Posted in: Apple, Logic Pro X, Modulazione

Logic Pro X – Effetti di Modulazione

Dispensa di Logic Pro X Solo effetti PDF €19 9

Pa

Gli effetti di Modulazione—come chorus, flanging, e phasing—sono usati per aggiungere movimento e profondità al tuo suono.

I tipici effetti di Modulazione di solito ritardano il segnale in ingresso di alcuni millisecondi ed usano un LFO per modulare il segnale ritardato. LFO può anche essere usato per modulare il tempo di delay dell’effetto.

Un oscillatore a bassa frequenza (LFO) è simile agli oscillatori di generazione sonora dei sintetizzatori, ma le frequenze generata da un LFO sono così basse che non possono essere sentite e quindi possono solo essere usate per scopi di modulazione. I parametri di LFO includono controlli di speed (o frequency) e depth (chiamata anche intensity).

Puoi anche controllare il rapporto tra il segnale colpito (wet) ed il segnale originale (dry). Alcuni effetti di modulazione includono parametri di feedback, che aggiungono parti del segnale dell’effetto di nuovo al suo ingresso.

Altri effetti di modulazione lavorano sul pitch. Il tipo di effetto di modulazione di pitch di base è l’effetto vibrato, che usa un LFO per modulare la frequenza del suono. A differenza degli effetti di modulazione del pitch, vibrato altera solo il delay del segnale.

Effetti di modulazione più complessi, come Ensemble, miscelano diversi segnali ritardati con il segnale originale.

Read More “Logic Pro X – Effetti di Modulazione”
Posted in: Apple, Logic Pro X, Riverbero

Logic Pro X – Space Designer

Dispensa di Logic Pro X Solo effetti PDF €19 9

Space Designer è un effetto di riverbero a convoluzione che puoi usare per posizionare i tuoi segnali audio in ricreazioni estremamente realistiche di situazioni audio ambintali acustiche del mondo reale. Space Designer genera riverberi mediante la convoluzione, o la combinazione di un segnale audio con un campione di riverbero di risposta d’impulso. Un impulse response è una registrazione delle caratteristiche del riverbero di una stanza, o più precisamente, una registrazione di tutte le riflessioni in una data stanza che seguono un segnale iniziale. Il file di impulso di risposta effettivo è un file audio standard.

Per capire come lavora, imagina una situazione dove Space Designer è usato per una traccia vocale. Un file di impulse response registrato in una opera house è al momento carticato in Space Designer. Questo file di impulse response è messo in ocnvoluzione con la traccia vocale, posizionando il cantante all’interno dell’opera house.

La convoluzione puà essere usata per posizionare il tuo segnale audio all’interno di qualunque spazio, incluso uno speaker cabinet, un giocattolo di plastica, e così via. Tutto quello che ti serve è un impulse response registrato dello spazio.

Oltre al caricamento degli impulse responses, Space Designer include un sistema di sintesi interno di impulse response. Questo ti permette di creare effetti completamente unici, in particolare quando l’impulse response sintetizzato non rappresenta uno spazio reale.

Space Designer inoltre offre caratteristiche come inviluppi, filtri, EQ, e controlli di bilanciamento stereo/surround, che forniscono un controllo preciso sulla dinamica, timbro, e lunghezza dela riverberazione.

Space Designer can operate as a mono, stereo, true stereo (meaning each channel is processed discretely), or surround effect.

Read More “Logic Pro X – Space Designer”
Posted in: Apple, Logic Pro X

Logic Pro X – Effetti Specializzati

Dispensa di Logic Pro X Solo effetti PDF €19 9

Logic Pro include un insieme di effetti specializzati ed utilità disegnate per eseguire lavorazioni particolari che si possono incotrare durante le produzioni audio:

  • Denoiser elimina o riduce il rumore sotto un livello di soglia (threshold).
  • Exciter aggiunge vita alle tue registrazioni generando componenti di alta frequenza artificiali.
  • Grooveshifter crea variazioni ritmiche alle tue registrazioni.
  • Speech Enhancer migliora le registrazioni vocali effettuate con il microfono interno del computer.
  • SubBass genera un segnale basso artificiale che deriva dal segnale in ingresso.
Read More “Logic Pro X – Effetti Specializzati”
Posted in: Apple, Dinamica, Logic Pro X

Logic Pro X – Effetti di dinamica

Dispensa di Logic Pro X Solo effetti PDF €19 9

I processori di dinamica controllano la percezione del suono audio, aggiungono focus e punch a brani e progetti e ottimizzano il suono per la riproduzione in situazioni diverse. La gamma dinamica di un segnale audio è l’intervallo tra le parti più morbide e più rumorose del segnale – tecnicamente tra le più basse e le più ampie. I processori di dinamica consentono di regolare la gamma dinamica di singoli file audio, tracce o un progetto complessivo. Questo può servire ad aumentare la percezione della luminosità o per evidenziare i suoni più importanti, garantendo nel contempo che i suoni più morbidi non vengano persi nel mix.

Esistono quattro tipi di processori di dinamica. Questi sono usati per diverse attività di elaborazione audio.

  • Compressors: I compressori si comportano come un controllo automatico del volume, abbassando il volume ogni volta che si alza sopra un certo livello, denominato threshold.

Riducendo le parti più alte del segnale, chiamate peaks, un compressore aumenta il livello complessivo del segnale, aumentando il volume percepito. Questo dà al segnale più attenzione mettendo in luce le parti più alte (in primo piano), mantenendo le parti di fondo morbide quasi a diventare incomprensibili. La compressione tende anche a rendere i suoni più stretti o punchier perché vengono sottolineati i transienti, a seconda delle impostazioni di attacco e rilascio e perché il volume massimo viene raggiunto più rapidamente. Inoltre, la compressione può rendere meglio un progetto quando viene riprodotto in diversi ambienti audio. Ad esempio, gli altoparlanti di un televisore o di un’automobile hanno tipicamente una gamma dinamica più stretta del sistema audio in un cinema. Comprimere il mix complessivo può contribuire a rendere il suono più pieno e più chiaro nelle situazioni di riproduzione a bassa fedeltà. I compressori vengono tipicamente utilizzati su tracce vocali per rendere il canto evidente in un mix complessivo. Sono comunemente usati anche su brani musicali e sonori, ma sono raramente utilizzati su tracce ambientali. Alcuni compressori – compressori multibanda – possono dividere il segnale in entrata in diverse bande di frequenza e applicare impostazioni di compressione diverse a ciascuna banda. – Questo aiuta a raggiungere il livello massimo senza introdurre artefatti di compressione. La compressione a banda larga è tipicamente utilizzata su un mix complessivo.

  • Expanders: Gli expander sono simili ai compressori, salvo che aumentano, piuttosto che abbassare, il segnale quando supera la soglia. Vengono utilizzati per aggiungere la vita ai segnali audio.
  • Limiters: Limiters (chiamai anche peak limiters) funzionano in modo simile ai compressori in quanto riducono il segnale audio quando supera una soglia impostata. La differenza è che mentre un compressore riduce gradualmente i livelli di segnale che superano la soglia, un limitatore riduce rapidamente qualsiasi segnale più forte della soglia al livello di soglia. L’uso principale di un limitatore è quello di impedire il taglio, mantenendo al contempo il massimo livello di segnale complessivo.
  • Noise gates: Noise gates alterano il segnale in modo opposto a quello usato dai compressori o dai limitatori. Mentre un compressore riduce il livello quando il segnale è più forte della soglia, un Noise Gate abbassa il livello del segnale ogni volta che scende al di sotto della soglia. I suoni più alti passano attraverso invariati, ma suoni più morbidi, come il rumore ambientale o il decadimento di uno strumento sostenuto, vengono tagliati. Noise gates sono spesso usati per eliminare il rumore o il rumore a basso livello da un segnale audio.
Read More “Logic Pro X – Effetti di dinamica”
Posted in: Apple, Logic Pro X, Strumento di Logic Pro X

Vintage Mellotron – Strumento di Logic Pro X – Manuale in italiano

Acquista Dispensa

Panoramica di Vintage Mellotron

Vintage Mellotron ricrea le caratteristiche e una serie di suoni di questo famoso strumento a tastiera che ha caratterizzato dozzine di canzoni rock e pop classiche degli anni ’60, ’70 e oltre.

Il Mellotron è considerato un precursore dei moderni strumenti di riproduzione dei campioni. Usa un numero di nastri magnetici che vengono riprodotti attraverso una testina quando viene premuto un tasto.

Ogni tasto ha una testina nastro individuale e zone di pressione su un meccanismo a molla.

I rulli per ciascun tasto sono azionati da un argano a rotazione costante che copre la gamma della tastiera.

Ogni tasto ha una striscia di nastro con un massimo di tre suoni diversi che corrono in parallelo. La lunghezza del suono è limitata a otto secondi, a quel punto il suono si interrompe bruscamente.

I nastri tornano alla loro posizione iniziale quando viene rilasciato il tasto corrispondente. Spostando le testine di riproduzione con i rack che trattengono i nastri, un musicista può alternare l’intera tastiera tra un suono di corda e coro, per esempio.

Scostamenti parziali delle testine hanno come risultato una miscela stratificata di due suoni adiacenti su ciascuna striscia di nastro.

I modelli Mellotron più avanzati possono utilizzare nastri più lunghi, con suoni diversi assegnati in posizioni precise lungo la loro lunghezza. Questo è simile al passaggio tra banchi di preset su un synth moderno.

Sono possibili fino ad un massimo di circa 24 suoni. Se sono richiesti suoni diversi, la macchina deve essere smontata e viene utilizzato un nuovo rack per sostituire uno già installato. Non è l’ideale, e certamente difficile da realizzare durante un’esibizione dal vivo. I suoni originali della biblioteca sono stati registrati nota per nota, con varie esecuzioni e fluttuazioni di tonalità.

Questo rende la mappatura degli strumenti Mellotron in qualche modo incoerente su tutta la gamma della tastiera, che è una parte essenziale del suo carattere sonoro e del suo fascino. La complessità meccanica dei primi Mellotrons (allungamento del nastro, problemi di allineamento della testa e fattori ambientali, come fluttuazioni di temperatura e umidità, fumo, polvere e campi magnetici) hanno reso difficile la conservazione. Anche quando era nuovo, due Mellotron non suonava esattamente allo stesso modo a causa di queste variabili.

Il Vintage Mellotron presenta versioni accuratamente campionate di ogni nota dai nastri originali della libreria di suoni Mellotron, catturando l’intera lunghezza del suono e le stranezze delle performance.

A differenza degli originali, i suoni Vintage Mellotron sono riprodotti in loop, permettendoti di sostenere indefinitamente le note. Il looping non è statico, quindi i suoni mantengono il loro sapore “organico” e rispecchiano il continuo movimento sonoro degli strumenti originali.

Vintage Mellotron ti consente anche di fondere due suoni qualsiasi, comprese le combinazioni che non erano disponibili nella libreria nastro originale.

Un ulteriore vantaggio è il controllo dell’equilibrio tra i suoni, una caratteristica non presente nelle macchine originali. Un controllo della velocità del nastro imita le fluttuazioni tonali causate da questa funzione sugli strumenti originali. Sono inclusi anche la trasposizione delle ottave e i controlli di tono. Come con altri plug-in di strumenti, puoi automatizzare completamente i parametri del Vintage Mellotron.

Read More “Vintage Mellotron – Strumento di Logic Pro X – Manuale in italiano”