Posted in: Novità, Reason Player

Beat Player – Rack Extension per Reason – Manuale in italiano

Condividi
https://youtu.be/bNH19kPOCEc

 

Il batterista algoritmico di Beat Map è un player che genera pattern di batteria basati su beat, algoritmi e controlli semplici ma potenti. Viene normalmente utilizzato con uno strumento a batteria come Kong, Rytmik o Umpf, ma può anche essere utilizzato con strumenti melodici per risultati interessanti.

Contenuti inclusi

Per sfogliare il contenuto di Beat Map, fare clic su “Rack Extensions” nel browser, quindi fare doppio clic sulla cartella Beat Map:

Beat Map viene fornito con una serie di patch, sia per il Player stesso che per diversi dispositivi drum. Le patch per batteria sono fatte su misura per funzionare bene con Beat Map, ma puoi ovviamente usare qualsiasi patch della Factory Sound Bank o crearne una tua.

Se vuoi risultati immediati, inizia caricando una delle patch nella cartella Patch di Combinator Style! Questi combinano Beat Map con dispositivi a batteria ed effetti per una ritmica istantanea.

Se vuoi un assaggio di ciò che può essere fatto con più Beat Maps in combinazione con altri dispositivi, dai un’occhiata alla cartella Demos and Song Starters.

! Nota che alcune delle patch combinate utilizzano le estensioni rack incluse con Reason Suite.

Infine, la cartella Template Key Mappings contiene patch Beat Map in cui i tasti (numeri di nota) sono stati adattati per altre configurazioni di batteria come GM, Reason Drum Kits e vari batteristi di terze parti.

Il pannello Frontale

L’elemento centrale nel pannello di Beat Map è la visualizzazione della mappa. Qui è dove si seleziona un ritmo di base, facendo clic e trascinando il mirino.

• La posizione del mirino è anche indicata con i parametri di posizione X e Y, che è possibile modificare direttamente se lo si desidera.

Ogni posizione intera di XY corrisponde a una battuta diversa. La grafica della mappa è lì per riferimento visivo e per il bell’aspetto – non c’è alcun significato ritmico particolare per gli elementi sulla mappa. Tuttavia, come regola generale, spostare la posizione verso destra renderà il pattern di grancassa più sincopato e spostando la posizione verso l’alto si renderà più sincronizzato il pattern di rullante.

  • Facendo clic sul pulsante Spawn XY, si scende in una posizione casuale:

Selezione Mappa

  1. Fai clic sul pulsante Seleziona mappa per mostrare le quattro mappe incluse:

2. Per selezionare una mappa da utilizzare, fare doppio clic su di essa o selezionarla e fare nuovamente clic su Mappa

Density

I beat sono composti da quattro diversi pattern ritmici, per kick, rullante, hi-hat e percussioni. Una volta trovato il ritmo che ti piace, puoi regolare la densità di ciascun drum. Ciò significa ridurre o aumentare il numero di note. Ruotando la Density su zero si silenzia quel drum. I parametri di density possono essere automatizzati o controllati da CV, per variazioni continue.

  • Facendo clic sul pulsante RND DENSITY a sinistra, tutti e quattro i controlli Density cambieranno in valori casuali, utili per le variazioni live:

Lock Position

Potresti trovare un ritmo in cui ad esempio il kick è perfetto, ma non gli altri drum. Quindi puoi fare clic su Lock Pos per il ckick. Questo metterà un “perno” sulla mappa – il kick beat rimarrà in questa posizione ma puoi continuare ad esplorare la mappa per gli altri strumenti.

Questo può essere fatto indipendentemente per tutti e quattro i drum, bloccandoli in diverse posizioni della mappa. In questo modo è possibile combinare ritmi di diversi ritmi di base, per infinite variazioni.

! Puoi comunque regolare la Density per i drum bloccati.

Mirror notes

Ognuno dei quattro drum ha una funzione “Mirror”, che suona una nota tra due posizioni di nota dal suo drum principale. Ad esempio, se il kick suona in questo modo:

… quindi le sue note Mirror (rosso scuro) suoneranno così:

Questo significa che le note Mirror saranno influenzate dalla Density del drum principale, creando interessanti ritmi o note fantasma.

Utilizzare il potenziometro Mirror per impostare la velocità (in genere livello) delle note Mirror. Ruotando completamente il potenziometro verso sinistra, la nota Mirror verrà disattivata.

Impostazione dei numeri di nota MIDI

Ogni funzione drum e Mirror invia note su un numero di nota MIDI separato, il che significa che Beat Map può controllare otto diversi suoni di batteria.

  • Facendo clic sul LED di segnale rosso per un drum si invierà quella nota, per un rapido ascolto dei suoni di batteria:

Il Perc drum invia MIDI Note F # 1

  • È possibile impostare la nota che un drum deve inviare facendo clic e trascinando il numero della nota sul pannello:

In alternativa, utilizzare la funzione Learn:

  1. Fai clic sul tasto Learn:
  2. Fare clic sul valore del numero di nota per un drum o Mirror per evidenziarlo.
  3. Suona la nota desiderata sul tuo controller MIDI.
  4. Ripetere l’operazione per le altre note.
  5. Fare di nuovo clic sul tasto Learn per uscire dalla modalità Learn. Questo è necessario affinché le modifiche si memorizzino quando si salva la patch o il brano.

Impostazioni Globali

A destra ci sono tre impostazioni che influenzano la riproduzione complessiva:

• Rate è il valore della nota di ciascun passaggio. Normalmente questo è impostato su 1/16 di note.

• Shuffle ti consente di aggiungere una sensazione swing ai beat ritardando le note 1/16 fuori dal comune.

Puoi impostarlo manualmente dal 50-75% o selezionare “Globale” per utilizzare l’impostazione Global Shuffle (presente nel mixer Groove in Reason).

• Reset Step determina il numero di step prima che il beat ricomincia dall’inizio.

Il valore predefinito è 64, ma può essere utile abbassarlo per rendere un ritmo meno variabile o per imporre una struttura su un ritmo caotico.

Beat Map ed il sequencer

Puoi fare clic manualmente sul pulsante Run per ascoltare il beat, ma la funzione Run è normalmente controllata dalla funzione Play nel sequencer principale.

Tuttavia, se vuoi che i Beat Map suonino in alcune parti della tua canzone ma non in altre, puoi anche controllarlo usando l’automazione dei Pattern. Ecco come fare in Reason:

  1. Fare clic con il tasto destro del mouse su Beat Map e selezionare “Create track”.

Questo crea una traccia sequencer per il dispositivo Beat Map.

  1. Con la traccia Beat Map selezionata, fai clic sul pulsante Create pattern lane sopra l’elenco delle tracce

Questo crea una corsia Pattern sulla traccia Beat Map. Dato che non ci sono clip di pattern sulla corsia, la Beat Map verrà fermata. Questo sarà indicato nella visualizzazione della mappa:

  1. Disegna clip di pattern nelle sezioni in cui desideri riprodurre Beat Map:

A differenza di altri dispositivi di pattern, c’è un solo pattern da selezionare qui – Pattern 1. Questo è solo un modo elegante per controllare la riproduzione – puoi anche usare l’offset del pattern per iniziare la riproduzione con un upbeat o nel mezzo di una barra.

  • In alternativa, è possibile automatizzare il pulsante On per automatizzare la riproduzione della Beat Map:

Inoltre, la maggior parte dei parametri di Beat Map può essere automatizzato. Ad esempio, è possibile registrare i movimenti della mappa o le variazioni di density.

Un paio di funzioni speciali:

• Le posizioni XY bloccate possono essere automatizzate per ciascun drum.

Ciò consente di bloccare un singolo drum a un ritmo ma di cambiarlo con l’automazione:

• La selezione della mappa (parametro “Beat Map”) può essere automatizzata o controllata da un Combinator.

Passare a un’altra mappa può essere utile come interruzione o riempimento (fill).

Modifica delle note di batteria

Per modificare manualmente i beat da Beat Map, devi inviare le note MIDI a una traccia del sequencer. Puoi farlo con la funzione Invia a traccia sul pannello superiore di Player, vedi “Parametri del dispositivo Player comuni”.

Usare il CV

Sul retro di Beat Map, troverai una selezione completa di input e output CV.

  • Density CV in e Mirror Velocity CV in per ciascun drum.

L’utilizzo di questi con un LFO Pulsar CV può creare modelli ritmici più lunghi e variabili o variazioni casuali. Ci sono molti esempi di questo tra le patch di stile Combinator.

  • Gate Out dalla batteria principale e dalle sezioni Mirror, consentendo di attivare altri suoni o effetti in parallelo.
  • Reset Step Trig In.

Ogni volta che questo riceve un valore CV positivo, il ritmo ricomincia dal primo passo.

  • Map XY CV Inputs, per modulare automaticamente la posizione della mappa durante la riproduzione.
  • Map Output CV XY.

Questi inviano le coordinate X / Y come valori CV, consentendo di utilizzare la visualizzazione Mappa come controller XY per altri dispositivi in ​​Reason.