e ripeti la procedura di assegnazione dallo Step 1.

Tutti i potenziometri di Modulation Control possono essere modulati da tre curve di modulazione allo stesso tempo se preferisci. La quantità di modulazione e direzione può essere impostata indipendentemente per ogni curva di modulazione. La figura seguente visualizza il potenziometro di Modulation Control che è colpito in maniera differente da tutte e tre le curve di modulazione:

Quantità differenti di modulazione impostate per ognuna delle tre curve di modulazione.

Sezione Dist

Potenziometro Amount

Imposta la quantità di distorsione. A 0, il segnale non viene colpito.

Potenziometro Character

Imposta il contenuto di frequenza del segnale distorto. Le variazioni d’effetto dipendono sul tipo do distorsione selezionate (vedi più avanti).

Selettore tipo di Distortion

Seleziona il tipo di distorsione eseguendo il click sul corrispondente pulsante LED.
In modalità Ring Mod, il potenziometro Character controlla la frequenza del ring modulator.

Nella modalità Lo-Fi, il potenziometro Character controlla il sample rate. Non c’è filtro anti-aliasing in questo algoritmo, così ci sarà una grande quantità di carattere lo-fi al suono.

Pulsante Post Filter

Esegui il click sul pulsante Post Filter per inviare la sezione Dist dopo la sezione Filter (invece che prima, che è la routnig standard). L’ordine di routing può avere un grande impatto sulle frequenze contenute nel suono. Poiché la sezione Dist aggiunge frequenze al suono, si potrebbe desiderare di conservare questi indirizzando la sezione Dist dopo (Post) la sezione Filtro.

Pulsante Dist On/Off

Esegui il click sul pulsante Dist per passare da on/off la sezione effetto Dist. Se passato ad off, il segnale è bypassato senza effetto.

Filter

Potenziometro Freq

Imposta la frequenza di cutoff (per i tipi di filtro HP, LP e Comb) o frequenza centrale (per il filtro di tipo BP).

Potenziometro Resonance

Imposta la quantità di risonanza del segnale filtrato.

Selettore Filter Type

Esegui il click per selezionare i tipi di filtro desiderato. I tipi di filtro sono:

• 12 dB highpass (HP):

• 6 dB bandpass (BP):

• 24 dB lowpass (LP):

• Comb filter con feedback positivo:

Potenziometro Lag

Aumenta il Lag per ottenere variazioni di frequenza uniformi quando il parametro Freq viene modulato. Questo funziona come una sorta di “portamento” per il parametro Freq, vale a dire il parametro Freq si muoverà più lentamente quando viene modulato se il valore Lag è alto.

Pulsante Filter On/Off

Esegui il click per passare da on/off la sezione effetto Filter. Se passato ad off, il segnale è bypassato dalla sezione Filter.

Delay

Potenziometro Amount

Imposterà la quantità del segnale di delay. A 0, il segnale è lasciato completamente dry.

Potenziometro Time

Imposta il tempo tra le ripetizioni del delay.

Se il pulsante “Sync” è su on, i valori di Time possono essere stepped tra la divisione del tempo (e.g. 1/1, 1/2, 1/4, 1/8 etc.) relativa al tempo del sequencer principale.

Potenziometro Feedback

Imposta la quantità di feedback, i.e. la quantità di ripetizioni, del segnale ritardato.

Pulsante Keep Pitch

Quando manualmente cambi il Rate durante la registrazione o playback, noterai che il pitch del segnale ritardato sarà anche cambiato.

Se questo effetto è indesiderato, puoi abilitare il Keep Pitch, che assicurerà che il pitch rimanga fisso rispetto i cambiamenti di Rate.

Pulsante Ping Pong

Con Ping Pong abilitato, la posizione stereo di ogni ripetizione di delay si alternerà tra sinistra e destra.

Il potenziometro “Pan” determina l’ampiezza dello stereo delle posizioni iniziali delle ripetizioni. Quando il potenziometro Pan è impostato completamente a Sinistra (Left), il primo delay generato sarà completamente a Sinsitra, il secondo sarà postato completamente a destra, e così via. quando il potenziometro è impostato completamente a Destra l’ordine è invertito (R > L > R etc).

Pulsante Sync

Esegui il click sul pulsante Sync per mettere in sync il delay times al tempo del to the main sequencer tempo.

Imposta la divisione di tempo (e.g. 1/1, 1/2, 1/4, 1/8 etc.) con il potenziometro “Time”.

Pulsante Roll

La funzione Roll lavora come un “freezed” delay, perfetto per lo stutter, effetti ripetitivi e di glitch.

Quando il pulsante Roll è attivo, e ruoti il potenziometro Feedback, il segnale d’ingresso alla sezione Delay sè gradualmente soppresso, mentre il feedback viene sollevato automaticamente internamente. In modalità Rol, il potenziometro Amount controlla il livello del segnale di delay quando il parametro di Feedback e girato in su. quando il Feedback è impostato a zero, il valore Amount non è tenuto in considerazione.

1. Esegui i click sul pulsante Roll per passare dalle impostazioni di delay regolari alla modalità Roll.
2. Ruota il potenziometro di Feedback per impostare il mix tra il segnale delay ed il segnlae dry.

Per avere un istantaneo effetto di stutter/repeat, ruota il potenziometro Feedback da zero al punto dove vuoi l’effetto stuttert. Poi velocemente ruota il potenziometro indietro a zero di nuovo quando vuoi che l’effetto sparisca.

Fai esperimenti cambiando il parametro Time per avere differenti tempi di “stutter”.

Potenziometro Pan

Usa il potenziometro Pan per impostare la posizione stereo delle ripetizioni di delay. In modalità Ping Pong, il parametro Pan definisce dove il delay generato deve essere posizionato nel panorama stereo, vedi pulsante “Ping Pong”.

Selettore Send/Return

Seleziona quello che vuoi che controlli il potenziometro Amount o il livello di Send o il livello di Return dell’effetto delay. La figura seguente visualizza le differenti configurazioni schematicamente:

Il posizionamento schematico del potenziometro Amount in modalità Send e Return, rispettivamente.

Pulsante Delay On/Off

Esegui il click per passare on/off la sezione effetto Delay. Se passato ad off, il segnale è bypassato dalla sezione Delay.

Reverb

Potenziometro Amount

Regola il bilanciamento tra il segnale audio non processato e riverberato.

Potenziometro Decay

Imposta il tempo di decay del segnale riverberato.

Potenziometro Size

Imposta la grandezza della stanza emulata, da small room a large hall, con il potenziometro Size.

Abbassando questo parametro si ottiene un suono più chiuso e gradualmente “canned”. Aumentando il parametro si ottiene un suono più spaziale con lunghi pre-delay.

Potenziometro Damp

Imposta la quantità di damping delle alte frequenze del segnale riverberato.

Aumentando il valore di Damp si esegue il taglio delle alte frequenze del riverbero, creando cosi un effetto caldo e morbido.

Selettore Send/Return

Seleziona quando vuoi che il potenziometro Amount per controllare il livello di Send o il livello di Return dell’effetto riverbero. La figura seguente visualizza schematicamente le differenti configurazione:

 

Per creare effetti riverbero gated o “reversed”, imposta lo switch a Return e fai modulare il parametro Amount Modulation da una curva di modulazione.

Pulsante Reverb On/Off

Esegui il click per passare da on/off la sezione effetto Riverbero. Se messo in off, il segnale è bypassed dalla sezione Reverb.

Level

Potenziometro Level

Imposta il livello di default. Intervallo: – INF to + 12 dB.

Se il Livello è modulato da una curva di modulazione, il volume incrementerà sopra il livello di default, in accordo con la quantità di modulazione.

In & Out switch

Seleziona se il controllo di Level sarà inviato prima o dopo il resto delle sezioni effetto nella catena del segnale.

Master Controls

Dry/Wet

Imposta il bilanciamento tra il segnale d’ingresso dry ed il segnale wet per l’intera catena effetto.
A 0 gli effetti sono completamente bypassati ed il segnale in ingresso passa attraverso Synchronous invariati. Master Level
Imposta il livello dell’uscita master del Synchronous.
Range: – INF to + 12 dB.

Riguardo l’automazione dei parametri nella sezione display

I parametri nella sezione display che possono essere automatizzati sono:

• Il controllo Master Offset.
• Il controllo Speed per ogni curva di modulazione.
• Il controllo Phase per ogni curva di modulazione.

• Il Loop Locator per ogni curva di modulazione.
• I pulsanti FRZ (Freeze) e Kill per ogni curva di modulazione.
• I potenziometri Modulation Control per ogni curva di modulazione.
Per automatizzare uno qualsiasi dei parametri sopra descritti, procedere come segue:

1. Seleziona il modulo Synchronous nel rack e seleziona “Create Track for Synchro …” dal menu modifica o menu contestuale. Una traccia per il modulo Synchronous è creato nel sequencer e la traccia è automaticamente selezionata.

2. Ora, hai due opzioni per la registrazione dell’automazione del parametro dei parametri del display:

Esegui il click sul pulsante Record sul pannello di trasporto del sequencer e poi esegui il click e ruota/muovi il parametro(i) desiderato nella sezione dispaly. I parametri assegnati creano una corsia automazione parametro separata sulla traccia sequencer, così come le clip di automazione che contengono dati di automazione.

In alternativa esegui il click sul pulsante Track Parameter Automation e seleziona il parametro che vuoi automatizzare dal menu a discesa che appare.

Il parametro selezionato prende una corsia di automazione parametro. Ora puoi disegnare la clip sulla corsia e poi aprire la clip e disegnare le curve di automazione nella clip.

3. Quando hai fatto con la procedura di automazione parametro, ed hai fermato il sequencer, i parametri assegnati sono cerchiati dai bordi verdi di automazione.

Nota che non puoi abilitare l’automazione del parametro con il click destro ed assegnare i controlli nella sezione display t! Questo può essere fatto con il pannello parametri regolari (non nella sezione display).

Connessioni

CV In Curve 1/2/3

Questi ingressi CV accettano segnali di controllo bipolari. Ogni segnale d’ingresso CV è aggiunto al corrispondente segnale di Curva di Modulazione ed il segnale risultante quindi modulerà i parametri d’effetto assegnato.

I segnali di input possono essere attenuati con il corrispondente potenziometro di attenuazione.

I valori risultanti della curva di modulazione possono essere negativi (sotto zero), i parametri di effetto assegnato sono modulati con polarità invertita.

Freeze 1/2/3

Segnali CV con livelli >0 collegati a questi ingressi attiveranno la funzione Freeze per la corrispondente Curva di Modulazione. Quando i segnali CV superano lo 0 o sotto, la funzione Freeze è disattivata.

Master Level CV In

Un segnale CV su questo ingresso può modulare il parametro “Master Level”. Puoi attenuare il segnale CV in ingresso con il potenziometro attenuation.

CV Out

Curve 1/2/3 e Curve 1/2/3 Invertite

Queste uscite CV inviano livelli di segnale di controllo unipolare in accordo con gli shapes delle Curve di Modulazione 1-3 rispettivamente.

Le uscite Invertite sotto ogni uscita CV regolare ed inviano ognuno in uscita un segnale CV negativo unipolare in accordo agli shape delle Curve di Modulazione 1-3 rispettivamente.

La figura sotto visualizza una Curva di segnale (rosso scuro) e la sua corrispondente Curva invertita

(arancione):

Eseguendo il collegamento di uno dei controlli di segnale positivi ad una destinazione ed il corrispondente segnale negativo di controllo ad un’altra destinazione, sei in grado di controllare i parametri in una modalità a specchio. Per esempio, collegando il segnale positivo di CV alla modulazione del Cutoff del Filtro di un modulo synth ed il segnale negativo alla modulazione di Resonance dell stesso synth.

Audio In L&R

Collega i segnali audio qui se li vuoi processare.

Se il tuo segnale in ingresso è in mono, connetti solo l’ingresso L (sinistro).

Audio Out L&R

Queste sono le uscite.

error: Mi spiace. Se vuoi una copia pdf della dispensa devi acquistare le Lezioni complete sull\'argomento