Kontakt 6 – Il Group Editor – Manuale in italiano

Condividi

I Groups sono forse il soggetto più importante di uno strumento KONTAKT. Oltre a fornire un modo per combinare e utilizzare un percorso di segnale comune per qualsiasi numero di zone nel tuo Instrument, Groups ti permettono di definire le condizioni con cui le Zones saranno suonate regolare come l’allocazione delle voci per le Zone contenute saranno gestite, e fornisce un meccanismo di selezione che consente di modificare i parametri all’unisono di tutti i gruppi.

In più, puoi esportare ed importare i Groups a e da il tuo disco fisso, che è la via pi conveniente per copia reparti di un Instrument ad un altro.

Di solito, quando crei un tuo Instruments, si dovrebbe trovare un modo coerente per distribuire i vostri Zone nei Groups.

Questo può essere un aspetto comune di zone che potrebbe servire come attributo per dividerli in categorie; per esempio, se si crea uno strumento cromaticamente campionato con quattro livelli di velocity, si potrebbe distribuire i Zones su ogni layer in quattro gruppi denominati “vel 0-31”, “vel 32-63”, “vel 64-95” e “vel 96-127”, o simile.

In questo modo, potresti decidere che al layer con velocity più alta bisogna aggiungere uno “sparkle” aggiuntivo per tagliarlo attraverso il tuo mix, puoi semplicemtne selezionare il Group rispettivo per la modifica ed aggiungere un EQ con un treble boost alla sua catena di Group Insert Effects. Similarmente, se si desidera aggiungere i campioni di rilascio, dovrai muoverli in Group separati in qualche maniera, come il parametro richiesto di Release Trigger che colpisce sempre l’intero Group.

Una volta che hai ottenuto l’idea di come funziona il concetto di Gruppo, avrete bisogno di un modo conveniente per creare, eliminare, l’accedere, dare il nome, e gestire i gruppi nel vostro Instrument; questa funzionalità è gestita dal Group Editor.

Quando sei in modalità Instrument Edit, esegui il click sul pulsante tichettato Group Editor in alto nella vista Instrument Edit; l’editor apparirà nel Rack.

Il Group Editor, aperto su uno strumento che contiene 3 Groups. Solo il “Bass” Group è al momento selezionato sia per la visualzzazione che per la modifica.

Il Group Editor è diviso in quattro sezioni :

  • In alto, una testata di controllo che fornisce molti pulsanti ed un menu a discesa.
  • La più grande quantità di spazio è presa dall’elenco dei Groups list sotto, che visualizza tutti i Groups nel tuo Instruments come una lista che si può scorrere.
  • Nella parte inferiore dell’editor, puoi trovare una riga di molti parametri che riguardano l’assegnazione dei Voice Groups,
  • Il pulsante Group Start Options nell’angolo in basso a sinistra per mostrare o nascondere un ulteriore set di righe che contengono le condizioni di avvio del Gruppo.Diamo un’occhiata a ciò che ognuno di questi elementi fa.

Controlli testata

Questa riga di pulsanti e menu a discesa in alto nel Group Editor fornisce funzioni di utility comuni per una facile gestione del Group. Le seguente sezione spiega ognuno di questi elementi, da sinistra a destra, in dettaglio.

La testata del Group Editor contiene un numero di opzioni e funzioni di utilità

Edit All Groups

Se questo pulsante è attivato, tutti i parametri che regoli a livello di Group da quel punto colpiranno tutti i Groups nel corrente Instrument in modifca. Questo pulsante è una scorciatoia conveniente per selezionare tutti gli edit boxes nell’elenco Group; la stessa funzione è anche disponibile attraverso il pulsante posizionato nella testata del Rack quando sei in modalità Instrument Edit.Come esempio, supponiamo di avere tre Groups con un assegnamento di modulazione per ognuno, che assegna un LFO al loro pitch per creare un effetto vibrato. Se decidi ora che l’effetto vibrato è troppo corposo in tutto il Groups, non devi cambiare le intensità delle modulazioni rispettive per ogni Group. Semplicemente attiva il pulsante Edit All Groups e diminuisci il parametro dell’intensità in uno dei Groups; il rispettivo parametro in tutti gli altri Groups cambieranno di conseguenza. Vi raccomandiamo di disabilitare questa opzione appena finito la modifica. Se la lasciate attiva e fate una regolazione ai parametri del Group dopo senza tenerlo a mente, potenzialmente potresti distruggere le impostazioni fatte in altri Groups.

Group Selector – Selezione del gruppo

Vicino al pulsante Edit All Groups, troverai un’etichetta che indica il Group al momento selezioanto, oltre che al numero totale di Groups nel tuo Instrument. Esegui il click su di esso per aprire un menu a discesa che ti permette di selezionare un’altro Group; esegui il click sul nome del Group che è visualizzato nella testata del Rack quando sei in modalità Instrument Edit otterrai la stessa cosa. Eseguendo il click un nome nell’elenco Gruppo, tuttavia, non ti consentirà la modifica del Gruppo selezionato, nello stesso tempo, lo renderà il modo preferito per selezionare i gruppi se volete solo controllare il contenuto senza doverli modificare.

Edit – Modifica

Questo menu a discesa contiene una serie di funzioni di utilità, molti dei quali agiscono su tutti i gruppi che sono attualmente selezionati nella lista di gruppo.

Si noti che questa selezione è diversa dal consentire gruppi per l’editing; Gruppi selezionati saranno indicati con un rettangolo pieno o vuoto attorno al loro nome nell’elenco Gruppo, mentre i gruppi che sono abilitati per la modifica saranno indicati con una casella selezionata davanti al loro nome.

Il menu edit contiene comandi che operano sul Group(s) al omento selezionato.

Il menu Edit è anche disponibile come menu contestuale con il click destro sia all’interno del Group Editor sia nel tab Groups del Monitor.

Diamo un’occhiata a ogni funzione di questo menu:

Set Edit flag for selected groups(s): questa opzione controlla il flag di modifica per tutti i gruppi attualmente selezionati nell’elenco dei gruppi. Ciò consente di controllare più gruppi per la modifica rapida, senza utilizzare l’opzione EditAllGroups, che consente solo una o tutte le modalità di modifica dei gruppi.

Delete Selected Groups: Cancella ogni Groups selezionato. Se qualcuno di questi Groups conterrà Zones, saranno cancellate; in questi casi, ti verrà chiesto conferma della cancellazione.

Purge Empty Groups: Cancalla tutti i Groups che non contengono nessuna Zona. Copy Selected Group(s): Copia i Groups selezionati nella clipboard.

Cut Selected Groups(s): Muove i Group selezionati e le sue Zone nella clipboard per un uso seguente, rimuovendo il Group dall’elenco dei Group coinvolti nep processo.

Usando i comandi di taglia, copia ed incolla nel Group Editor, puoi muovere e copiare Groups tra gli Instruments. Questo funziona anche tra istanze multiple di KONTAKT e sessioni.

Duplicate Groups(s): Crea copie identiche dei Groups selezionati.

Paste Group(s) with Samples: Inserisce il contenuto del Group nella clipboard nella Group list, lasciando i loro rifermenti alle Zone ed informazioni dei riferimenti ai Sample intatti. Si noti che se si è copiato il rispettivo gruppo (i) in precedenza, creando così i duplicati incollandoli, le zone saranno duplicate insieme con i Gruppi, lei modifiche ai parametri di zona in un gruppo successive non influenzeranno le Zone da cui sono state copiate.

Paste Group(s) w/o Samples: Inserisce il contenuto della clipboard Group clipboard nell’elenco del Group, omettendo eventuali zone nel processo. In questo modo, si otterranno gruppi vuoti che replicano le impostazioni di un gruppo precedentemente copiato o tagliato.

Export Edited Group: Questa funzione ti permette di salvare il Group al momento selezionato in un file .nkg sul tuo disco fisso, che puoi riutilizzare nel tuo Instruments. A differenza di altri comandi che agiscono su tutti i gruppi selezionati, questo non gestisce selezioni multiple; solo il Group al momento visualizzato, che sarà indicato nella Lista Group con un contorno rettangolare intorno al suo nome, sarà salvato. Quando esegui il click su questa funzione, una finestra di dialogo a pop-up appare chiedendoti di specificare una posizione e nome per il file. In aggiunta, puoi anche scegliere come i riferimenti ai Samples in questo Group dovranno essere gestiti:

• Patch Only non salveranno i Samples, ma i loro riferimenti alle posizioni orginali nel file Groupe • Patch + Samples salverà i Samples insieme con il file del Group in una posizione definibile
• Monolith combinerà sia i dati Group ed i suoi Samples di riferimento in un grande file.

Import Group: Carica un Group in formato .nkg ed aggiunge e lo aggiunge al tuo Instrument, insieme con tutto quello contenuto nelle Zone. Questo comando di permette inoltre di importare le BATTERY 3 Cells.

Group solo

Se questo pulsante è attivato, tutti i Groups eccetto il correntemente selezionato saranno resi muti. Questo è utile quando devi controllare il contenuto di un Group acusticamente quando lavori con Groups multipli, durante la sovrapposizione delle Zone per la creazione di suoni layered.

Selected by MIDI – Selezione con il MIDI

Se questo pulsante è abilitato, puoi selezionare i Groups suonando le note sulla tua tastiera. Quando KONTAKT riceve una nota MIDI, controlla tutti i Groups per la Zona che coincidono con questo numero di nota veelocity e seleziona qualunque Groups che contiene queste Zone nell’elenco deli Group. Questo lo rende un modo molto intuitivo il passaggio rapito tra i gruppi; supponiamo che stiamo lavorando su un drum set dove ogni strumento è assegnato ad un Group separato. Invece di trovare il Group bass drum all’interno della lista dei Group ed eseguire il click sul suo nome, semplicemente suona la nota di bass drum sulla tua tastiera, ed il corrispondente Group sarà automaticamente selezionato.

Group List – Elenco Gruppo

Questo riquadro visualizzerà l’elenco di tutti i Groups nel corrente Instrument modificato. Se il numero del Groups non si adatta alla finestra, una barra di scorrimento apparirà sul lato destro. Qui puoi selezionare Groups e abilitarli per la modifica.

Al fine di selezionare un gruppo per la visualizzazione, basta fare clic sul suo nome; verrà evidenziata con un rettangolo pieno, e tutti i controlli attualmente visibili sul livello di Gruppo mostrerà i parametri di questo gruppo.

Qualsiasi comando si seleziona dal menu Modifica dell’Editor gruppo ora funziona solo su questo gruppo. Facendo doppio clic su una voce ti permette di cambiare il suo nome.

Mentre solo un gruppo può essere visualizzato in qualsiasi momento (che sarà sempre indicato con un rettangolo pieno nell’elenco Group), è possibile selezionare più gruppi tenendo premuto il tasto [Ctrl] ([Cmd] su Mac OS X) mentre si fa clic su Gruppi separati per aggiungerli alla selezione, o tenendo premuto il tasto [Shift] mentre si fa clic su una seconda voce per includere tutti i gruppi tra il primo e l’ultimo nella selezione.

Questa selezione ha effetto solo sui quali gruppi di comandi del menu Edit ; per scoprire come cambiare i parametri in più gruppi, leggere il Capitolo di Edit. Noterete una piccola casella di controllo accanto al nome di ogni gruppo nell’elenco Gruppo, che sarà sempre abilitata sulla voce nell’elenco su cui si è eseguito il click per ultimo.

Il segno di spunta accanto al nome di un Group indica se questo gruppo è stato selezionato per la modifica.

Indica se i parametri del rispettivo gruppo verranno modificati quando esegui eventuali rettifiche.

In altre parole, quando si attiva la casella di controllo accanto a più gruppi e si spostano eventuali controlli del Gruppo attualmente visualizzato (ad esempio il volume o la manopola Pan del modulo Amplifier), i parametri degli altri gruppi saranno influenzati.

Questo trasferimento avviene in modo assoluto; le impostazioni in altri gruppi saranno semplicemente sostituiti con i vostri nuovi.

Questo può facilmente tradursi in modifiche involontarie dei parametri in altri gruppi di quella attualmente visibile, quindi assicurarsi di controllare se altri gruppi sono attualmente abilitati per la modifica prima di fare qualsiasi regolazione sui moduli a livello di Gruppo.

Si noti che la scheda Expert nel Browser offre viste alternative per le funzioni descritte in questa sezione. Questi possono semplificare enormemente la gestione dei Gruppi e la modifica dei parametri tra i Gruppi; in base alle proprie preferenze, è possibile utilizzarle al posto dell’elenco Gruppo per alcune operazioni.

Voices Groups

Il concetto di Voice Groups ti permette il modo di eseguire un fine-tune in cui KONTAKT distribuisce le voci audio nei Groups. Per cortesia non confondete la Voice Groups con i Groups; nonostante i nomi simili, sono completamente diversi concetti.

Per capire i Voice Groups, iniziamo a fare quest’esempio.

Un tipico preset di campionatore di drum set contiene siaun campione di hit hat chiuso ed uno di hit-hat aperto. Come il suono di un hi-hat aperto sarà tagliato immediatamente quando il batterista lo chiude, possiamo concludere che questi suoni non si possono avere allo stesso tempo; Pertanto, potremmo simulare questo comportamento limitando il numero massimo di voci del charleston a uno.

Dal momento che ogni campione suonato avrà una sola voce, e l’ultimo campione suonato avrà la priorità su eventuali campioni che sono stati attivati prima per impostazione predefinita, suonando il campione charleston chiuso si taglierà la risonanza del campione Hit Hat aperto.

Come possiamo raggiungere questo? E’ possibile regolare il numero massimo di voci da utilizzare per uno strumento nella sua intestazione, ma questo limiterà tutte le altre parti del kit tamburo. Una via molto pratica potrebbe essere usare il concetto di Voice Group: esso ti permette di creare impostazioni di distribuzione di una voce ed applicarla in un numero arbitrario di Groups nel tuo Instrument.

In contrasto ai Groups, non devi creare o gestire la Voice Groups; invece, 128 di esse sono predefinite per ogni Instrument. Di default, Groups non sono assegnati a qualsiasi Voice Group, questo vuol dire che condividono un insieme di voci come definito nella testata Instrument con tutti i Groups. Assegnando alcuni dei vostri gruppi a uno dei 128 Voice gruppi e regolando i parametri di questo gruppo do voci, è possibile definire un nuovo insieme di regole di distribuzione di voce per questi gruppi.

Per esempio, si potrebbe risolvere il problema hi-hat assegnando chiuso e aprire Gruppi charleston al gruppo Voice 1, quindi impostare il conteggio voce di questo gruppo vocale a uno. Ci sono più parametri in un gruppo vocale rispetto al suo massimo numero di voce; questi verranno spiegati in seguito.

Le 128 Voice Groups possono essere assegnate e modificate nella strip sotto il Group list del Group Editor. Selezionando un Voice Group dal menu a discesa alla sua sinistra si assegneranno a tutti i gruppi attualmente selezionati a questo Voice Group, e visualizzerà i suoi parametri nei campi sulla destra.

La riga dei parametri sotto l’elenco Group ti permette di assegnare e regolare le Voice Groups.

Ecco un elenco veloce di questi parametri, da sinistra a destra:

Voices:Regola il numero massimo di voci che possono essere utilizzate dai gruppi in questo Voice Group. Se un campione è attivato e il numero massimo di voce è già stato raggiunto, le voci di campioni che suonano ancora saranno “sacrificati” e riciclati.

Mode: Queste impostazioni decide quale delle voci attualmente assegnate saranno sacrificate e riciclate se un campione appena innescato supera il numero massimo di voci per questo gruppo di voci:

  • Kill Any: Permette a KONTAKT di decidere cosa fare.
  • Kill Oldest: Il campione più vecchio sarà tagliato.Kill Newest: Il campione più recentemete innescato sarà tagliato. Kill Highest: Le note con il pitch più alto sarà tagliato.
    Kill Lowest: Le note con il pitch più basso saranno tagliate.Pref Rel: Se questo pulsante è attivato e le Voice Group usciranno dalle voci, KONTAKT darà alle note già rilasciate una priorità più alta quando deciderà quali voci mantenere. 

  • Fade Time: Regola quanto tempo impiega una voce “sacrificata” ad eseguire il fade out prima che scompaia. La lunghezza di fadeout è specificato in millisecondi. Questo può causare il superamento del numero di voci che temporaneamente superano il valore massimo. 
  • Exclusive Group: Questo menu a discesa ti permette di assegnare il corrente Voice Group ad uno di 16 Exclusive Groups. Assegna due o più Voice Groups allo stesso Exclusive Group può causare che i Samples di un gruppo di Voice Group possano tagliare Samples che stanno suonando di un altro Voice Groups assegnato ad un Exclusive Group. Se riconsideriamo il nostro esempio del hi-hat, Si noterà che una soluzione alternativa sarebbe mantenere i campioni in gruppi separati e assegnandoli allo stesso gruppo Exclusive. Questo ha il vantaggio che è possibile modificare l’elaborazione del segnale GroupLevel di entrambi i campioni separatamente.

Group Start Options

Di default, ogni Zona in un Group suonerà sempre i suoi Sample assegnati quando una nota è ricevuta che corrisponde al suo intervallo di tastiera e velocity. Tuttavia, ci sono applicazioni che richiedono unmaggiore controllo su quando le zone in un gruppo vengono attivate: 

Quando campioni uno Instrument acustico, si potrebbe voler fornire più samples, leggermente diversi per ogni intervallo di nota e velocity, e quindi avere un ciclo in KONTAKT intorno ad essi tipo round- robin quando la ripetizione della nota è innescato; questo elimina il temuto “machine gun effect”, che è la morte degli instruments campionati. Per questo, avete bisogno di un modo per far attendere ciascun gruppo il suo turno prima che suoni.

Con l’avvento delle grandi e moderne librerie di campioni, è diventata consuetudine per consentire all’utente di passare tra le diverse articolazioni con i tasti sulla tastiera che sono inutilizzati da Zone dello strumento; questi cosiddetti interruttori a tasti richiedono un modo per fare gruppi che si attivano solo quando il tasto selettore è stato ricevuto per ultimo.

Si potrebbe desiderare di passare tra gruppi a seconda del valore di un controller MIDI; per esempio, un sacco di moderne biblioteche di pianoforte utilizzano insiemi di campioni distinti per le note che vengono suonate con il pedale sustain premuto e rilasciato. 

Group Start Options ti permettono di definire un intervallo di condizioni che devono essere soddisfatte prima che il rispettivo gruppo diventi attivo e possa produrre alcun suono. L’elenco di tali condizioni è nascosto alla vista Group Editor di default; è possibile visualizzarlo facendo clic sul pulsante Opzioni di avvio del Gruppo nell’angolo in basso a sinistra dell’Editor del Gruppo.

Diverse condizioni di avvio del Gruppo, in combinazione con operatore “e”i. Ciò significa che tutte le condizioni previste devono essere soddisfatte prima cheil gruppo diventa attivo.

Ogni riga di questa lista ha un menu a discesa sul lato sinistro:
• per aggiungere una condizione alla lista, selezionare il tipo generale da questo menu prima.

Ogni riga di questa lista ha un menu a discesa sul lato sinistro; per aggiungere una condizione alla lista, selezionare il tipo generale da questo menu prima.

Sul menu di destra, KONTAKT visualizzerà poi i rispettivi parametri

Alla destra del menu KONTAKT vedrà poi i rispettivi parametri che appartengono alla rispettiva condizione con etichette esplicative, nonché un menu a discesa operatore che combina logicamente questa voce con quella successiva.

L’elenco Group Start Options include i seguenti tipi ci condizioni:

  • Always: Questo è un valore non operativo. Se questo è il solo valore nella lista, i Group Selezionati saranno sempre attivi. In elenchi con più di una riga, questo valore serve come marker per l’ultima riga nell’elenco, così come voce che elimina le righe dall’elenco quando viene scelta.
  • Start on Key: Questa condizione permette di definire le keyswitches. Un Group con questa condizione sarà disabilitato fino a che non si innesca una nota dell’intervallo definito viene ricevuta; sarà disabilitata di nuovo quando un’altro Group nel tuo Instrument con una condizione di Start on Key verrà attivata, in questo modo puoi passare tra i singoli Groups con la pressione di un singolo tasto.
  • Start on Controller: Il Group diventerà attivo quando KONTAKT riceverà un controller MIDI in un intervallo specifico. Sarà disattivato di nuovo quando il valore di un controller fuori dall’intervallo viene ricevuto.
  • Cycle Round Robin: Tutti i Groups che hanno questa condizione nei loro Group Start Options, ae contengono Zone che coincidono con l’intervallo di tasto e velocity di una nota in entrata, saranno messe in cilco tipo round- robin su ogni nota similare. Among other things, puoi usare questa caratteristica per aggiungere variazioni realistiche a ripetizioni di note, o automaticamente alternare tra uno strokes sinistro e destro su instruments di percussione.
  • Cycle Random: come il Cycle Round Robin, ma le note saranno messe in cilco in maniera casuale ma le note saranno generate casualmente invece che in una sequenza.
  • Slice Trigger: Questa opzione era usata dagli slice Groups in KONTAKT 2. E ‘previsto per la retro- compatibilità e non deve essere utilizzato in modo esplicito.

Per aggiungere condizioni multiple all’elenco e connetterli con operatori logici li troverai el menu a discesa sul lato destro, puoi creare combinazioni molto complesse di condizioni. Nota che l’ultima condizione immessa della lista (che sarà un condizione always) non sarà presa in considerazione quando la tua lista contiene come ultima un’altra condizione.